EA svela i cambiamenti apportati a Star Wars: Battlefront II

ea cambiamenti star wars battlefront II

Avevano promesso dei cambiamenti, e sembra che, di qui a breve, ce ne saranno. Dopo le enormi polemiche che hanno accompagnato l’uscita di Star Wars: Battlefront II, EA e DICE hanno deciso di rivedere profondamente alcune delle caratteristiche principali del loro gioco. Ebbene, proprio poche ore fa, developer e publisher del gioco hanno rivelato in cosa consisteranno tali modifiche. Stando a quanto è possibile apprendere, sembra proprio che la voce dei fan sia stata ascoltata: perché il primo grosso cambiamento apportato riguarderà proprio il sistema di progressione del titolo, che è stato pesantemente rivisitato.

EA: ecco tutte le modifiche al sistema di progressione di Star Wars: Battlefront II

[amazon_link asins=’B06XKW54SH,B06XKX8S3L’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’6ff343c5-2931-11e8-b123-510281040db7′]

A meno che non siate andati a fare una vacanza nel deserto del Sahara negli ultimi 5 o 6 mesi, non potrete non esservi imbattuti nelle enormi polemiche che il gioco ha suscitato. La presenza di microtransazioni e loot box hanno mandato su tutte le furie i fan, e non solo loro. Diversi esponenti delle istituzioni americane arrivarono a definire il gioco “un casinò a tema Star Wars“. Il polverone alzatosi è stato tale da spingere alcuni senatori a chiedere una legge che potesse porre delle limitazioni d’età ai giochi in cui fossero presenti tali meccanismi che, secondo loro, sarebbero in tutto e per tutto equiparabili al gioco d’azzardo. Le discussioni generatesi hanno di fatto costretto EA a disattivare lo shop in game, almeno temporaneamente, ed a pensare a delle soluzioni.

Nella giornata di oggi, DICE ed EA hanno rivelato i cambiamenti radicali apportati al nuovo sistema di progressione di Star Wars: Battlefront 2. Tale modifiche saranno comprese in un nuovo aggiornamento, il cui arrivo è previsto per mercoledì 21 marzo. In questo modo, il publisher americano spera di mettere a tacere le preoccupazioni suscitate dal “pay-to-win”, rendendo lineare la progressione. Le classi, gli eroi e le navi disponibili nel multiplayer, ora guadagneranno individualmente punti esperienza. Questi punti esperienza avranno lo scopo di farvi salire di livello, e ogni livello raggiunto assegnerà un punto abilità, che può essere speso in Star Card. Sempre a proposito delle Star Card e degli altri unlock che influenzano il gameplay, essi non saranno più acquistabili con i crediti (la valuta guadagnata con attraverso il gameplay) o con i cristalli (valuta a pagamento); inoltre, le Star Card non saranno più reperibili nelle casse.

Come cambiano le loot boox?

star wars battlefront 2
Aggiornamenti in vista per Star Wars Battlefront 2

Le casse ora conterrano solo crediti o oggetti cosmetici, come ad esempio emote o pose di vittoria. Le casse, inoltre, non potranno più essere acquistate spendendo valuta, ma verranno assegnate come come bonus di accesso giornaliero, per il completamento di sfide a tempo o per il raggiungimento di determinati obbiettivi. Tutto ciò non comporterà alcuna modifica per ciò che i giocatori hanno guadagnato prima di questo aggiornamento. Quanto finora ottenuto dai gamer rimarrà invariato.

Dopo l’aggiornamento, i Cristalli torneranno disponibili come valuta. Tuttavia essi avranno una sola funzione: serviranno per acquistare nuove skin cosmetiche per classi ed eroi (che potranno anche essere acquistate con i normali crediti). Di seguito, vi riportiamo uno stralcio della descrizione dell’aggiornamento.

“Se hai mai sognato di far parte della Resistenza come un Rodiano, la tua possibilità è dietro l’angolo”

Come è possibile constatare, EA ha realizzato delle modifiche molto consistenti. Il sistema descritto è nettamente diverso da quanto visto in passato. Originariamente, la principale fonte di progressione nel gioco era legata alle loot box, rendendola essenzialmente random, e avvantaggiava coloro che decidevano di pagare per sbloccare immediatamente i bottini con denaro reale. La progressione è stata accelerata un po’ nel corso del tempo, fino alla decisione di cambiarla quasi completamente. La polemica ha portato EA e DICE a garantire che le microtransazioni presenti nel prossimo Battlefield saranno solo dirette all’acquisto di oggetti cosmetici.

DICE e EA ci tengono tuttavia a precisare che queste dichiarazioni non mettono fine al loro supporto a Star Wars: Battlefront II. Sviluppatore e publisher hanno infatti promesso “un certo numero di nuove modalità”, alcune delle quali saranno “radicalmente diverse da qualsiasi altra cosa voi abbiate mai sperimentato prima nel gioco“.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

cartucce nintendo

Trafficanti olandesi usavano cartucce Nintendo per nascondere la droga

esports stadio

Negli USA sta per nascere il più grande stadio per eSports del paese