Battlefield V sarà ambientato nella Seconda Guerra Mondiale

battlefield v seconda guerra mondiale

Uno degli shooter in prima persona più famosi al mondo sta per fare ritorno sulle nostre piattaforme di gioco. Stiamo ovviamente parlando di Battlefield. La nuova main entry del franchise si chiamerà Battlefield V e, stando ai rumour di recente diffusi, sarà ambientato nella Seconda Guerra Mondiale. Il gioco dovrebbe arrivare sugli scaffali il prossimo autunno 2018, ma è assai probabile che Electronic Arts decida di svelarlo ufficialmente nel prossimo futuro. Dalle precedenti dichiarazioni di EA, avevamo appreso che il nuovo Battlefield sarà grandioso, forse anche più del suo predecessore. Stando a quanto appreso, c’è da credergli sulla parola.

Tutte le informazioni disponibili su Battlefield V

[amazon_link asins=’B0746SBQJQ,B00KMUAZMG,B00G5HAEYY,B004H0MTI0′ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’3cb3d99f-1df6-11e8-8210-dd17336562a5′]

Chiunque si professi amante degli shooter in prima persona, non può non essersi reso conto dell’enorme successo ottenuto da Battlefield 1. Nonostante Call of Duty, il suo diretto concorrente, avesse optato per l’esplorazione delle guerre del futuro, EA aveva preferito seguire una strada diversa. Come tutti sappiamo, Battlefield 1 ci ha catapultati nella Prima Guerra Mondiale, un setting che, finora, nessun fps del franchise aveva deciso di utilizzare. I risultati di questa scelta sono stati straordinari: il gioco è stato il secondo miglior best seller del 2016, riuscendo a vendere le sue copie molto più velocemente di Battlefield 4 e piazzandosi alle spalle solo di Call of Duty: Advanced Warfare. Electronic Arts in persona ha da poco affermato che il suo titolo ha superato i 25 milioni di giocatori. Proprio per questa ragione, sia DICE che il publisher americano hanno preferito continuare a “scavare nel passato“.

La fonte delle indiscrezioni che stiamo per riportarvi, che ha preferito rimanere anonima, ha affermato di aver “familiarizzato con i piani di EA“. L’attuale nuovo capitolo della serie, come riportato Gamesbeat, è in sviluppo presso DICE, il cui studio ha sede in Svezia. Secondo quanto riportato, il gioco in questione era precedentemente noto con il nome di Battlefield 2, prima che fosse modificato. Tuttavia, è bene chiarire che non si tratta di una semplice rimasterizzazione del Battlefield 2 uscito nel 2005, ma di un gioco completamente nuovo, ambientato nel periodo della Seconda Guerra Mondiale. È assai probabile che Electronic Arts possa decidere di svelare il suo titolo nel prossimo futuro, perché, sempre secondo la fonte, il videogame sarà giocabile all’EA Play del prossimo Giugno.

In Battlefield V ci saranno le loot box

battlefield v immagini
L’unica immagine leakata del gioco, proveniente da Reddit.

Secondo USGamer, che pare essere in possesso delle stesse informazioni, il prossimo Battlefield conterrà le tanto odiate loot box. Tuttavia, prima che la rabbia prenda il sopravvento, c’è una precisazione da fare. Il publisher statunitense sembrerebbe infatti aver imparato dagli errori commessi con Star Wars: Battlefront II, ed avrebbe deciso di inserire soltanto contenuti cosmetici nei crate di Battlefield V. Tutto questo, va da sé, farà tirare un sospiro di sollievo ai tantissimi fan del franchise.

Andando a memoria, Battlefield 1943, uscito nel 2009, è stato l’ultimo capitolo della serie ambientato nella Seconda Guerra Mondiale. Anche Activision ha optato per questo setting, ottenendo degli ottimi risultati. Call of Duty: World War II è infatti il Call of Duty con le migliori vendite dai tempi di Black Ops II. Ebbene, sembra proprio che a breve torneremo a rivivere i momenti cruciali del più grande conflitto che l’umanità abbia vissuto. Viene così accantonata l’idea che il prossimo Battlefield sarebbe stato Bad Company 3, smentendo un rumour fuoriuscito qualche mese fa in cui si affermava che la nuova main entry del franchise ci avrebbe catapultato nella Guerra in Vietnam. Il leak si è quindi rivelato infondato, ma non c’è da perdere del tutto le speranze. EA ha affermato di aver dato ascolto alla sua fanbase, proprio per questa ragione, è possibile che possa tirare fuori dal cassetto un eventuale sequel di Bad Company quando meno ce l’aspettiamo.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

WoW, schiene dritte anche per i Non Morti?

WoW, schiene dritte anche per i Non Morti?

blizzard diablo III switch

Blizzard: altri indizi su Diablo III in arrivo per Nintendo Switch