In seguito alle polemiche degli scorsi giorni sui costi per sbloccare i personaggio in Star Wars Battlefront II, per non parlare delle prese in giro su internet, EA e DICE hanno deciso di disattivare temporaneamente lo shop in game e togliere così le microtransazioni. Lo annuncia proprio la divisione dedicata a Star Wars di Electronic Arts tramite Twitter.

Come potete leggere Oskar Gabrielson, General Manager di DICE, annuncia che sia i developer svedesi che il distrubitore hanno deciso di ascoltare le accorate (per non dire altro) richieste dei giocatori di tutto il mondo e di disattivare per un periodo ancora da definire l’acquisto di cristalli tramite valuta reale, ora ottenibili solo ed esclusivamente in gioco. L’opzione tornerà nuovamente disponibile in un futuro quando DICE avrà definito per bene le dinamiche di gioco anche analizzando i dati giunti dalle ore di gioco accumulate dai player di tutto il mondo. Si scusa ulteriormente per le scelte fatte in precedenza che hanno sfortunatamente messo in ombra la qualità di Star Wars Battlefront II, mettendone in risalto un unico, spiacevole dettaglio.

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!