Far Cry 5: la campagna principale sarà giocabile offline

far cry 5
Hype a livelli altissimi.

In attesa del giorno del lancio, Ubisoft continua a rilasciare nuove informazioni su Far Cry 5. La prossima incarnazione dello shooter in prima persona del publisher francese, come sappiamo, ci porterà ad esplorare i paesaggi del Montana, ed a confrontarci con un nuovo villain decisamente iconico e fuori di testa. Così come anticipato in precedenza, Ubisoft conferma la presenza delle microtransazioni nel suo gioco, anche se non si tratterà delle tanto vituperato loot box. Inoltre, l’azienda europea afferma che la campagna principale del prossimo Far Cry sarà giocabile anche offline, per la felicità dei suoi tantissimi fan.

Far Cry 5: tra microtransazioni e single player

[amazon_link asins=’B079JKBK7Y,B0735DKRWC,B079JSGH1Q’ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’44fa9df4-291f-11e8-8b76-572a18370820′]

Oggi come oggi, si sa, la parola microtransazioni è capace di generare i tumulti più aspri nel pubblico dei giocatori. Proprio per questa ragione, qualsiasi publisher, soprattutto alla luce di quanto successo con Star Wars: Battlefront II, sa di avventurarsi in un vero e proprio campo minato quando decide di inserire uno shop in game nel proprio titolo. Sotto questo aspetto, Ubisoft si è dimostrata lungimirante. La società francese, infatti, aveva già annunciato in precedenza la presenza di microtransazioni all’interno di Far Cry 5, precisando, però, che non ci sarebbero state le loot box. Nello shop in game, infatti, sarebbero stati acquistabili degli oggetti sia cosmetici che non, ma la valuta virtuale necessaria è reperibile anche semplicemente giocando ed esplorando la vasta mappa di gioco.

Il produttore esecutivo Dan Hay ha sottolineato, in un’intervista concessa a Gamespot, che il gioco sarà generoso in ciò che offrirà. Tuttavia, qualora il giocatore volesse accelerare i tuoi progressi spendendo “soldi veri“, gli sarà consentita anche questa opzione.

“Abbiamo impostato il gioco [in questo modo] per essere generosi. Abbiamo impostato il gioco in modo che … nulla sia difficile da sbloccare. Il giocatore potrà anche esplorare, ed il gioco lo ricompenserà per la sua esplorazione.”

Di seguito, Ubisoft ha rilasciato una dichiarazione completa sulle microtransazioni di Far Cry 5, affermando che permetteranno ai giocatori di accelerare i loro progressi nel gioco. Resta da capire esattamente come funzionerà il tutto, ma è possibile ottenere quando indizio guardando un altro recente gioco Ubisoft: Assassin’s Creed Origins. L’ultimo capitolo della saga di Assassin’s Creed, infatti, offre dei “Time Saver Pack“, che includono oggetti o pacchetti di valuta in-game, che potranno essere spesi per accelerare i progressi. Si tratta di pacchetti totalmente opzionali, che possono essere sbloccati anche attraverso il normale gameplay. È possibile che Far Cry 5 offra qualcosa di simile.

Le microtransazioni di Far Cry 5 saranno disponibili per le modalità giocatore singolo e co-op, ed apparentemente anche per il multiplayer competitivo. Sotto questo aspetto, probabilmente i giocatori saranno felici di sapere che tutti gli oggetti di Far Cry 5 acquistabili con le microtransazioni saranno solo cosmetici, e non influenzeranno il gameplay.

Una campagna single player giocabile offline

far cry 5
Hype a livelli altissimi.

Nel prosieguo dell’intervista, Ubisoft ha confermato che la campagna di Far Cry 5 sarà completamente giocabile offline. Ovviamente, se l’utente desidererà giocare in cooperativa, oppure se sarà interessato a controllare gli elementi online del gioco, avrà bisogno di una connessione internet. Nonostante giocare offline alla campagna principale di un videogame possa ai più sembra una cosa scontata, non tutti i videogame consentono di farlo. Volendo fare un esempio, Destiny 2, l’ultimo gioco di Bungie, richiede una connessione Internet costante, anche quando si gioca in modalità single player. L’impressione è che, nei prossimi giorni, Dan Hay svelerà altri dettagli sul gioco, tra cui anche qualche informazione su Joseph Seed, il carismatico e spietato villain di Far Cry 5.

Ricordiamo ai nostri lettori che Far Cry 5 uscirà il prossimo 27 Marzo per Playstation 4, Xbox One e PC.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito. Se desiderate approfondire il gioco, cliccate il nostro articolo sui contenuti del Season Pass di Far Cry 5, che porterà i giocatori in luoghi “esotici” come Marte, e ad esplorare conflitti come la Guerra in Vietnam.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Riassunto del Q&A con gli sviluppatori di WoW-Battle for Azeroth

Riassunto del Q&A con gli sviluppatori di WoW-Battle for Azeroth

Syberia copertina

Syberia – L’avventura di Kate Walker