Youtuber di 12 anni subisce swatting dopo una diretta

swatting
Uno youtuber di 12 anni ha subito swatting


Verso la fine del 2017, vi abbiamo parlato di un caso di swatting che ha provocato una vittima innocente. Oggi torniamo a parlare di questo fenomeno, fortunatamente nessuno si è fatto male, ma la vittima di questo scherzo pericoloso e di cattivo gusto è un ragazzino di 12 anni che gioca abitualmente a Fortnite facendo anche dirette streaming su Youtube.


Il mondo dello streaming su Twitch e YouTube è in grado di mostrare il meglio e il peggio della community formata da videogiocatori. Kotaku ci rende noto uno spiacevole evento accaduto a un ragazzino di 12 anni che si è visto entrare in casa la SWAT a causa di uno scherzo davvero imbecille.

Il protagonista della vicenda è Peter “Ranchers Rolly” Varady, un ragazzo di soli 12 anni che fa abitualmente video e dirette su YouTube da circa un anno e, nonostante questo, aveva solo 1.000 iscritti sul suo canale.

Tutto è cambiato lo scorso fine settimana quando, durante una delle sue dirette live su Fortnite, Varady è stato accoppiato per caso con il popolare youtuber Cizzorz con il quale ha giocato alcuni match in formato duo.

Dopo un po’ di tempo passato a giocare, Cizzorz, che conta più di 800.000 iscritti sul suo canale, ha incoraggiato la sua community di fan a unirsi alla diretta di Varady e a iscriversi al suo canale. Varady in poco tempo ha visto crescere il numero di spettatori e di iscritti al suo canale Youtube. Il ragazzino era molto entusiasta e ha ringraziato vivamente Cizzorz per il suo bel gesto.

In sole 24 ore, però, le cose sono cambiate. Il ragazzino di 12 anni ha assaporato il lato amaro di YouTube quando ha ricevuto uno swatting, causato da una chiamata al 911 che denunciava il suicidio di Varady e di sua madre, ovviamente mai avvenuto.

Dopo aver ricevuto l’attacco della SWAT, senza conseguenze alla sua salute fisica, Varady è rimasto shockato ed è scoppiato a piangere, mostrandosi davvero sorpreso dal fatto che qualcuno potesse fare qualcosa del genere e deciso a chiudere il canale.

La colpa non è assolutamente da attribuire a Cizzorz che aveva fatto tutto in buona fede, ma su 800.000 iscritti qualche idiota doveva saltar fuori. Dopo aver sentito cosa fosse successo, Cizzorz ha pubblicato un messaggio su Twitter in cui si mostra dispiaciuto e arrabbiato per l’accaduto, con la speranza che la persona che aveva fatto questo scherzo a un bambino di 12 anni venisse preso e sbattuto in prigione.


Per fortuna, dopo alcune ore, Varady si è ripreso nonostante abbia detto chiaramente che quello fosse stato il momento peggiore della sua vita. Nella sua ultima diretta dal vivo, Varady ha detto che continuerà a gestire il suo canale, senza preoccuparsi dei gesti di altri idioti.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

naughty dog

Il prossimo gioco di Naughty Dog potrebbe essere in prima persona

Dungeons and Dragons nella Toy Hall of Fame