Durante la conferenza E3 di Bethesda è stato annunciato Deathloop, una nuova IP realizzata da Arkane Studios, software house francese nota per aver realizzato i due capitoli di Dishonored, il reboot di Prey e moltissimi altri giochi con un level design praticamente indimenticabile.

Il nuovo titolo appena annunciato manterrà, almeno secondo quanto dichiarato, il gameplay tipico dei videogiochi Arkane (ovvero un immersive sim?) e lo unirà ad un comparto narrativo abbastanza pazzo che sembra uscito da un libro di fantascienza.

Morire e rinascere nel Deathloop?

Deathloop sembra narrare l’eterna lotta tra due personaggi, destinati ad ammazzarsi e a rinascere in continuazione. Entrambi questi personaggi sembrano essere dotati di un qualche tipo di superpotere, tra cui la possibiltà di teletrasportarsi o la possibilità di utilizzare poteri di tipo telecinetico.

L’art design del titolo, nello specifico, sembra richiamare l’art decò ella stazione spaziale Talos One di Prey, aggiungendo un sacco di fantascienza più classicheggiante tra navi spaziali, armi e architettura in generale. Il titolo non ha ancora una data d’uscita, ne delle console di riferimento. L’isola di Black Reef, luogo dove è ambientato il titolo, è privo del normale scorrere del tempo ed è perfettamente in grado di mandare chi ci vive in una spirale di follia senza apparente fine.

Arkane Studios di nuovo a lavoro su di un Immersive Sim?

Arkane Lyon, la software house dietro il progetto Deathloop, è al giorno d’oggi conosciuta per aver messo in piedi una mezza dozzina di videogiochi in prima persona caratterizzati da un elevatissima libertà d’azione e da una altrettanto elevata libertà di movimento, all’interno di livello liberamente esplorabili con un segreto dietro ogni angolo. L’isola solitaria di Black Reef, caratterizzata dalla fantascientifica struttura mostrata nel trailer, sembra essere al centro di una qualche stranezza temporale che costringe i suoi abitanti a rivivere quotidianamente i giorni che passano, senza nemmeno la possibilità di morire in santa pace e conservando ogni volta i ricordi del gioco precedente.

Questa distorsione temporale sembra però essere affine alle motivazioni che spingono Julianna alla sopravvivenza. Lei, una dei due protagonisti del titolo, è determinata a difendere il ripetersi incessante dei giorni difendendosi in modo praticamente quotidiano da Colt, altro personaggio presentato nel trailer che rappresenta la volontà di spezzare la ricorsione a suon di proiettili in testa.

Il comparto narrativo è fin da subito piuttosto interessante, presentando un concept che gioca con i viaggi nel tempo e prende l’ambientazione fantascientifica di lato per accompagnare un confronto reiterato tra due personaggi almeno visivamente ben caratterizzati, complice un character design di qualità. Durante  il discorso post trailer, Arkane stessa ha dichiarato di essere a lavoro su di un videogioco con il loro tipico gameplay, ovvero un qualche tipo di videogioco in prima persona dotato di un level design degno di tal nome ove le possibiltà di azioni sono moltissime.

Il trailer ha mostrato anche dei superpoteri di natura fantascientifico/soprannaturale in dotazione ai due nostri baldi personaggi; questi, uniti alle armi da fuoco, imbracciate con grande abilità costituiranno il fulcro del gameplay del titolo e ci regaleranno un gameplay piuttosto stiloso come siamo stati praticamente sempre abituati dalla software house francese.

C’è spazio per il multiplayer in Deathloop? Probabilmente no, almeno secondo quanto è stato dichiarato dagli sviluppatori stessi. Il titolo ruoterà intorno al suo comparto narrativo, come perfettamente dimostrato dal trailer e potrebbe non avere alcuna modalità multigiocatore nonostante l’impostazione potrebbe richiamare una qualche modalità 1 vs 1 dai tratti competitivi.

Al momento non sappiamo se il titolo sarà composto da due campagne parallele, se sarà possibile switchare il proprio personaggio al volo o se ci troviamo davanti ad un titolo lineare, con una narrativa che vola verso una direzione ben precisa. Non si sanno nemmeno le console su cui il titolo verrà rilasciato, ne l’eventuale data di rilascio.

Deathloop è stato uno degli annunci più importanti dell’E3 2019 di Bethesda ed è stato accompagnato da un sacco di informazioni interessanti: ad esempio Fallout 76 potrebbe diventare un titolo di tutto rispetto con tutti gli aggiornamenti che la compagnia  sta realizzando, senza voler mettere in mezzo il ritorno di Commander Keen in forma gioco free to play per telefoni cellulari.

 

5/5 (4)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!