Wolfenstein Youngblood, tutti i dettagli dell’E3 2019

wolfenstein youngblood screenshot


Durante la conferenza Bethesda dell’E3 2019, la compagnia ha chiamato sul palco il main game designer di Machine Games per annunciare al mondo l’arrivo di Wolfenstein Youngblood, il nuovo capitolo della serie di sparatutto in prima persona ammazza-nazisti per eccellenza.

Il titolo è previsto su PC, PS4 e Xbox One e Nintendo Switch per il 26 Luglio 2019.

Wolfenstein Youngblood

Il trailer mostrato da Bethesda ha permesso al pubblico di dare un ulteriore sguardo alla coppia di protagonisti di Wolfenstein: Youngblood, con nuove armi, nuove ambientazioni e un ritmo di gioco super forsennato. Il titolo si impegnerà a portare ai giocatori una modalità cooperativa mai sperimentata prima all’interno del brand.
Secondo quanto dichiarato da ID, questo sarà il più grande capitolo in assoluto tra quelli legati al brand di Wolfenstein.

La sinossi ufficiale del titolo recita le seguenti parole:

“Wolfenstein: Youngblood è un nuovo gioco cooperativo annunciato durante il Bethesda BE3 2019. Il titolo è ambientato nel 1980, ovvero 19 anni dopo la seconda rivoluzione americana scatenata da B.J. Blazkowicz durante Wolfenstein II: The New Colossus. Wolfenstein: Youngblood metterà il giocatore al comando della seconda generazione di Blazkowicz, ancora una volta contro tutti i nazisti del mondo.


In Wolfenstein: Youngblood sarà possibile impersonare Jess o Soph Blazkowicz, figlie gemelle del protagonista dei precedenti giochi della saga. Entrambe si metteranno presto alla ricerca del padre, scomparso improvvisamente all’interno di una Parigi ancora occupata dai Nazisti. Nonostante i venti anni passati da quando B.J Blazowicz ha messo insieme una incredibile cellula di resistenza e ha dato inizio alla seconda rivoluzione americana, la battaglia non sembra ancora essere finita.

Toccherà alle figlie di B.J Blazkowicz ritrovare il padre e annientare, nuovamente, la minaccia nazista; all’interno di una parigi incredibilmente bella e incredibilmente lontana da quella che oggi conosciamo.

Durante la conferenza Bethesda l’azienda ha presentato anche giochi di un certo calibro come il nuovo titolo di Arkane Studios chiamato Deathloop ed ha mostrato il nuovo progetto di Shinji Mikami, Ghostwire Tokyo

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

ghostwire tokyo e3 logo

Ghostwire Tokyo, il nuovo titolo di Shinji Mikami

fallout 76

Fallout 76, arriva l’aggiornamento Wastelanders e la modalità Battle Royale