Annunciato Divinity: Fallen Heroes dai Larian Studios

Divinity Fallen Heroes


A sorpresa, sta arrivando con un annuncio in diretta il nuovo capitolo della storica saga di RPG Divinity. Andiamo a scoprire insieme come e perché salveremo Rivellon stavolta!

 

Ecco il trailer del nuovo capitolo di Divinity!

 

https://www.facebook.com/LarianStudios/videos/377670722824602/

 

Il nuovo capitolo, Fallen Heroes, sarà un seguito diretto di Divinity Original Sin 2 e prenderà parte dopo gli eventi del finale. Impersoneremo un nuovo membro delle armata di Lucian, con l’obiettivo di catturare Malady e la sua banda di Maghi della Sorgente.

Torneranno moltissimi volti noti, sia tra le file dei nemici che tra i ranghi alleati, ed avremo la possibilità di influenzare il corso della storia tramite le nostre decisioni e soprattutto il nostro atteggiamento nei confronti dei personaggi più cruciali della trama di Divinity Original Sin 2.

A quanto pare Fallen Heroes sarà un po’ diverso dal suo precedente capitolo: infatti sarà molto più simile ad un RPG Tattico che ad un C-RPG, con missioni ad istanze ed unità da aggiornare, allenare e reclutare. Il sistema di combattimento sembra però esser rimasto immutabile, con l’enorme complessità e piena libertà d’azione che ha caratterizzato gli scorsi capitoli.

 

Divinity Fallen Heroes truppe

 

Il fulcro più importante di tutto il gioco  sarà il comando di una ciurma di marinai e di una nave, la Lady Vengence già presente in Divinity Original Sin 2. Viaggiando con la Lady Vengence, infatti, potremo reclutare non solo vecchi e nuovi volti, ma anche potenziare il nostro esercito con vari bonus, equipaggiamenti ed abilità completamente nuovi.

È anche aumentato il limite massimo di personaggi nel nostro party, da 4 a 6. Potremo portare con noi un eroe, inclusi vecchie amicizie come The Red Emperor o Fane, accompagnate poi da alcune truppe regolari.

Sarà possibile anche reclutare altri eroi e veterani direttamente sul campo di battaglia, ma ci sarà anche il rischio di vederli morire per sempre col nuovo sistema di Permadeath, che ricorda un po’ il franchise di Fire Emblem.

 

Divinity Fallen Heroes scontro

 

Ci sarà inoltre un nuovo engine fisico, che elaborerà ancor più dettagliatamente le collisioni, le esplosioni e gli impatti, permettendo ad esempio di far cadere i nemici in baratri, trappole ed ostacoli ambientali molto più facilmente.

Il tutto sarà accompagnato dalla classica modalità cooperativa multigiocatore, in cui ci si alternerà nel controllo delle unità e degli eroi.

Divinity Fallen Heroes non ha ancora una data di uscita, ma sarà giocabile liberamente al PAX East. Per ora è prevista unicamente una versione per PC, ma Larian potrebbe avere in serbo anche dei futuri porting per console.

Restate connessi per ulteriori aggiornamenti.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Riccardo Liberati

Classe 1997, cresciuto immerso dai libri, cartoni e videogiochi, ho sempre desiderato e provato fin dalla tenera età a creare storie fantasiose che rendessero un po' più brillante la mia vita monotona.

Ho trascorso l'infanzia in solitaria, giocando a quanti più titoli possibili, spaziando dai vecchi J-RPG di Square Enix fino ai più violenti sparatutto su PC, non disdegnando nel frattempo RTS, platform e giochi di corse automobilistiche.

Alle superiori riesco finalmente ad aprirmi e a trovare dei compagni con i miei stessi gusti e sogni, e capisco che non amo tanto i videogiochi, quanto la cultura ed i messaggi dietro di essi, gli stessi che ho sempre trovato nei libri, film e qualsiasi altro tipo di medium artistico.

Inizio a lottare per questo concetto scrivendo all'impazzata ed accrescendo la mia cultura ancor di più, sia attraverso la scuola che attraverso gli incontri e le persone d'ogni giorno. Questo bel sogno finisce con l'arrivo all'università, periodo peggio di qualsiasi film horror che abbia mai visto e che mi costringe a mollare tutto e rifugiarmi nella mia Fortezza della Solitudine per tre anni, perdendo interesse e linfa vitale per qualsiasi cosa.

Nel frattempo ho lavorato in numerosi settori, dall'aiuto vendita al libraio al tutor privato, e nel 2018 inizio a scrivere per Player.it, il mio primo incarico ufficiale come giornalista videoludico e che mi ha formato moltissimo sia nell'ambito dei videogiochi che in quello della scrittura basilare.

Oggi ho ripreso a studiare grazie alla scelta repentina ed irrazionale di iscrivermi alla Scuola Holden di Torino, luogo da cui vi scrivo, abbandonando casa per la prima volta ed il luogo natale di ogni mio piccolo successo e grande fallimento. La mia speranza? Quella di poter riuscire a trovare una strada ben delineata, facendo quello che mi piace fare senza dovermi sottomettere a nessuno

Wolfenstein Youngblood una data d'uscita nel nuovo trailer

Wolfenstein: Youngblood una data d’uscita nel nuovo trailer

Lamentum, in arrivo un indie ispirato alla letteratura horror ottocentesca

Lamentum, in arrivo un nuovo incubo in pixel art per cui andrete pazzi