Elden: Path to the Forgotten, è un action in pixel art che attinge dai racconti di H.P. Lovecraft. Sviluppato da Onerat Games, verrà pubblicato dall’editore Another Indie nel 2019 su Nintendo Switch, PlayStation 4, Xbox One e PC.

Lovecraft ha sempre avuto un grande impatto sul mondo dei videogiochi e il panorama indie sembra voler esplorare in modo particolare la paura primordiale dell’uomo, l’ignoto. Abbiamo parlato spesso su Player.it di titoli di stampo lovecraftiano: due esempi sono Call of Cthulhu e Conarium. Oggi, la nostra attenzione si sposta sull’annuncio di un action in pixel art davvero molto interessante.

Elden: Path of the Forgotten è in fase di sviluppo dalla fine del 2015 da un singolo sviluppatore che ha anche fondato Onerat Games. Si tratta di un gioco horror con ambientazione medievale incentrato sullo storytelling, attraverso metodi non tradizionali con particolare attenzione alla narrazione ambientale.

Elden: battaglie in compagnia di Lovecraft

Il publisher ha rilasciato anche alcune informazioni sul tipo di gameplay che ci troveremo di fronte giocando a Elden.

Il nostro scopo primario sarà esplorare un mondo oscuro affascinante e coinvolgente, formato da terre che hanno tantissimo da raccontare, anche se molte di queste storie saranno terrificanti e non sempre di facile lettura.
Il giocatore dovrà affrontare battaglie epiche contro nemici e boss che provengono dagli orrori immaginati dallo scrittore americano.

Dal punto di vista ludico, Elden è più profondo di quanto ci si possa aspettare da un titolo che fa dello storytelling il suo punto di forza. Sarà possibile sperimentare e affrontare le battaglie cambiando stile di combattimento, in base alla situazione, grazie a un’ampia varietà di armi uniche e potenti incantesimi.
Da rimarcare poi la presenza di un’immancabile colonna sonora minimalista per immergere ancor di più il giocatore negli orrori di Elden.

Elden: Path to the Forgotten sarà giocabile al PAX East. Vi lasciamo con alcuni screenshots del gioco e il trailer.

 

4.17/5 (6)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!