Keynote Apple | Apple Arcade, nulla di nuovo per il mondo del gaming

Apple Arcade presentazione


Dopo il sensazionale annuncio di Google Stadia la scorsa settimana ai GDC 2019, oggi è stata la volta di Apple a presentare il suo personalissimo servizio di gaming a pagamento.

Ecco a voi dunque Apple Arcade! Andiamo a vedere insieme tutti i dettagli e se avrà modo di innovare il mondo del gaming

La rivoluzione del mobile gaming?

 

Screenshot dal trailer di annuncio di Apple Arcade

 

Apple sta sviluppando un nuovo sistema di streaming chiamato Apple Arcade, il primo servizio di abbonamento per giochi mobile. Si concentrerà sui prodotti premium dell’Apple Store per dare l’opportunità a tutti gli utenti Apple di provare queste perle per smartphone senza pagarne il prezzo pieno.

Nel trailer d’annuncio per Apple Arcade compaiono numerosi sviluppatori mobile che descrivono l’opportunità di Arcade come una nuova fonte d’ispirazione per poter creare qualcosa di diverso dall’industria videoludica attuale. Fa la sua apparizione anche Hironobo Sakaguchi, creatore della saga dei Final Fantasy, che annuncia la sua collaborazione con Apple con lo sviluppo di un nuovo titolo.

 

Apple Arcade primo gioco rilasciato

 

Con una singola iscrizione si avrà accesso ad oltre 100 titoli esclusivi per Apple Arcade. Sarà una nuova area dell’Apple Store, e permetterà di scaricare i giochi in qualsiasi momento e su qualsiasi piattaforma Apple, e saranno accessibili in tempo reale da ogni dispositivo.

Tutti i giochi saranno giocabili offline, per permettere anche chi non ha perenne accesso ad una connessione internet di giocarci. Inoltre non ci sarà alcun tipo di microtransazione o pubblicità aggiuntiva.

Come sempre, Apple è molto attenta alla privacy dei propri utenti. Per questo motivo, Apple Arcade non di raccoglierà alcun tipo di dati o informazioni aggiuntive sul conto degli utenti. Un ulteriore trailer finale ha presentato alcune delle esclusive più importanti dell’Apple Arcade.

Sarà disponibile entro l’Autunno 2019 in oltre 100 paesi del mondo. Informazioni sul prezzo arriveranno in futuro. Rimanete connessi per ulteriori aggiornamenti.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Riccardo Liberati

Classe 1997, cresciuto immerso dai libri, cartoni e videogiochi, ho sempre desiderato e provato fin dalla tenera età a creare storie fantasiose che rendessero un po' più brillante la mia vita monotona.

Ho trascorso l'infanzia in solitaria, giocando a quanti più titoli possibili, spaziando dai vecchi J-RPG di Square Enix fino ai più violenti sparatutto su PC, non disdegnando nel frattempo RTS, platform e giochi di corse automobilistiche.

Alle superiori riesco finalmente ad aprirmi e a trovare dei compagni con i miei stessi gusti e sogni, e capisco che non amo tanto i videogiochi, quanto la cultura ed i messaggi dietro di essi, gli stessi che ho sempre trovato nei libri, film e qualsiasi altro tipo di medium artistico.

Inizio a lottare per questo concetto scrivendo all'impazzata ed accrescendo la mia cultura ancor di più, sia attraverso la scuola che attraverso gli incontri e le persone d'ogni giorno. Questo bel sogno finisce con l'arrivo all'università, periodo peggio di qualsiasi film horror che abbia mai visto e che mi costringe a mollare tutto e rifugiarmi nella mia Fortezza della Solitudine per tre anni, perdendo interesse e linfa vitale per qualsiasi cosa.

Nel frattempo ho lavorato in numerosi settori, dall'aiuto vendita al libraio al tutor privato, e nel 2018 inizio a scrivere per Player.it, il mio primo incarico ufficiale come giornalista videoludico e che mi ha formato moltissimo sia nell'ambito dei videogiochi che in quello della scrittura basilare.

Oggi ho ripreso a studiare grazie alla scelta repentina ed irrazionale di iscrivermi alla Scuola Holden di Torino, luogo da cui vi scrivo, abbandonando casa per la prima volta ed il luogo natale di ogni mio piccolo successo e grande fallimento. La mia speranza? Quella di poter riuscire a trovare una strada ben delineata, facendo quello che mi piace fare senza dovermi sottomettere a nessuno

the elder scrolls bethesda anniversario morrowind

Bethesda festeggia i 25 anni di The Elder Scrolls

Annunciato-Il-Signore-degli-Anelli-Gollum

Annunciato Il Signore degli Anelli – Gollum