Snapchat sta per lanciare la sua piattaforma di gaming

Logo di Snapchat


Non è neanche passato un giorno dall’annuncio della rivoluzionaria piattaforma di Google Stadia che già un nuovo competitor si affaccia alla scena del gaming. No, non è la Disney, bensì Snapchat.

Una strategia partita molto tempo fa

 

Fotografia di un giocatore di Arena of Valor

 

A quanto pare le intenzioni di Snapchat sono molto chiare: sta per lanciare la propria piattaforma che permetterà agli utenti di giocare a titoli esclusivi all’interno del social network.

La notizia verrà ufficializzata al primo summit di ricerca e sviluppo dell’applicazione, che si terrà a Los Angeles il 4 Aprile. Il nome del progetto è “Cognac“, e lo slogan che lo supporta “Less Talk. More Play”.

L’interesse di Snapchat nei confronti del medium videoludico non è assolutamente nuovo. L’anno scorso la compagnia ha infatti acquistato un piccolo studio di sviluppo australiano chiamato Pettygreat, al cui interno lavorano persone che erano dietro alle primissime hit per smartphone come Fruit Ninja e Jetpack Joyride

Altro acquisto molto interessante da parte di Snapchat è stato quello di un engine per web games denominato PlayCanvas. Oltre a ciò, nel social network sono già disponibili alcuni videogiochi in realtà aumentata con cui gli utenti possono intrattenersi tra una foto e l’altra.

 

 

Come se non bastasse, Tencent ha già acquistato circa il 10% delle azioni di Snapchat, e questo significa probabili investimenti cinesi qualora la compagnia decidesse di promuovere questa new entry nel mondo dei videogiochi.

Sebbene in Italia Snapchat non sia particolarmente popolare, all’estero sta diventato uno dei social network più usati di sempre, specialmente tra giovani e giovanissimi. Proprio per questo la compagnia vorrebbe avvicinarsi anche ai videogiocatori.

Secondo un sondaggio della stessa azienda, il 58% degli utenti di Snapchat gioca regolarmente col proprio smartphone, mentre un buon 40% dell’utenza preferisce le console. Lo sviluppo di una vera e propria piattaforma di gamig, con developers esterni che sviluppino videogiochi esclusivi, potrebbe fruttare moltissimo a Snapchat.

Aspettiamo dunque il 4 Aprile per maggiori novità. Restate con noi per saperne di più.

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Riccardo Liberati

Classe 1997, cresciuto immerso dai libri, cartoni e videogiochi, ho sempre desiderato e provato fin dalla tenera età a creare storie fantasiose che rendessero un po' più brillante la mia vita monotona.

Ho trascorso l'infanzia in solitaria, giocando a quanti più titoli possibili, spaziando dai vecchi J-RPG di Square Enix fino ai più violenti sparatutto su PC, non disdegnando nel frattempo RTS, platform e giochi di corse automobilistiche.

Alle superiori riesco finalmente ad aprirmi e a trovare dei compagni con i miei stessi gusti e sogni, e capisco che non amo tanto i videogiochi, quanto la cultura ed i messaggi dietro di essi, gli stessi che ho sempre trovato nei libri, film e qualsiasi altro tipo di medium artistico.

Inizio a lottare per questo concetto scrivendo all'impazzata ed accrescendo la mia cultura ancor di più, sia attraverso la scuola che attraverso gli incontri e le persone d'ogni giorno. Questo bel sogno finisce con l'arrivo all'università, periodo peggio di qualsiasi film horror che abbia mai visto e che mi costringe a mollare tutto e rifugiarmi nella mia Fortezza della Solitudine per tre anni, perdendo interesse e linfa vitale per qualsiasi cosa.

Nel frattempo ho lavorato in numerosi settori, dall'aiuto vendita al libraio al tutor privato, e nel 2018 inizio a scrivere per Player.it, il mio primo incarico ufficiale come giornalista videoludico e che mi ha formato moltissimo sia nell'ambito dei videogiochi che in quello della scrittura basilare.

Oggi ho ripreso a studiare grazie alla scelta repentina ed irrazionale di iscrivermi alla Scuola Holden di Torino, luogo da cui vi scrivo, abbandonando casa per la prima volta ed il luogo natale di ogni mio piccolo successo e grande fallimento. La mia speranza? Quella di poter riuscire a trovare una strada ben delineata, facendo quello che mi piace fare senza dovermi sottomettere a nessuno

Cadence Of Hyrule

Arriva un nuovo The Legend Of Zelda dai creatori di Crypt Of The Necrodancer

Screenshot da Heavy Rain che raffigura uno dei protagonisti venir attaccato da un criminale

[ AGGIORNATA ] Annunciati i porting per PC dei titoli di Quantic Dream