Annunciato Solar Ash Kingdom, il nuovo gioco dei creatori di Hyper Light Drifter

Screenshot dal trailer d'annuncio di Solar Ash Kingdom, il nuovo gioco dai creatori di Hyper Light Drifter

Nel 2016, i ragazzi di Heart Machine rilasciarono forse uno dei campioni più rappresentativi della bellezza e della genialità dei titoli indie, quell’Hyper Light Drifter che riuscì contro ogni aspettativa da generare così tanto hype e consensi da diventare in breve tempo uno dei videogiochi più rappresentativi di questa generazione e modalità di sviluppo.

Dopo 3 anni di silenzio da parte degli sviluppatori, ecco sbucare dal nulla il loro nuovo incredibile progetto: Solar Ash Kingdom 

 

Dalla Pixel Art 2D al Cel-Shading 3D

 

 

Il trailer si apre subito con una sequenza di paesaggi parecchio suggestivi ed onirici che sembrano rappresentare un mondo in rovina. La seconda parte è invece dedicata all’introduzione del probabile protagonista del gioco, una figura spettrale capace di sfrecciare sulle nuvole e sulla terra che si prepara ad assestare un colpo fatale su di una mostruosità gigantesca.

L’estetica parecchio colorata e decadente ci fa subito tornare in mente quella sorta di mondo post-apocalittico diHyper Light Drifter, con l’unica differenza che stavolta il gioco sembra aver compiuto il salto verso al terza dimensione.

Una breve riga descrive Solar Ash Kingdom come “il follow-up di Hyper Light Drifter“. Una semplice descrizione per il nuovo progetto o forse un indizio che può suggerire un vero e proprio seguito alle laconiche vicende del precedente capitolo?

 

Screenshot dal trailer d'annuncio di Solar Ash Kingdom, il nuovo gioco dai creatori di Hyper Light Drifter

 

Il breve trailer di un minuto ci offre poche informazioni sul gioco in sé, ma molte altre sulla produzione del gioco: stavolta il titolo di Heart Machine è pubblicato da Annapurna Interactive, che ha in cantiere parecchi giochi indie da pubblicare nel 2019.

Altra importante collaborazione è quella con l’Epic Games Store, il cui logo compare nei secondi finale del trailer. Solar Ash Kingdom sarà dunque un’esclusiva del nuovo competitor di Steam, seguendo il trend abbracciato da molti altri sviluppatori indipendenti?

Per ora questo è tutto ciò che ci è dato sapere. Non è stata ancora rivelata una data di uscita, ma potrebbe venir confermata nei prossimi giorni in occasione del PAX East, la conferenza dedicata al panorama dei videogiochi indie prevista per il 28 Marzo e che già sembra covare qualche annuncio parecchio importante.

Rimanete sintonizzati per ulteriori aggiornamenti.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Riccardo Liberati

Classe 1997, cresciuto immerso dai libri, cartoni e videogiochi, ho sempre desiderato e provato fin dalla tenera età a creare storie fantasiose che rendessero un po' più brillante la mia vita monotona.

Ho trascorso l'infanzia in solitaria, giocando a quanti più titoli possibili, spaziando dai vecchi J-RPG di Square Enix fino ai più violenti sparatutto su PC, non disdegnando nel frattempo RTS, platform e giochi di corse automobilistiche.

Alle superiori riesco finalmente ad aprirmi e a trovare dei compagni con i miei stessi gusti e sogni, e capisco che non amo tanto i videogiochi, quanto la cultura ed i messaggi dietro di essi, gli stessi che ho sempre trovato nei libri, film e qualsiasi altro tipo di medium artistico.

Inizio a lottare per questo concetto scrivendo all'impazzata ed accrescendo la mia cultura ancor di più, sia attraverso la scuola che attraverso gli incontri e le persone d'ogni giorno. Questo bel sogno finisce con l'arrivo all'università, periodo peggio di qualsiasi film horror che abbia mai visto e che mi costringe a mollare tutto e rifugiarmi nella mia Fortezza della Solitudine per tre anni, perdendo interesse e linfa vitale per qualsiasi cosa.

Nel frattempo ho lavorato in numerosi settori, dall'aiuto vendita al libraio al tutor privato, e nel 2018 inizio a scrivere per Player.it, il mio primo incarico ufficiale come giornalista videoludico e che mi ha formato moltissimo sia nell'ambito dei videogiochi che in quello della scrittura basilare.

Oggi ho ripreso a studiare grazie alla scelta repentina ed irrazionale di iscrivermi alla Scuola Holden di Torino, luogo da cui vi scrivo, abbandonando casa per la prima volta ed il luogo natale di ogni mio piccolo successo e grande fallimento. La mia speranza? Quella di poter riuscire a trovare una strada ben delineata, facendo quello che mi piace fare senza dovermi sottomettere a nessuno

virtuaverse

Virtuaverse, l’avventura grafica Cyberpunk ha il suo trailer

Sony interessata ad acquisire take two

[Rumor] Sony interessata ad acquistare Take-Two secondo alcune voci