Square Enix ha rilasciato tre titoli importanti negli ultimi mesi del 2018: Dragon Quest XI, Shadow of the Tomb Raider e Just Cause 4. Mentre Dragon Quest XI sembra aver riscosso successo in tutto il mondo, non si può dire lo stesso degli altri due titoli: Just Cause 4 e Shadow of the Tomb Raider non hanno soddisfatto le aspettative dell’azienda, collezionando vendite davvero molto scarse.

Durante una sessione Q&A con gli investitori, il presidente di Square Enix, Yosuke Matsuda, ha ammesso che entrambi i giochi hanno registrato vendite più deboli delle attese, attribuendo a questi ultimi la mancanza di “novità”.

Pensiamo che la ragione principale è che non siamo stati in grado di fornire un’esperienza che fosse abbastanza nuova da permettere ai giocatori di scegliere di comprarli prima di un qualsiasi altro gioco, tra tutti quelli presenti nel panorama videoludico.

Matsuda, dunque, non cerca alibi, ma accetta il verdetto del pubblico facendo mea culpa. Detto questo, Matsuda considera comunque soddisfacenti le vendite totali di Shadow of the Tomb Raider, rimarcando che quelle iniziali fossero al di sotto delle aspettative, e si considera ancora ottimista sul recupero di Just Cause 4, che può essere aggiornato e ampliato con nuovi contenuti in futuro per cercare di attirare i giocatori.

Shadow of the Tomb Raider ha avuto un inizio debole, avevamo venduto un totale di 4,12 milioni di unità alla fine del terzo trimestre, e cerchiamo di incrementare ulteriormente le vendite entro il 2020. Le vendite iniziali di Just Cause 4 sono state inferiori alle nostre aspettative, ma intendiamo aumentare le vendite nel primo trimestre del prossimo anno offrendo aggiornamenti e altre iniziative. Pertanto, qualsiasi impatto negativo sul raggiungimento del nostro obiettivo a medio termine dovrebbe essere limitato.

Anche noi di Player.it abbiamo recensito questi due giochi e qui di seguito potete trovare le nostre opinioni in merito. Come potrete vedere, anche semplicemente dai voti, siamo rimasti soddisfatti da Shadow of the Tomb Raider, mentre siamo rimasti delusi dall’esperienza di gioco offerta da Just Cause 4.

Recensione Shadow of the Tomb RaiderCi troviamo in difficoltà a trovare dei contro da inserire in questa recensione. L’unico appunto che possiamo fare è che, forse, delle vere e proprie innovazioni non le abbiamo viste rispetto ai titoli precedenti, ma questa considerazione impallidisce di fronte a tutti i pregi di questo titolo entusiasmante

Recensione Just Cause 4Just Cause 4 è un parco giochi esplosivo, ma rischia di far annoiare ben prima dell’orario di chiusura. La progressione di gioco è legata ancora alle meccaniche mutuate dalla serie più di dieci anni fa. Le attività che compongono le 20 ore di gioco sono divertenti, ma inserite in questo sistema non funzionano più.

E voi avete giocato questi due titoli? Siete rimasti soddisfatti? Ditecelo nei commenti.

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!