Da quando Sony ha annunciato di non avere intenzione di partecipare all’E3 del 2019 il mondo dei videogiochi ha iniziato a guardare con occhi diversi alla fiera.
Per moltissimi analisti, come abbiamo già sottolineato all’interno del nostro articolo, questa mossa di Sony ha come obbiettivo la creazione di una serie di nuovi eventi che fungano da contenitori monomarchio dove le varie software house possono mostrare i loro prodotti senza preoccuparsi di altro

Presupposto ciò, non stupisce la dichiarazione che Phil Spencer si è lasciato sfuggire durante un podcast: per Microsoft questo sarà il miglior E3 di sempre!

Che significa ciò?

Andiamo a scoprirlo insieme.

Phil Spencer crede nell’E3 2019 per Microsoft

Phil Spencer Microsoft

Durante una delle ultime puntate de podcast tenuto da Larry “Major Nelson” Hryb, il conduttore ha avuto l’occasione per intervistare Phil Spencer, vice presidente del reparto gaming di Microsoft.
L’intervista ha visto Major Nelson domandare a Spencer domande di praticamente qualsiasi argomento, dal titolo che in questo momento sta giocando uno dei pezzi grossi di Microsoft (spoiler: è Super Mario Odyssey, su Nintendo Switch) a cosa ci sia in pentola per i prossimi eventi marchiati Microsoft.

“Durante questo autunno, in seguito agli sviluppi che ci sono stati riguardo l’E3 2019, ci siamo riuniti numerose volte per decidere da linea d’azione da seguire per l’evento. Ci siamo chiesti molto a lungo sul come dovessimo comportarci, se creare un evento mastodontico o risparmiare denaro per fare altro; sai anche tu cosa vuol dire, no?” Alla fine abbiamo scelto di creare il nostro più grande evento e di trasformare questo E3 2019 nel migliore E3 di sempre per Microsoft. Amiamo la possibilità di essere vicini agli appassionati e di essere in un luogo dove tutta l’industria si riunisce per ispirarsi.”

Cosa può voler dire questo?
Secondo le dichiarazioni dello stesso Phil Spencer significa che nel corso dell’E3 2019 potremo assistere ad una versione più spettacolare degli anni passati, con degli equilibri completamente cambiati per quanto riguarda il presente e il futuro della società all’interno degli annunci che verranno fatti.

Spencer ha però detto anche che se avranno tutto lo spazio del mondo è possibile che l’E3 2019 sia pieno di annunci riguardanti anche il lato non console gaming di Xbox, ovvero annunci che potrebbero riguardare anche le community che vivono l’esperienza Microsoft attraverso il pc o lo smartphone. Secondo lo stesso Spencer le due tipologie di pubblico sono differenziate anche per tipologia di piani che Microsoft mette in piedi: i giocatori console sono l’immediato futuro di Microsoft, mentre quelli sparsi tra mobile e PC appartengono ad un futuro più remoto, entro i dieci anni di tempo.

Quest’ultima dichiarazione, potrebbe quasi nascondere quelli che sono i piani di Microsoft per il suo futuro lontano: streaming su dispositivi a basso costo, Pc gaming per gli enthusiast del settore e gaming mobile per tutti quelli interessati al proprio smartphone. 

Magari il mercato console, con l’arrivo della nuova Xbox Scarlet ancora privo di annuncio ufficiale presenterà al grande pubblico moltissime delle features che andranno ad essere le colonne strategiche dei prossimi anni del marketing di Microsoft.
A tal proposito chissà se gli annunci che l’azienda farà nel corso della fiera losangelina si baseranno proprio su tali settori?

Da Microsoft e Phil Spencer è tutto, restate con noi su Player.it per scoprire quale settore di Microsoft avrà la meglio sugli altri!.

5/5 (2)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!