HOME » news

In sviluppo un ulteriore titolo per Alien, sarà “uno sparatutto online di massa”

Un bassorilievo che raffigura gli Alien cacciare ed uccidere degli Ingegneri


L’annuncio di Alien: Blackout, il nuovo titolo della licenza Fox sviluppato per mobile, è stato certamente spiazzante per i fan dello Xenomorfo, che dopo Alien: Isolation si aspettavano qualcosa di più vicino al survival horror del 2014.

FoxNext Games è subito corsa ai ripari, rassicurando i fan che Alien: Blackout non è l’unico gioco di Alien sviluppato al momento. Cold Iron Studios sta infatti sviluppando un nuovo gioco pensato per PC e console, forse anche di nuova generazione.

Un gioco come Destiny ma ambientato nell’universo di Alien?

Screenshot del terribile e minaccioso Xenomorfo di Alien: Isolation

 

I rumors riguardo un nuovo gioco di Alien sono iniziati a circolare fin dall’anno scorso, ma solo a Novembre le acque hanno iniziato a smuoversi un poco. L’unica informazione ufficiale è stata l’ingaggio da parte di FoxNext Games di uno studio semi-sconosciuto formatosi nel 2015: Cold Iron, un gruppo di ex-sviluppatori capaci e provenienti da altri studi di sviluppo più noti

Subito dopo la fuga della notizia, il profilo Linkedin dei direttori e degli sviluppatori di Cold Iron Studios è stato preso d’assalto dai fan, curiosi di sapere chi stesse lavorando sul nuovo titolo di Alien. Il risultato? Lo studio è al lavoro su di un progetto per un gioco multiplayer di nuova generazione.

Durante la presentazione stampa di Alien: Blackout, FoxNext Games ha ammesso che Cold Iron sta effettivamente lavorando e producendo un nuovo videogioco di Alien, e che il progetto non ha nulla a che vedere con il titolo mobile. 

 

Screenshot di una sparatoria tra marines e Xenomorfi tratto da Alien: Colonial Marines.

 

Il concept per ora è quello di un gigantesco sparatutto con forti componenti online, non è chiaro se competitive o cooperative. Il titolo è in sviluppo per PC e console, ma non è stato specificato quali. Con molta probabilità al suo interno troveremo Amanda Ripley, protagonista di Alien: Isolation e del futuro Alien: Blackout.

La Fox ha infatti dimostrato di esser particolarmente interessata al personaggio di Amanda, e vuole renderla più iconica e popolare inserendola in numerosi altri progetti anche all’infuori del medium videoludico.

Di cosa potrebbe trattarsi questo nuovo gioco di Alien? Potrebbe essere una sorta di Action MMO, data l’enfasi sul multiplayer massivo? Oppure sarà un’esperienza cooperativa più simile a quella di un Borderlands, o anche dei precedenti titoli del franchise come Aliens VS Predator del 2010? 

Per ora possiamo solo speculare sulle poche informazioni certe che abbiamo. Continuate a seguirci per ulteriori informazioni al riguardo.

 

 

Articolo a cura di Riccardo Liberati

Classe 1997, cresciuto immerso dai libri, cartoni e videogiochi, ho sempre desiderato e provato fin dalla tenera età a creare storie fantasiose che rendessero un po' più brillante la mia vita monotona.

Ho trascorso l'infanzia in solitaria, giocando a quanti più titoli possibili, spaziando dai vecchi J-RPG di Square Enix fino ai più violenti sparatutto su PC, non disdegnando nel frattempo RTS, platform e giochi di corse automobilistiche.

Alle superiori riesco finalmente ad aprirmi e a trovare dei compagni con i miei stessi gusti e sogni, e capisco che non amo tanto i videogiochi, quanto la cultura ed i messaggi dietro di essi, gli stessi che ho sempre trovato nei libri, film e qualsiasi altro tipo di medium artistico.

Inizio a lottare per questo concetto scrivendo all'impazzata ed accrescendo la mia cultura ancor di più, sia attraverso la scuola che attraverso gli incontri e le persone d'ogni giorno. Questo bel sogno finisce con l'arrivo all'università, periodo peggio di qualsiasi film horror che abbia mai visto e che mi costringe a mollare tutto e rifugiarmi nella mia Fortezza della Solitudine per tre anni, perdendo interesse e linfa vitale per qualsiasi cosa.

Nel frattempo ho lavorato in numerosi settori, dall'aiuto vendita al libraio al tutor privato, e nel 2018 inizio a scrivere per Player.it, il mio primo incarico ufficiale come giornalista videoludico e che mi ha formato moltissimo sia nell'ambito dei videogiochi che in quello della scrittura basilare.

Oggi ho ripreso a studiare grazie alla scelta repentina ed irrazionale di iscrivermi alla Scuola Holden di Torino, luogo da cui vi scrivo, abbandonando casa per la prima volta ed il luogo natale di ogni mio piccolo successo e grande fallimento. La mia speranza? Quella di poter riuscire a trovare una strada ben delineata, facendo quello che mi piace fare senza dovermi sottomettere a nessuno

Persona 5 cover image

La traduzione di Persona 5 è stata un inferno.

playstation 4 supera i 91 milioni di console vendute

Playstation 4 supera i 91.6 milioni di unità vendute