HOME » news

Prey potrebbe fare la sua comparsa ai Game Awards

Screenshot dal trailer di Prey Mooncrash


Arkhane Studios sembra pronta a presentarsi ai Game Awards con un annuncio riguardo il loro ultimo capolavoro, Prey. L’indizio è un misterioso tweet comparso sulla pagina ufficiale del gioco oggi pomeriggio.

 

 

Per chi non lo conoscesse, Prey è il reboot firmato Bethesda di un vecchio sparatutto dei primi anni 2000, con un gameplay molto simile a System Shock e Bioshock, ma con una grande enfasi sulle scelte da compiere durante la partita.

Il titolo ha conquistato critica e pubblico per gli innumerevoli approcci di gioco disponibili, un level design mozzafiato ed una trama sottile ed intrigante, concentrata sul significato delle scelte all’interno dei videogiochi. Col tempo ha ottenuto anche un discreto successo monetario, spingendo Bethesda ad investire ancora di più nell’IP.

 

Il lato oscuro della Luna e l’attesa infinita per il secondo DLC

 

Artwork di Prey Mooncrash, dove Yu cerca di sfuggire da un'orda di Mimic

 

Per Prey sono stati quindi annunciati due DLC molto corposi durante l’E3 del 2018: il primo, Mooncrash, è stato rilasciato a fine Giugno e consiste in una sorta di modalità sopravvivenza. Il giocatore sarà intrappolato in una base lunare generata proceduralmente, e dovrà fuggire utilizzando ogni mezzo possibile.

Purtroppo il secondo DLC, Typhon Hunter, è rimasto nell’ombra per tutti questi mesi senza mai esser mostrato. L’hype intorno a quest’ultimo DLC è cresciuto a dismisura col tempo, anche per l’innovativa modalità multiplayer che dovrebbe apportare al titolo.

In Typhon Hunter, infatti, ci sarà una modalità multiplayer competitiva asimmetrica, dove cinque giocatori impersoneranno dei Mimic, nemici iconici del gioco, mentre un sesto giocatore vestirà i panni di Morgan Yu, il protagonista della campagna principale.

L’innovazione è nel sistema di controllo: se infatti i Mimic verranno controllati come in un qualunque sparatutto in terza persona, l’esperienza di Morgan Yu sarà completamente in VR. Il motivo del ritardo del DLC è probabilmente legato a problemi tecnici e di ottimizzazione per tale modalità.

Non è difficile immaginare, quindi, che con questo tweet Arkane Studios voglia preannunciare la sua presenza ai Game Awards, e probabilmente portare finalmente sul palco il lavoro compiuto con il loro ultimo DLC.

Restate in attesa per ulteriori aggiornamenti.

 

 

Articolo a cura di Riccardo Liberati

Classe 1997, cresciuto immerso dai libri, cartoni e videogiochi, ho sempre desiderato e provato fin dalla tenera età a creare storie fantasiose che rendessero un po' più brillante la mia vita monotona.

Ho trascorso l'infanzia in solitaria, giocando a quanti più titoli possibili, spaziando dai vecchi J-RPG di Square Enix fino ai più violenti sparatutto su PC, non disdegnando nel frattempo RTS, platform e giochi di corse automobilistiche.

Alle superiori riesco finalmente ad aprirmi e a trovare dei compagni con i miei stessi gusti e sogni, e capisco che non amo tanto i videogiochi, quanto la cultura ed i messaggi dietro di essi, gli stessi che ho sempre trovato nei libri, film e qualsiasi altro tipo di medium artistico.

Inizio a lottare per questo concetto scrivendo all'impazzata ed accrescendo la mia cultura ancor di più, sia attraverso la scuola che attraverso gli incontri e le persone d'ogni giorno. Questo bel sogno finisce con l'arrivo all'università, periodo peggio di qualsiasi film horror che abbia mai visto e che mi costringe a mollare tutto e rifugiarmi nella mia Fortezza della Solitudine per tre anni, perdendo interesse e linfa vitale per qualsiasi cosa.

Nel frattempo ho lavorato in numerosi settori, dall'aiuto vendita al libraio al tutor privato, e nel 2018 inizio a scrivere per Player.it, il mio primo incarico ufficiale come giornalista videoludico e che mi ha formato moltissimo sia nell'ambito dei videogiochi che in quello della scrittura basilare.

Oggi ho ripreso a studiare grazie alla scelta repentina ed irrazionale di iscrivermi alla Scuola Holden di Torino, luogo da cui vi scrivo, abbandonando casa per la prima volta ed il luogo natale di ogni mio piccolo successo e grande fallimento. La mia speranza? Quella di poter riuscire a trovare una strada ben delineata, facendo quello che mi piace fare senza dovermi sottomettere a nessuno

Escape-doodland-Recensione

Escape Doodland – Recensione

game-awards-2018-in.diretta

[DIRETTA] The Game Awards 2018 minuto per minuto con commento