Una nuova IP in arrivo dagli sviluppatori di Yakuza

Yakuza


La saga di Yakuza è stata una delle più grandi sorpresi videoludiche degli ultimi anni; ne abbiamo già parlato in diverse sedi dichiarando più volte di come l’atmosfera padrona dei titoli a marchio Studio Yakuza sia qualcosa di completamente impareggiabile nel mondo dei videogiochi odierni; videogiochi che non sono novità assolute da letterine d’amore scritte per titoli seminali come Shenmue, roba da cuori forti.

La saga di Like A Dragoon (che invece viene chiamata con lo stesso nome della mafia giapponese da noi) è stata ideata da un game designer di estrazione arcade chiamato Toshihiro Nagoshi e continua praticamente imperterrita dall’ormai lontano 2005; il team di sviluppo della serie (chiamato, non a caso, Studio Yakuza) ha tirato fuori come unico titolo originale non appartenente in qualche modo alla saga un modesto Binary Domain nel corso del 2012, senza poi replicare più nulla.

Ora, per volere di Nagoshi, il team si metterà al lavoro su qualcosa del tutto nuovo.

Studio Yakuza è al lavoro su una nuova proprietà intellettuale.

Durante un recente livestream il main game designer di Studio Yakuza, il sopracitato Toshihiro Nagoshi, ha annunciato che la software house nipponica annuncerà un progetto tutto nuovo nel corso di settembre, qualcosa che taglierà pesantemente i ponti con il passato dello studio.

Il designer nipponico è stato molto vago nei riguardi di questo nuovo titolo; le cose che sappiamo sono riassumibili in “Scoprirete di più di questo nostro nuovo titolo durante la prossima puntata di Sega Nama, durante la prima metà di Settembre, poco prima del Tokyo Game Show“.

La fiera nipponica, secondo la stampa internazionale più blasonata, sarà infatti il luogo dove troverà dimora il nuovo annuncio dell studio giapponese fautore della saga con protagonista Kiryu Kazuma e dei vari spin-off che hanno circondato il brand nel corso degli anni.

Yakuza 6 The Song Of Life è stato un capolinea.

Gli sviluppatori nipponici di Studio Yakuza avranno probabilmente esaurito lo spazio di manovra per la saga dopo aver consegnato agli scaffali Yakuza 6: The Song Of Life (di cui abbiamo fatto una bella guida ai trofei e molto altro) grazie agli ultimi vagiti di molte plotlines aperte nel corso dei precedenti capitoli. Al momento lo studio giapponese, oltre a lavorare su questa nuova fantomatica IP,  ha lavorato a Yakuza Kiwami 2 e al porting per PC di Yakuza 0 (prequel del primo capitolo della saga) e prevede di portare entro fine anno in giappone una versione online del tuo titolo chiamata (indovinate un po’) Yakuza Online.

Noi per il momento non vediamo davvero l’ora di scoprire cosa bolle in pentola e nella testa di Toshihiro Nagoshi, di conseguenza cercheremo di aspettare quanto più pazientemente possibile e cercheremo di consegnare quanto prima a tutti voi lettori le informazioni interessanti su questo nuovo titolo in arrivo dal paese del sol levante.

Speriamo soltanto sia un titolo più riuscito dello spin-off della saga a tema Ken Il Guerriero.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Yakuza Kiwami 2 – Soluzione Capitolo 11- Risolvere gli enigmi di Mysterious Man

soul calibur

Soul Calibur 6 potrebbe avere nuovi personaggi ospiti oltre a Geralt di Rivia