Onimusha Warlords ritorna su Ps4, Xbox One, Nintendo Switch e PC


Questa news probabilmente farà perdere la mascella a moltissimi videogiocatori che tutto avrebbero potuto pensare nella loro vita meno che al ritorno di Samanosuke e compagnia.

Se dobbiamo ringraziare qualcuno allora dobbiamo ringraziare Capcom che, dopo aver seminato quà e la indizi molto vaghi nel corso dell’annata passata, ha deciso di tirare davvero fuori qualcosa per l’ormai vetusta saga di Onimusha; qualcosa che rende il titolo giocabile sulle nuove macchine e che permetterà a non sappiamo chi di conoscere la saga del samurai ammazzademone.

Per ora abbiamo un primo capitolo: Onimusha: Warlords.

Capcom ha rianimato Onimusha.

Tra l’incredulità generale l’annuncio del ritorno di Onimusha ha fatto guadagnare a Capcom ancora altri punti sull’eventuale classifica delle Software House giapponesi che hanno deciso di tirare fuori qualcosa dal cilindro magico.

La saga di Onimusha, nata nel lontano 2001 su Playstation 2 con il corso degli anni ha generato sette diversi capitoli (quattro principali e tre spin-off) mostrando al mondo una versione del videogioco action in grado di mischiare realtà storica e mondi di fantasia attraverso il filtro del folklore giapponese.

Il ritorno di Onimusha: Warlords (primo capitolo in assoluto della saga) segna la ricomparsa di uno dei franchise più amati dai videogiocatori cresciuti a pane e Playstation 2. Il titolo tornerà in versione rimasterizzata su Playstation 4, Xbox One, Nintendo Switch e Pc dal 15 Gennaio 2019.

A sorprendere sono il prezzo di 19.99 euro e la completa assenza sul mercato europeo di una qualche release fisica; in nord-america l’azienda giapponese ha deciso di rilasciare anche delle edizioni fisiche esclusive per Playstation 4 e Xbox One.

Onimusha Warlords sarà una remaster o un remake?

Secondo quanto dichiarato da Capcom questo capitolo di Onimusha sarà una specie di rimasterizzazione del capitolo originale: grafica in alta definizione con texture migliorate, supporto al formato 16:9 (anche se non verrà rimossa di giocare il titolo in 4:3 come sui tubi catodici dell’epoca), una modalità semplificata selezionabile fin dall’inizio del titolo (nel gioco originale essa era nascosta dietro tre game over consecutivi in una determinata boss battle), un impianto sonoro rifatto per l’occasione e il supporto alle levette analogiche per quanto riguarda il controllo del personaggio all’interno del gioco.

Ovviamente si nota fin da subito che Onimusha: Warlords ha anni sul groppone, specie guardando gli screenshot allegati nella galleria. Il titolo, quando uscirà a Gennaio, avrà ufficialmente raggiunto la maggiore età e questo si nota benissimo nella conta poligonale dei modelli (mentre le ambientazioni pre-renderizzate rendono molto meglio l’idea).

Quanti fan saranno contenti dopo questa notizia? Se siete tra questi fateci sapere nei commenti!

Onimusha: Warlords arriverà il 15 Gennaio 2019 su Ps4, Xbox one, Nintendo Switch e PC.

[UPDATE] Onimusha: Warlords avrà un’ edizione esclusiva fisica da collezione per il mercato giapponese

Il paese del Sol Levante avrà un iter tutto suo da seguire per il rilascio della remaster più inaspettata dell’anno in corso. La riedizione del primo capitolo di Onimusha uscirà in Giappone il 20 Dicembre in formato fisico su Playstation 4 e Nintendo Switch mentre una versione puramente digitale aspetta gli utenti Xbox One, gli utenti PC dovranno attendere la data di rilascio mondiale del 16 Gennaio 2019.

Il mercato asiatico avrà due limited edition esclusive, limited succose che potrebbero stuzzicare il palato di qualche facoltoso appassionato nostrano.

La prima limited si chiama Onimusha Warlords Genma Seal Box e sarà composta nel seguente modo:

  • Una copia di Onimusha Warlords
  • Illustrazione da parete simil-poster
  • Cd con i ventitrè brani della colonna sonora ri-registrata per l’occasione

La seconda limited edition invece si chiama Onimusha Warlords eCapcom Limited Edition; essa sarà disponibile in modo esclusivo sullo store online di Capcom ed è composta nel seguente modo:

  • Una copia di Onimusha Warlords
  • Un braccialetto lungo circa diciassette centimetri
  • Una tra due cartoline, scelta in modo casuale al momento dell’acquisto.

Nessuna di queste due limited sembra essere mai destinata al mondo europeo che, per giunta, non riceverà alcun tipo di supporto fisico con l’uscita di Onimusha Warlords; forse il mercato americano potrebbe ricevere una di queste due edizioni ma al momento è tutto da confermare.

Iniziate a chiamare i vostri amici di stanza in Giappone per farvene recuperare una, mentre attendiamo la release del titolo.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

yves guillemot streaming

Il futuro dei videogiochi è nello streaming, non nelle console secondo il CEO di Ubisoft

hollow knight

Hollow Knight – Guida completa al DLC Gods and Glory