Bethesda è felice del successo che ha raggiunto tramite Nintendo Switch

bethesda

L’azienda americana Bethesda è stata una delle prime ad aver puntato sul nuovo mercato creato da Nintendo Switch e dalle sue caratteristiche uniche di portabilità; essa infatti ha già pubblicato su Switch un buon numero di titoli come The Elder Scrolls V: Skyrim, DOOM e Wolfenstein II: The New Colossus.

Bethesda ha fatto la scelta giusta?

In occasione della fiera tedesca Gamescom 2018 di Colonia Pete Hines, vice presidente di Bethesda Softworks, ha dichiarato di essere particolarmente felice per i risultati ottenuti dai titoli rilasciati sulla console Nintendo, specie considerati gli sparuti quindici mesi di tempo che la console ha avuto per costruirsi una playerbase funzionante.

“Le cose che abbiamo fatto su Nintendo Switch sono risultate particolarmente popolari; credo che la gente ci si sia divertita molto e abbia apprezzato davvero tanto ciò che è successo. Per questo vogliamo continuare a tirare fuori titoli che su Switch funzionano ed è per questo che DOOM Eternal uscirà anche lì, in contemporanea con tutte le altre piattaforme.

DOOM Eternal è il nuovo pargolo di Bethesda.

E3 2018 Bethesda - Doom Eternal (3)

DOOM Eternal è l’ultimo capitolo della saga del marine spaziale a caccia di demoni ed è stato ufficialmente annunciato durante l’inizio del mese al Quakecon 2018, il titolo presenta sin da subito una devastante accoppiata tra grafica e gameplay; l’alto livello tecnico del titolo, con modelli poligonali e effetti particellari estremamente vicini allo stato dell’arte, è sostenuto da un gameplay ancora più dinamico del precedente DOOM, con tanto di rampino attaccato allo shotgun in grado di coprire con rapidità grandi distanze.

Nonostante tutto ciò, il trailer di DOOM Eternal è stato accusato di razzismo a causa della sua impronta tra il goliardico e il colpo di genio; che esca su Nintendo Switch o su una qualsiasi altra console noi di Player.it ci impegneremo per giocarlo e per portare a voi lettori il maggior numero possibile di guide e di approfondimenti al riguardo!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Da Dragon Ball a World of Warcraft - Intervista a Gianluca Iacono

Da Dragon Ball a World of Warcraft – Intervista a Gianluca Iacono

Soul Calibur VI, confermata la presenza di Talim

Il successo di Soul Calibur 6 determinerà il futuro della serie