PS5 potrebbe uscire alla fine del 2019 secondo analisti giapponesi

PS5 2019


L’argomento Playstation 5 lascia ancora molte perplessità nel settore anche tra gli addetti ai lavori. È la data di uscita della console che dovrà dare inizio alla prossima generazione a generare molti dubbi. C’è che dice che prima di tre anni non vedremo nulla, c’è chi invece afferma che PS5 non è poi così lontana e paventa addirittura un’suscita nel 2019.


L’analista Hideki Yasuda della prestigiosa società Ace Economic Research Institute di Osaka la pensa proprio così, come ha menzionato nel suo recente rapporto sulla performance finanziaria di Sony.

Yasuda afferma che al momento la sua società ritiene che PS5 arriverà proprio alla fine del 2019. Detto questo, Yasuda non nega che questa data potrebbe essere solo teorica, perché ci sono varie concause che potrebbero far slittare l’uscita della PS5, nonostante l’intenzione da parte di Sony, sempre secondo l’opinione di Yasuda, sia quella di non tardare ancora troppo l’uscita di PS5.

PS5 potrebbe tardare a causa dei servizi mobile?

Uno dei motivi del possibile ritardo di PS5 potrebbe essere l’arrivo di servizi mobili 5G che ha causato l’avvento di smartphone sempre più avanzati. Ciò mette in dubbio se sia possibile produrre console di gioco con una scorta sufficiente a soddisfare le grandi quantità di richieste che inevitabilmente provengono da un nuovo lancio.

A causa di ciò, potrebbero esserci anche problemi nella fornitura di componenti elettronici, Yasuda, quindi, pensa che esista la possibilità di uno slittamento.

Un’altra area interessante dell’analisi di Yasuda riguarda le prestazioni di PlayStation nel quarto trimestre. La società di cui fa parte crede che i risultati importanti non siano solo dovuti a titoli tripla A in esclusiva –  God of War per fare un nome –  ma siano anche influenzati da Fortnite di Epic Games. Secondo l’azienda, le microtransazioni presenti nel gioco stanno dando un grosso contributo.

L’Ace Economic Research Institute sta rivedendo le sue previsioni per l’intero anno riguardo a un report denominato Game & Network Services di Sony. I profitti, secondo questa analisi, sarebbero di 250 miliardi di yen. Le previsioni sulle entrate sono leggermente più alte di quelle annunciate da Sony.

L’azienda ritiene che i problemi affrontati in passato dalle attività di videogiochi di Sony siano stati risolti. Il mercato delle console domestiche ha suscitato preoccupazioni in passato a causa di una forte contrazione causata dall’espansione del mercato dei giochi per smartphone. Tuttavia, il lancio di Nintendo Switch ha attirato l’attenzione di molti clienti sul mercato delle console, provocando eccitazione in tutto il mondo.


Voi cosa ne pensate? Il 2019 è una data verosimile o è troppo presto per dare inizio alla nuova generazione del gaming su console?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Dualshockers

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

god of war

God of War (2018) poteva essere ambientato nell’antico Egitto

indovinelli-enigmi-rubrica-cover

L’antro di Gollum: l’enigma delle due corde