Annunciato Inmost, il nuovo platform rompicapo di Chucklefish

inmost

Il publisher Chucklefish, responsabile di titoli come Starbound e Stardew Valley, e lo sviluppatore Hidden Layer Games hanno annunciato Inmost, un platform rompicapo totalmente votato alla trama che uscirà nel corso del 2019.

Siamo rimasti affascinati dal primo trailer di Inmost che ci ha portato in un mondo oscuro in cui le ombre inghiottono ogni cosa. Secondo quanto riportato sul sito ufficiale del gioco:

Inmost è un platform rompicapo story-driven, che segue tre diversi personaggi giocabili all’interno di una storia oscura e interconnessa. In un vecchio castello abbandonato, dovrai esplorare ogni angolo e fessura, affrontare orde di nemici, aprirti la strada tra le ombre ed evitare diverse trappole mortali per sfuggire al male che si nasconde dentro…

Caratteristiche principali

  • Un mondo di pixel art dall’aspetto oscuro, eppure bellissimo.
  • Tre personaggi principali, ciascuno con i propri stili di gioco unici.
  • Una storia intrecciata, ambientata in due mondi.
  • Esplora l’ambiente strisciando di nascosto tra i nemici, attirandoli in trappole mortali, risolvendo enigmi o affrontando ogni avverarsio faccia a faccia.
  • Esplora ogni centimetro del mondo per trovare passaggi segreti.
  • Ogni pixel è realizzato con amore!

Come dicevamo in apertura, l’uscita di Inmost è prevista per il 2019 ma ancora non sappiamo per quali piattaforme di gioco verrà reso disponibile. Noi speriamo di poterlo giocare su Switch che, come dimostrano i recenti Hollow Knight, Iconoclasts e Dead Cells, sembra nata per questo genere di giochi.

[amazon_link asins=’B0799PJ1QS,B06WCZHVNN’ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4cfede3f-a15a-11e8-acc4-bbc990482a18′]

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Simone Alvaro "Guybrush89" Segatori

Ritrovato in tenera età su una spiaggia pixelata le sue prime parole sono state "Voglio fare il pirata!"

In mancanza di un vero galeone è partito all'arrembaggio del mare della rete depredando le conoscenze di ogni isola su cui è approdato: Ha scritto per Games, VGN, Adventure's Planet, Badgames, FlopTV, Cinefilia Ritrovata, Ridble e creato qualche video per la ciurma di Game Series Network.

Nel mentre la taglia sulla sua testa è aumentata e dopo che l'Università di Viterbo lo ha ritenuto un pericoloso "Capitano della Comunicazione", l'Alma Mater Studiorum di Bologna lo ha classificato come "Minaccia Pirata esperta di Cinema, Televisione e Produzione Multimediale".

Per circa un anno è quindi rimasto nascosto nella Cineteca di Bologna, gestendo dall'ombra l'Archivio Videoludico e organizzando anche un ritrovo piratesco conosciuto come Svilupparty.

Dopo qualche tempo passato in mare tra cinema, fumetti, serie tv, libri, aspirapolvere e videogiochi, senza mai una vera casa, mette l'ancora alla fonda nella baia videoludica di Player.it, dove passa le giornate in compagnia di scimmie, balene e altri animali. Va spesso ad ubriacarsi nella taverna di Tom's Hardware, inoltre va all'arrembaggio di libri e fumetti su Frasix, di gadget e serie TV su Nospoiler e Cinematographe e svolge ricerche su antichi manufatti per conto di Ivipro.

Il richiamo dell'oceano però lo trascina continuamente tra le onde e anche se non sa dove lo porterà il vento quello che conta davvero è il viaggio.

bethesda

Bethesda vuole assolutamente il crossplay per The Elder Scrolls Legends

yakuza kiwami 2

Anteprima Yakuza Kiwami 2: Si torna a Kamurocho