Star Citizen Alpha 3.3 a Ottobre, parlando dei problemi del pay-to-win

Star Citizen

Sono state rivelate nuove informazioni sull’aggiornamento all’alpha 3.3 di Star Citizen, l’enorme titolo multiplayer online di Cloud Imperium Games. E’ stato pubblicato una lettera dal parte del fondatore dello studio, Chris Roberts che descrive tutte le caratteristiche del nuovo aggiornamento.

Star Citizen

Una migliore organizzazione per le patch


L’alpha 3.3 arriverà più tardi quest’anno, ad ottobre, in concomitanza con la convention speciale del gioco, CitizenCon. In aggiunta a ciò, Roberts ha annunciato che lo studio ha deciso di riorganizzare il programma di rilascio delle patch del gioco. Il primo rilascio sarà verso la fine di marzo, il secondo alla fine di giugno, il terzo ad ottobre, insieme a CitizenCon e infine il quarto verso la seconda metà di Dicembre. Secondo Roberts, questo darà più tempo per lo sviluppo per assicurarsi che tutto funzioni e che la comunità abbia tempo per abituarsi ai nuovi aggiornamenti. Infine, ha affrontato le preoccupazioni dei fan verso le meccaniche pay-to-win. In particolare per la rimozione del cap della moneta del gioco, l’UEC. Ha chiarito il CEO che sono state introdotte per “aiutare a facilitare la transizione verso un’economia di gioco”.

Riequlibrare l’economia di gioco

Citando il messaggio sul sito del Cloud Imperium Games riguardo questo problema:

Recentemente alcune persone hanno espresso le loro preoccupazioni per la rimozione cap del portafoglio UEC del giocatore che è stato rilasciato con l’introduzione di Star Citizen Alpha 3.2. Ciò è stato fatto per facilitare il passaggio a un’economia di gioco e per dare alle persone che avevano acquistato oggetti di gioco attraverso l’ormai defunto Voyager Direct Web Store la possibilità di “fonderli” per ottenere UEC, in modo che possano riacquistare nuovi oggetti in gioco. Dato che stiamo per riequilibrare i prezzi e l’economia man mano che espandiamo il gioco, e mentre ripristiniamo i conti di tutti quando rilasciamo una nuova patch, abbiamo ritenuto che sarebbe ingiusto costringere le persone a conservare gli oggetti che avrebbero potuto acquistare ad un prezzo diverso. Questo sarebbe accaduto se avessimo mantenuto il controllo generale sull’UEC in quanto molti giocatori avevano accumulato oltre 150.000 unità UEC. Continuiamo a limitare l’acquisto massimo a 25.000 UEC al giorno, ma riteniamo che rimuovere il cap sia stata una cosa giusta, tanto più che con ogni reimpostazione del database dobbiamo rimborsare i giocatori dell’UEC che hanno acquistato con denaro e usati per acquistare oggetti in-game. Una cosa è perdere un oggetto a causa delle meccaniche di gameplay, ma è completamente un’altra cosa avere il tuo account di gioco forzatamente resettato con ogni nuova patch, perdendo tutti gli oggetti per cui hai pagato con dei soldi veri.

Considerando che la maggior parte dei giocatori non abbiano problemi con lo stoccaggio di navi o oggetti, mentre chi ha più di 150.000 UEC deve averne, penso che potrebbe essere utile rivisitare il modello economico di Star Citizen.

Sviluppare e gestire un gioco delle ambizioni di Star Citizen è costoso. Dal primo giorno della campagna siamo stati abbastanza chiari sul modello economico di Star Citizen, che non richiede un abbonamento come molti MMO, ma piuttosto fare affidamento sulle vendite di pacchetti iniziali di giochi e denaro in-game per finanziare lo sviluppo e online costi di gestione. Per garantire che il denaro non sia un fattore decisivo nella progressione, il principio fondamentale che il gioco segue è che tutto ciò che puoi ottenere con soldi veri, al di fuori del tuo pacchetto di gioco iniziale, può anche essere guadagnato in gioco attraverso un normale e divertente gameplay. Tuttavia ci saranno anche molte cose che possono essere guadagnate solo giocando.

E voi che dite? Credete sia giusto rimuovere l’UEC cap oppure è stato una sbaglio? Parliamone nei commenti!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Amerigo "ilCirox" Cirelli

Sono nato nel 1995, gioco ai videogiochi da quando ne ho memoria. Più che una passione, per me il videogioco è un medium capace non solo di intrattenere ma, vista la sua natura interattiva, di creare vere e proprie esperienze.

Per questo motivo, dopo un'adolescenza passata a videogiocare ho deciso di iniziare a scriverne.

Attualmente sono impegnato negli studi giuridici-economici, scrivo su Player.it dal 2018 e gestisco la famosa pagina di meme "ilCirox" su Facebook ed altri social network dal 2015.

PES 2019 COPERTINA

PES 2019: le prime impressioni dalla demo ufficiale

Persona

Ecco le date occidentali per Persona 3 e 5: Dancing!