HOME » news

Il remake di Final Fantasy VII è diventato un action game?


Il mondo dei videogiochi molto spesso si anima di storie tristi come le migliori tragedie greche; queste storie alle volte vengono fuori da semplici parole messe nel contesto sbagliato, da dichiarazioni fuorvianti fatte uscire dagli sviluppatori durante un’ intervista non proprio felicissima, da un genere videoludico citato in un’ offerta di lavoro.

Final Fantasy VII Remake

A fare da protagonista stavolta abbiamo un’ offerta di lavoro riguardante il mai troppo aspettato remake di Final Fantasy VII, stavolta citato però come un videogioco che avrà poco a che fare con l’eredità lasciata dal suo nobile paparino.

Vediamo insieme cos’è successo.

Final Fantasy VII Remake cambia pelle?!

All’interno di una nuova offerta di lavoro pubblicata da Square Enix per Final Fantasy VII Remake gli sviluppatori hanno definito l’attesissimo ritorno di Cloud & soci come qualcosa di action. L’offerta di lavoro, destinata al reclutamento di VFX designers per il remake, parla in più punti di Final Fantasy VII Remake come di un action game.

Più precisamente ai candidati viene richiesto di saper utilizzare in modo corretto l’editor di particelle proprietario di Unreal Engine 4 (utilizzato per praticamente qualsiasi cosa: battaglia, nuovi eventi, background di gioco etc etc) per realizzare il titolo; il VFX desginer dovrà inoltre saper lavorare a stretto contatto con i programmatori per creare un workflow adatto alla tipologia di progetto che Final Fantasy VII Remake è.

Tra gli altri requisiti presenti all’interno dell’offerta di lavoro troviamo:

  • Abituato nel lavoro nel mondo dei VFX
  • Abituato a lavorare con Maya
  • Abituato a lavorare con Photoshop
  • Precedente esperienza lavorativa all’interno del mondo degli effetti tridimensionali per videogiochi.

Tra le caratteristiche apprezzate troviamo:

  • Conoscitore del mondo dell’Unreal Engine 4
  • Esperienza nella creazione di effetti per film in Computer Grafica
  • Abituato a lavorare con Adobe After Effects

Tra i benefici citati all’interno dell’offerta di lavoro Square Enix ha scritto delle frasi che in italiano suonano più o meno così:

“Questa è una posizione che permetterà a chi lavora di portare avanti il progetto di Final Fantasy VII Remake, un rifacimento che trasformerà il videogioco originale in un action game.

Con questo progetto sarà possibile mostrare al mondo un nuovo Final Fantasy Action.”

Tranquilli, gli sviluppatori di Final Fantasy VII Remake sono giapponesi!

Per quello che per il momento sappiamo Final Fantasy VII Remake sarà con tutta probabilità un action-rpg, specie dopo i trailer e le immagini mostrate. Il motivo della presenza della dicitura action-game all’interno dell’offerta di lavoro andrebbe ricondotta a costruzioni linguistiche e semantiche della lingua giapponese.

Nell’industria videoludica nipponica infatti per Action-game si intendono numerosi generi videoludici, purché essi siano lontani dalla riflessività e dalla pacatezza del gioco di ruolo o del gioco di strategia. Al momento quest’offerta di lavoro può essere vista semplicemente come un tentativo di Square Enix di rafforzare le proprie fila assumendo gente esperta nella realizzazione di VFX, a prescindere dal genere videoludico finale a cui apparterrà il titolo.

Nel frattempo a noi poveri videogiocatori non rimane che aspettare con pazienza e amore quello che probabilmente, quando uscirà, sarà il titolo più hypato della storia. E pensare che hanno dichiarato di averlo annunciato davvero troppo presto per i gusti della società…

Final Fantasy VII Remake è atteso per Playstation 4 e non si sa quali altre console in una data imprecisata di un anno non ancora specificato, soffriamo tutti insieme appassionatamente e vedrete che il tempo scorrerà con maggiore velocità.

pathfinder seconda edizione

Pathfinder Seconda Edizione: disponibile il download gratuito del Playtest

the witcher gioco di ruolo manuale

The Witcher RPG: il manuale inglese sarà disponibile da domani