Hideki Kamiya vorrebbe un Devil May Cry 5 diverso dal solito

devil may cry 5
Hideki Kamiya immagina Devil May Cry 5 diverso dal solito


Hideki Kamiya è stato il game director del primo Devil May Cry uscito nel 2001 su Playstation 2. Ha lavorato anche su altri titoli iconici come i primi due Resident Evil, Bayonetta, Viewtiful Joe e Okami (qui trovate la nostra recensione di Okami HD). Kamiya non lavora per Capcom da quando è passato a Platinum Games, dunque, non lavorerà su Devil May Cry 5.


Questa premessa andava fatta per chiarire che le parole di Hideki sul prossimo titolo della serie sono sue opinioni e non dettagli ufficiali del gioco. Essendo stato il game director del primo capitolo, è chiaro che ci tenga ancora molto alla serie e desideri vedere un prodotto al passo con i tempi.

Attraverso il suo profilo Twitter, Kamiya ha lanciato alcune proposte per avere un Devil May Cry 5 diverso dal solito e più vicino ai titoli moderni. Il suo modello di riferimento è God of War. Di God of War abbiamo parlato tanto sul nostro sito, e quasi sempre lo abbiamo fatto per spiegare che il prossimo gioco di Santa Monica Studio sarà diverso dai capitoli precedenti. A parte l’ambientazione che vedrà Kratos impegnato con la mitologia norrena, ci sono tante novità sul piano del gameplay. Un mondo più aperto, elementi da RPG, un secondo personaggio in battaglia (Atreus, figlio di Kratos) e tante altre meccaniche completamente riviste.

Hideki Kamiya spiega nel suo tweet che vorrebbe vedere lo stesso cambio di rotta per Devil May Cry 5. Lo stile di DMC è inconfondibile e può essere definito in modo molto semplice: un hack ‘n slash che non si prende sul serio e per questo risulta divertente e appagante da giocare. La serie ha sempre puntato, infatti, a non calcare troppo la mano sulla serietà delle situazioni che  a volte prendono pieghe grottesche, cosa che si ripercuote anche sulla grafica che non ha mai avuto velleità di fotorealismo. Hideki Kamiya, invece, pensa che i tempi siano cambiati e che i videogiochi debbano avvicinarsi maggiormente a uno stile più adulto e cinematografico. La proposta dell’autore di videogiochi è quella di rendere Devil May Cry 5 più realistico.

Voi cosa ne pensate di questo suo pensiero? Ricordiamo che non esiste ancora una data di rilascio per il quinto capitolo di Devil May Cry, ma sono trapelate alcune informazioni sul gioco qualche settimana fa. Vi ricordiamo anche che il 13 marzo sarà disponibile per PC, Xbox One e PS4 l’HD Collection dei primi tre capitoli.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

cyberpunk 2077 -Tutto quello che sappiamo

Cyberpunk 2077 – tutto quello che sappiamo

pubg xbox one

PUBG ha superato i 3 milioni di giocatori su Xbox One