The Division: Ubisoft ha in sviluppo un sequel?

the division 2

A quasi due anni di “vita”, potrebbe già essere in discussione il sequel per uno dei giochi Ubisoft più riusciti del 2016. Stiamo parlando di The Division. Dopo aver ottenuto degli ottimi riscontri, sia da parte del pubblico che da parte della critica di settore, il publisher francese potrebbe decidere di realizzare un secondo episodio del titolo. Sappiamo bene che, d’altra parte, dopo due anni di supporto incondizionato e, in alcuni casi, anche gratuito, il videogame è destinato a ricevere sempre meno aggiornamenti e ad entrare nella sua parabola discendente. Se a tutto questo aggiungessimo delle dichiarazioni un po’ ambigue di un membro di spicco del team di sviluppo, possiamo facilmente comprendere quanto un sequel di The Division possa effettivamente essere nell’aria.

The Division 2 è nei progetti di Ubisoft?

the division sequel
Cosa ha in mente Ubisoft per il suo gioco?

Annunciato in occasione dell‘E3 del 2013, The Division era un titolo su cui Ubisoft puntava tantissimo. Facendo forza su un’esperienza di gioco quasi completamente in multiplayer online, il publisher francese aveva intenzione di ottenere numeri simili a quelli di giochi come Destiny. I dati di vendita dettero ragione ad Ubisoft. The Division riuscì a superare le più rosee aspettative dell’azienda, diventando il terzo lancio più redditizio per Ubisoft, posizionandosi subito dietro a “mostri sacri” del calibro di Assassin’s Creed III e Watch Dogs. Proprio per questa ragione, il supporto del publisher fu decisamente corposo, arrivando ad aggiungere contenuti molto spesso gratuiti, ampliando sempre più l’esperienza di gioco. Tuttavia, in molti si saranno resi conto che da un po’ il gioco non riceve aggiornamenti.

Proprio per questa ragione, è assai probabile che Ubisoft possa avere in mente un sequel. Nel corso di un’intervista ai microfoni di IGN, David Polfeldt, Developer Managing Director di The Division, ha dato non pochi indizi che andavano in questa precisa direzione. Secondo il dirigente, l’universo narrativo del gioco potrebbe continuare in un sequel. Di seguito, vi riportiamo un estratto delle parole di Polfeldt.

“Penso che si tratti di un marchio meraviglioso, decisamente meraviglioso, che ha al suo interno così tante storie dall’alto potenziale. Ci sono molte cose che non abbiamo fatto in The Division 1 che sono interessanti per questo marchio.

Sicuramente penso che ci sia un sacco di spazio per una continuazione che vada al di là del semplice mantenimento online di The Division. Ma … non posso parlarne troppo adesso.”

Notizia da prendere con le pinze

the division aggiornamenti
Ubisoft non farà mancare il suo supporto ai giocatori.

Va da sé che tutto ciò che Polfeldt ha detto deve essere valutato attentamente. Non si tratta di un vero e proprio annuncio di un sequel, ma “The Division 1” è un modo curioso di riferirsi ad un gioco che, attualmente, è ancora un “episodio unico”. Sappiamo inoltre quanto Ubisoft ami sviluppare dei sequel dei suoi progetti più riusciti. Sotto questo aspetto, Assassin’s Creed: Origins, Watch Dogs, il prossimo Rayman 4 e l’ultimo Beyond Good & Evil 2 rappresentano degli ottimi esempi. Tuttavia, potrebbe anche essere che nessun sequel si materializzi nel breve e medio termine.

David Polfeldt ha inoltre dichiarato che Ubisoft non farà mancare il suo supporto al gioco.

“Il modo in cui vediamo la cosa è che il nostro primo obbligo è rendere The Division un gioco meraviglioso. Non è qualcosa che è finito il giorno del lancio. Se mai finisse, chi può dire quando, giusto?

Penso che oggi siamo molto più vicini, specialmente dopo l’update 1.8, al gioco che volevamo creare, e anche al gioco che i giocatori si aspettavano già al momento del lancio.”

Non si sa ancora se The Division riceverà un sequel. Tuttavia, l’attenzione di Ubisoft sul suo titolo, e sul suo potenziale franchise, è molto molto alta.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Screenshot rivelano Monsters & Co. in Kingdom Hearts III

Screenshot rivelano Monsters & Co. in Kingdom Hearts III

Dragon Ball FighterZ: pubblicato l’epico filmato d’apertura