Atlus vuole rimasterizzare Catherine? Qualcosa avverrà

catherine remastered
Atlus ha intenzione di rimasterizzare Catherine


Ci sono remaster e remaster. Le versioni rimasterizzate di vecchie glorie o di giochi ancora attuali vengono a volte bistrattate, delle altre chieste a gran voce e acclamate una volta annunciate. Basti pensare a MediEvil e al clamore che ha generato l’annuncio della sua versione remastered. MediEvil è uno dei titoli più amati della prima mitica Playstation e non lascia stupiti la gioia con cui è stato accolto l’annuncio.


Per giochi più attuali, invece, non sempre c’è entusiasmo. Rimasterizzare un titolo uscito su PS3 e Xbox 360 non sempre è un’operazione vista di buon occhio, perché una sola generazione di differenza non crea quell’alone magico e nostalgico su cui deve aggrapparsi almeno un po’ una remaster… a meno che, il videogioco in questione non abbia all’epoca creato scompiglio per la sua particolarità.

Un caso del genere calza a pennello per Catherine, titolo di Atlus uscito in Europa su PS3 e Xbox 360 nel 2012. Perché citiamo proprio Catherine? Perché secondo alcune indiscrezioni, Atlus starebbe preparando proprio una versione remastered del videogioco che ci vedeva impegnati nei panni di Vincent Brooks, giovane ingegnere che inizia a soffrire di seducenti incubi che hanno come comune denominatore la sensuale Catherine.

Si tratta di un rumor che viene alimentato da Ryokutya2089, un sito che spesso e volentieri anticipa le uscite di Famitsu e Dengeki Playstation. Secondo il sito web, Atlus sarebbe già al lavoro per la remaster di un “loro gioco di successo uscito nell’era PS3” . Il titolo non viene esplicitato, ma un gioco Atlus di successo uscito nella scorsa generazione potrebbe essere proprio Catherine.

Catherine Remastered potrebbe essere annunciato entro la fine del 2017, sempre secondo il rumor. Il titolo vedrebbe la luce anche su Nintendo Switch che avrebbe un altra freccia nel suo arco ricco già di titoli che stanno avendo un successo smisurato come Super Mario Odyssey e The Legend of Zelda: Breath of the Wild, i quali hanno fatto incetta di premi.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Dragon Ball FighterZ: livestream speciale annunciato per oggi

Code Vein: nuovo trailer con gameplay inedito