HOME » news

Code Vein gameplay: ecco un footage di 17 minuti

E3: presentato video di gameplay per Code Vein

Come molti ricorderanno, nel corso dell’E3 2017, Bandai Namco aveva presentato ufficialmente Code Vein. Nonostante le informazioni in merito al gioco fossero poche, il gioco aveva suscitato l’interesse di molti. Il titolo, nel trailer mostrato alla fiera videoludica per eccellenza, aveva intrigato non poco sia pubblico che critica, soprattutto per il fatto che fosse sviluppato da Shift, ovvero dagli stessi creatori della saga God Eater. In data odierna, Bandai Namco ha pubblicato un corposo footage, che mette in mostra alcune delle caratteristiche principali del suo nuovo progetto. Andiamo a vedere cosa ha da mostrarci questo Code Vein gameplay.

Code Vein gameplay: prime impressioni sul gioco

La domanda, a questo punto, sorge spontanea: in cosa consiste Code Vein? Da questo video, pubblicato dal canale Youtube di IGN, possiamo decisamente capirne un po’ di più. Il filmato ci mostra un enorme mondo distopico, in cui qualcosa è decisamente andato storto, data l’alta presenza di creature demoniache. Il protagonista è un avventuriero senza nome, che si risveglierà senza alcun ricordo, e che dovrà fare i conti i mostri menzionati in precedenza. Tra le varie armi ed abilità a disposizione, quella che colpisce maggiormente è quella che ci garantisce la possibilità di utilizzare il sangue per poter scatenare attacchi, fisici e magici, e combo particolarmente devastanti.

Non giriamoci troppo intorno: la somiglianza con i Souls c’è. È impossibile non notare l’impronta della saga targata From Software in Code Vein, partendo dal mondo di gioco in cui veniamo catapultati, continuando con il menu e finendo con molti aspetti del sistema di combattimento. Ma basta questo per etichettare Code Vein come l’ennesimo “Soulsborne”?

Non chiamatelo “anime Dark Souls”

code vein gameplay footage 17 minuti
Code Vein non è l’ennesima copia di Dark Souls.

Una delle prime differenze riguarda l’aspetto del personaggio, con un look che strizza l’occhio agli anime giapponesi. Anche il mondo di gioco in cui verremo calati non ha nulla in comune con la saga From Software. Se nei Souls le ambientazioni avevano una chiara influenza medievale, o gotica, nel caso di Bloodborne, in questo Code Vein gameplay possiamo notare le rovine di un mondo moderno, con tanto di carcasse di automobili e grattacieli distrutti in bella vista. Sappiamo poco del protagonista, salvo che sarà customizzabile e che sembra essere a tutti gli effetti un vampiro. Come abbiamo detto prima, la quasi totalità degli attacchi speciali e delle magie presenti nel footage andranno a consumare il sangue, ovvero la barra della vita, che potrà essere ricaricata sia attraverso pozioni che attraverso il “prosciugamento” dei vari nemici che incontreremo.

“Code Vein è una combinazione tra l’intensità dei combattimenti, tipica dello stile di Dark Souls, e tanta azione ad alta velocità, che avrete visto anche in altri giochi.”

Queste sono state le parole con cui Hiroshi Yoshimura, il “padre” di God Eater, ha descritto la sua nuova “creatura”.

Non c’è ancora una data precisa per la release di Code Vein, l’unica cosa certa è che uscirà nel 2018 per Playstation 4, Xbox One e PC. Restate sintonizzati per ulteriori news in merito. Tuttavia, vi consigliamo caldamente di cliccare il tasto “play” sul video in allegato, non ve ne pentirete.

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Quake Champions – Anteprima

Secret of Mana: tanti nuovi screenshot del remake