HOME » guide

Pillars of Eternity 2: Deadfire – Dove far riposare i personaggi

pillars of eternity 2 curare ferite


Se siete amanti dei giochi di ruolo dall’alta componente strategica, sicuramente vi sarete già tuffati in Pillars of Eternity 2: Deadfire. Come i fan più appassionati sicuramente sapranno, sono tante le novità introdotte da questo secondo capitolo della saga targata Obsidian Entertainment. Tuttavia, un elemento di cui non sottovalutare l’importanza è quello del riposo; dovremo far dormire spesso i nostri personaggi, ma non per un semplice vezzo o per esigenze di realismo, ma perché sarà l’unico modo sicuro per curare le loro ferite che, altrimenti, potrebbero rivelarsi addirittura mortali. Proprio per questa ragione, in questa nostra guida andremo ad elencarvi tutti i luoghi in cui sarà possibile far riposare i membri del nostro parti, onde evitare che vadano incontro a morte prematura.

Dove far riposare i membri del party in Pillars of Eternity 2: Deadfire

[amazon_link asins=’B079V3JJ3N,1506706762,B0733KT7G9,B0735DPS69,B079B358B2′ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’716a074e-5390-11e8-bbe1-4d71a7cf114c’]

Come abbiamo sottolineato in precedenza, far riposare i nostri personaggi non sarà un semplice orpello del gameplay. Ogni membro della nostra squadra potrà infatti subire delle ferite che, qualora dovessero raggiungere una certa quantità, lo farebbe morire in maniera permanente. Proprio per questa ragione, sarà sempre meglio far riposare il team, consentendogli così di curarsi in maniera opportuna. Scendendo un po’ più nel dettaglio, in Deadfire sarà possibile trovare varie “opzioni di riposo“, sia negli accampamenti che troveremo lungo la nostra strada che in delle vere e proprie camere, nelle locande delle città che ci troveremo a visitare.

I vantaggi di riposare nella camera di una locanda

pillars of eternity 2 soluzione
Ecco alcuni punti da tenere in considerazione per la vostra prima partita al gioco.

Come è facile dedurre, il nostro team potrà beneficiare del riposo più “ristoratore” nelle camere delle locande. In ogni città, villaggio o accampamento che ci troveremo a visitare sarà possibile dormire in una stanza con un letto, a fronte di un equo pagamento, si intende. Quello che forse potrà sorprendere qualcuno è il numero di opzioni disponibili legate al riposo: ogni locanda metterà a disposizione diverse camere, ognuna con il suo costo. Una prima stanza, infatti, si limiterà semplicemente a guarire le ferite dei membri del vostro team, ma saranno spesso disponibili altre stanze che, ad un costo maggiore, non solo rimuoveranno le vostre ferite e le vostre alterazioni di status, ma che vi garantiranno dei bonus alle statistiche, che andranno ad estendersi fino al vostro prossimo riposo.

Va da sé che, ovviamente, le varie opzioni di cui abbiamo parlato ora dipenderanno direttamente dal denaro a nostra disposizione e dai progressi fatti nel gioco. Sotto questo aspetto, sarà sicuramente conveniente ottenere dei bonus alle statistiche dal riposo quando siamo in procinto di affrontare una quest molto impegnativa.

Un piccolo appunto finale: prima di chiedere la stanza al gestore della locanda, domandate sempre se ha delle missioni da assegnarvi. Nel caso in cui riusciste a risolverle, infatti, il costo per riposare nelle camere potrebbe diminuire in maniera sensibile.

I vantaggi di riposare in qualsiasi punto della mappa di gioco

guida pillars of eternity 2 deadfire
Ecco i vantaggi derivanti dal riposo.

Ovviamente potrete anche scegliere di riposare mentre siete intenti ad esplorare il mondo di gioco; tuttavia, dovreste ricorrere a questo espediente solo quando i personaggi del vostro team abbiano subito un gran numero di ferite. Ad esempio, se i membri del vostro team avessero perso un’intera barra della salute a causa di attacchi nemici o di trappole e sono vicini alla morte (che sarà causata da una quarta ferita), sarà praticamente indispensabile riposare in qualsiasi luogo disponibile. A tal proposito, premete il tasto R o fate clic sull’icona destra nella parte inferiore dello schermo per riposare prima di raggiungere un villaggio o qualsiasi altra posizione con stanze di riposo.

Rispetto al primo Pillars of Eternity, in questo Deadfire le regole per l’utilizzo dell’opzione di riposo in qualsiasi luogo della world map sono leggermente differenti. In Pillars of Eternity 2, infatti, non avremo bisogno di alcun tipo di materiale per costruire un accampamento. In questo secondo capitolo della saga, quindi, l’opzione di cui stiamo parlando è completamente gratuita, ma potrebbe non essere tuttavia disponibile in alcune località. Ad esempio, potreste non poter riposare liberamente all’interno di un villaggio o vicino al nascondiglio di alcuni mostri.

Un’altra importante novità introdotta in questo sequel è il modo in cui le ferite vengono guarite. Potrete di fatto ottenere questo risultato semplicemente spostando il cibo negli appositi spazi vicino alle immagini in miniatura dei vari personaggi del nostro team. Ricordate che potrete scegliere tra tutti i tipi di cibo, in modo poter curare efficacemente le ferite e ottenere, al tempo stesso, alcuni bonus alle vostre statistiche per un periodo di tempo limitato (come, ad esempio, una guarigione più veloce o punti extra per uno dei parametri).

Ricordate, infine, che avrete bisogno di cibo anche per l’equipaggio della tua nave. Usare troppo cibo per la guarigione dei membri feriti della vostra squadra potrebbe costare provviste preziose.

Altre guide su Pillars of Eternity 2: Deadfire

pillars of eternity 2 guida
Tutte le nostre guide sul gioco.

Se siete alla ricerca di altri utili consigli su Pillars of Eternity 2: Deadfire, date uno sguardo alle altre guide da noi realizzate sul titolo targato Obsidian Entertainment:

Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti in merito.

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

PES 2019 data uscita konami lancio

Annunciata la data d’uscita di PES 2019

WoW Battle for Azeroth Beta - Le modifiche alle classi: Mago

WoW Battle for Azeroth – Le modifiche alle classi: Mago