HOME » guide

Pillars of Eternity 2: Deadfire – Guida e consigli per iniziare

guida pillars of eternity 2 deadfire
Ecco i vantaggi derivanti dal riposo.


Dopo il successo della sua campagna Kickstarter, Pillars of Eternity 2: Deadfire è finalmente arrivato sui nostri PC. La serie targata Obsidian Entertainment si arricchisce così di un nuovo capitolo che, come il suo illustre predecessore, saprà regalare ore e ore di gameplay ai suoi fan. Come è facile immaginare, questo nuovo episodio del franchise è decisamente pieno di contenuti da esplorare, e premia tutti quei giocatori che sapranno apprendere e padroneggiare al meglio il suo gameplay ruolistico. Proprio per questa ragione, la nostra guida si propone proprio di spiegare quelle che sono le meccaniche basilari, in modo da farvi godere appieno di un titolo che ha veramente tanto da offrire.

Pillars of Eternity 2: Deadfire – Consigli per i principianti

[amazon_link asins=’B079V3JJ3N,1506706762,B0733KT7G9,B0735DPS69′ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4f32e75a-535d-11e8-afbc-97ab7dee3e58′]

Iniziamo subito dicendo che Pillars of Eternity 2: Deadfire non è assolutamente un gioco immediato da padroneggiare. Ci sono diverse meccaniche con cui dovremo familiarizzare, e con cui prenderemo confidenza man mano che proseguiremo nel gameplay. In parole povere, dovremo apprendere alcuni aspetti fondamentali del titolo, tra cui, ad esempio, come creare e sviluppare il nostro personaggio, come reclutare i vari NPC che ci accompagneranno nella nostra avventura e, di conseguenza, come gestire il party, come comandare la nostra nave (vera novità di questo secondo capitolo della saga). Tutto questo senza ovviamente scordarci del combat system, dell’esplorazione della vasta mappa di gioco, del sistema di crafting, che ci consentirà di creare nuovi oggetti, delle meccaniche stealth e di come calibrare l’intelligenza artificiale dei membri del nostro party.

In questo Pillars of Eternity 2: Deadfire dovremo avventurarci nell’arcipelago Deadfire, luogo in cui dovremo dare la caccia ad Eothas, il Dio della Luce, che è inaspettatamente tornato in vita. Così come avvenuto nel precedente capitolo della saga, anche in questo nuovo episodio avremo una visuale isometrica, ed il giocatore potrà avere il pieno controllo di tutti i membri del suo party. I combattimenti si svolgeranno in tempo reale, ma sarà possibile per il giocatore ricorrere a delle “pause attive“, con cui pianificare con calma le sue prossime mosse. Tuttavia, è bene ricordare sin da subito che una buona parte degli scontri potrà essere evitata, tutto questo semplicemente sfruttando il nostro ingegno e le nostre capacità di persuasione.

Fate attenzione ai colori

pillars of eternity 2 consigli
Fate sempre attenzione ai colori dei marker.

Sin dall’inizio della nostra avventura, ci renderemo conto che praticamente tutti diversi elementi di gioco con cui ci andremo a relazionare hanno il loro nome in un determinato colore, che andrà a rimarcarne la natura e, in alcuni casi, le intenzioni.

  • Colore ROSSO – in questo caso, sarete in presenza di nemici o di mostri che dovrete sconfiggere;
  • Colore BLU – è utilizzato per indicare i nomi delle varie isole, delle varie città, dei villaggi, dei dungeon e delle località che andremo a visitare;
  • Colore VERDE – questo colore è invece utilizzato per gli oggetti, sia quelli che troverete nel corso delle vostre avventure, sia quelli che riceverete come ricompensa dopo aver portato a termine una missione, sia quelli che potrete comprare dai vari mercanti;
  • Colore ARANCIONE – questo colore andrà invece a contrassegnare tutte quelle situazioni che potranno essere sbloccate attraverso una determinata abilità in possesso del protagonista o di uno dei membri del suo party. Ad esempio, troverete questo colore nel momento in cui dovrete persuadere un NPC della bontà delle vostre parole;

Consigli base su come approcciare a Pillars of Eternity 2: Deadfire

pillars of eternity 2 soluzione
Ecco alcuni punti da tenere in considerazione per la vostra prima partita al gioco.

Come ogni gioco di ruolo che si rispetti, anche Pillars of Eternity 2: Deadfire ha delle meccaniche decisamente strutturate e ramificate. Proprio per questa ragione, vi consigliamo di dare uno sguardo ai punti che seguono, in modo da essere consapevoli di quali elementi del gameplay avranno il maggior peso.

  • Selezionate un livello di difficoltà adeguato – Può sembrare una sciocchezza, ma non lo è per niente. Se siete alle prime armi con questo gioco, vi consigliamo caldamente di scegliere il livello di difficoltà intermedio, in modo da non affrontare una sfida troppo ardua. Ricordiamo che potrete cambiare la difficoltà di gioco in qualsiasi momento, ma l’importante è avere un “primo impatto” che non sia troppo punitivo;
  • Scegliete con cura la realizzazione del vostro personaggio – Questo è senza dubbio uno degli aspetti fondamentali di qualsiasi RPG. Tuttavia, Pillars of Eternity 2: Deadfire apporta un’importante novità: sarà infatti possibile sviluppare un personaggio multiclasse. In questo modo, potrete padroneggiare un numero maggiore di abilità, ma non potrete raggiungere il massimo livello di una singola classe, senza ovviamente dimenticare che lo sviluppo di un personaggio multiclasse è decisamente più complesso;
  • Scegliete con cura i membri che andranno a comporre il vostro party – A differenza di quanto era possibile fare con il precedente capitolo della saga, in Deadfire sarà possibile allestire un team di cinque membri (e non più di sei). Cercate sempre di inserire personaggi di differenti classi e con differenti abilità, in modo da farvi trovare pronti in qualsiasi combattimento e in qualsiasi situazione;
  • Utilizzate la pausa automatica durante i combattimenti – Come molti avranno potuto notare, è possibile impostare una pausa automatica, che si attiverà in determinate fasi di gioco. Questo elemento del gameplay potrebbe tornarvi decisamente utile, soprattutto per pianificare al meglio le vostre mosse, o per reagire a determinate tecniche avversarie. Provate ad impostare la pausa automatica, ad esempio, ogni volta in cui noterete un nemico, e vi renderete conto di quanti vantaggi potrete ricavare da questa feature;
  • Sfruttate ogni possibilità per ottenere nuovi Punti Esperienza – Come in ogni RPG, i punti esperienza faranno sempre la differenza tra una vittoria ed una cocente sconfitta; proprio per questa ragione, cercate di ottenerne il più possibile. I modi migliori per guadagnare EXP sono, ovviamente, le missioni secondarie, ragion per cui, ricordatevi sempre di parlare con ogni NPC che incontrerete. Un’altra modalità per salire di livello consiste nello sconfiggere tanti mostri: in base a quanto ora detto, cercate sempre di esplorare tutti i luoghi che la mappa di gioco vi mettere a disposizione, perché anche scoprire nuove località vi garantirà dei punti esperienza;
  • Cercate di passare inosservati – Ancora uno volta, muoverci nell’ombra senza essere visti potrà rivelarsi un’arma vincente. Se riuscirete ad arrivare alle spalle di un nemico senza destare sospetti, potrete realizzare un’uccisione silenziosa, ma potrete anche razziare casse e borseggiare altri NPC (a patto di essere in possesso delle giuste abilità);
  • Fate scorta di oggetti utili per la fase esplorativa – Nel corso della vostra avventura, troverete oggetti come grimaldelli, palanchini e rampini. Accertatevi di non iniziare mai una quest senza questi arnesi, perché potrebbero farvi sbloccare dei forzieri altrimenti non accessibili e potrebbero aprirvi nuovi sentieri per l’esplorazione;
  • Leggete con cura le descrizioni delle varie missioni ottenute – A differenza di quanto è possibile vedere in altri RPG, in Pillars of Eternity 2: Deadfire non saranno presenti i marker che vi diranno quali luoghi raggiungere per proseguire e portare a termine le varie missioni: sarete voi, proprio voi a dover capire come andare avanti. Per questa ragione, leggete con cura le descrizioni di tutte le quest che avete accettato, cercando di capire come portarle a termine;
  • Salvate spesso – Può sembrare un’ovvietà, ma è bene ribadire che, in Deadfire, sarà molto facile morire. Proprio per questa ragione, salvate il gioco quante più volte possibile, ricorrendo sia ai salvataggi automatici che a quelli manuali. Se i membri del vostro party sono feriti, riposate nelle varie locande e nei vari accampamenti che troverete nel corso della vostra avventura, perché, una volta che riceveranno quattro ferite, gli NPC andranno incontro ad una morte permanente;

Come importare un salvataggio del primo Pillars of Eternity

pillars of eternity 2 guida nave
La nave è una delle nuove aggiunte di questo nuovo capitolo della serie.

Se avete già giocato al primo Pillars of Eternity, sappiate che sarà possibile importare il salvataggio del primo capitolo della saga in questo nuovo Deadfire. Se vi state chiedendo come ottenere questo risultato, di seguito vi spiegheremo tutti i passi da seguire:

  • Se siete in possesso di un file di salvataggio del primo episodio della serie, cliccatelo e scegliete un personaggio, in modo da importare nella nuova partita tutte le scelte fatte in precedenza;
  • Nel caso in cui, invece, non abbiate giocato al gioco precedente, Deadfire vi darà comunque la possibilità di scegliere tra le sei precedenti storie predeterminate del primo capitolo. Si tratta del modo più veloce per iniziare una nuova campagna;
  • In alternativa, qualora non aveste un salvataggio, potrete sempre decidere di scegliere personalmente quale “direzione” prendere ai vari bivi narrativi del precedente capitolo, scegliendo il destino dei vari personaggi di gioco e degli altri NPC importanti ai fini della storia. Le decisioni si estendono sia al primo Pillars of Eternity che alla sua espansione, intitolata The White March;

Come creare il proprio personaggio

pillars of eternity 2 guida personaggio
Create con cura il vostro personaggio, in modo che sia pronto a tutto.

Precisiamo sin da subito che dedicheremo in seguito uno spazio maggiore a questa sezione. Come avrete compreso, la creazione del proprio personaggio è una fase di fondamentale importanza, in quanto ci consentirà di scegliere, fondamentalmente, il nostro stile di gioco, e di dare vita ad un protagonista che lo rispecchi. Pillars of Eternity 2: Deadfire vi offrirà tantissimi bivi narrativi, ed il vostro personaggio dovrà farsi trovare pronto ad ogni eventualità. Proprio per questa ragione, scegliete con cura quali statistiche sviluppare, cercate di farlo salire di livello nella maniera più veloce possibile e, soprattutto, scegliete la classe che maggiormente riterrete opportuna. Imparate a padroneggiare il vostro personaggio il prima possibile, ed il più sarà fatto.

Per creare il vostro personaggio, non dovrete fare altro che parlare con il Pale Knight, che troverete nelle primissime battute di gioco, in modo da decidere aspetto e statistiche del protagonista. Di seguito, vi elenchiamo le varie classi che tra cui potrete scegliere:

  • Barbarian
  • Chanter
  • Cipher
  • Druid
  • Fighter
  • Monk
  • Paladin
  • Priest
  • Ranger
  • Rogue
  • Wizard

Approfondiremo in un momento successivo ciascuna classe, in modo da potervi riportare tutti i rispettivi punti di forza e punti deboli.

Quali sono i controlli di Pillars of Eternity 2: Deadfire

pillars of eternity II deadfire comandi
Ecco tutti i comandi di gioco.

Di seguito, vi elenchiamo brevemente quali sono i comandi base del gioco. Ricordiamo che, ad oggi, Pillars of Eternity 2: Deadfire è stato rilasciato unicamente su PC; una release su console è attesa nel prossimo futuro.

  • Tasto sinistro del mouse: seleziona un personaggio / muoviti / interagisci / attacca. La funzione di questo pulsante varia a seconda della posizione del cursore;
  • ALT: attiva la modalità stealth. Utilizzatela senza pensarci due volte, soprattutto nelle aree con una maggiore presenza di nemici;
  • TAB: evidenzia tutte le possibili interazioni. Utilizzate questo comando tutte le volte che vi troverete in una nuova località, in modo da mettere in evidenza, ad esempio, casse del tesoro e personaggi con cui interagire;
  • F5: salvataggio rapido. Vi consigliamo di “abusare” di questo tasto, soprattutto nel caso in cui doveste scontrarvi con mostri particolarmente potenti;
  • C: carta del personaggio. In questo modo, potrete vedere le statistiche più importanti di un determinato personaggio, arrivando ad incluedere anche tutti le possibili alterazioni di status, sia positive che negative. Sarà inoltre possibile, sempre con questo comando, osservare la reputazione del personaggio;
  • I: equipaggiamento. Con questo comando, potrete controllare il vostro inventario, magari anche dopo aver ottenuto un nuovo oggetto;
  • J: Diario. Come detto in precedenza, il gioco vi informerà su tutti gli aggiornamenti delle quest che avete accettato e delle nuove missioni, attraverso un pop-up informativo nell’angolo in alto a sinistra dello schermo. Il Diario, però, conterrà sempre delle informazioni aggiuntive;
  • M: Mappa. Alcune mappe di gioco saranno visibile sin da subito, ma altre dovranno essere prima scoperte. Sempre attraverso questo tasto, potrete anche passare alla mappa di gioco;

Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti in merito.

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

conan exiles guida

Guida Conan Exiles: Come creare l’acciaio

guida pillars of eternity 2: deadfire

Guida Pillars of Eternity 2: Deadfire – Come guadagnare XP velocemente