We Happy Few – Guida alla Sopravvivenza

we happy few guida alla sopravvivenza

We Happy Few è principalmente un gioco di sopravvivenza. Avrai bisogno di scavare, combattere e farti strada furtivamente attraverso la città distopica di Wellington Wells per cercare di scappare. Con poliziotti che pattugliano gli angoli bui di ogni isola e cittadini che possono diventare ostili in qualsiasi momento, soprattutto alla vista di un “musone”, dovrai stare attento e giocare strategicamente se vuoi rimanere vivo. Di seguito abbiamo riportato alcuni suggerimenti di base sulla sopravvivenza per aiutarti a sopravvivere mentre vaghi da un’isola all’altra in We Happy Few.

We Happy Few: Consigli base per la Sopravvivenza

Presta attenzione alle tue statistiche


L’aspetto più basilare della sopravvivenza in We Happy Few è la gestione delle statistiche vitali e dei bisogni di base. Questo consiste nel mantenere un misuratore di Salute completo e gestire i livelli di fame, sete e fatica per mantenere inalterata la resistenza.

Ci sono vari modi per ricostituire la tua salute dopo essere stati feriti in We Happy Few. Consulta la nostra guida su come guarire per vedere cosa puoi fare per ripristinare la tua salute in esaurimento.

Per alleviare la fame e la sete, ovviamente dovrai mangiare cibo e bere bevande, anche se questo può essere più facile a dirsi che a farsi a seconda della situazione. Assicurati di trovare anche una pompa dell’acqua in ogni area per ricaricare la tua borraccia e dissetarti per un breve periodo.

we happy few guida

Il ribes blu è una fonte di cibo affidabile nelle prime fasi se stai cercando di sopprimere brevemente la tua fame senza avere un avvelenamento da cibo mangiando qualcosa di marcio.

La stanchezza può essere alleviata dormendo nel tuo letto all’interno di una delle Case Sicure. Nota che mentre il sonno può ripristinare i tuoi contatori di salute e affaticamento, può anche renderti molto affamato o assetato dopo, quindi tieniti il cibo e le bevande per il post pisolino.

Raccogli ogni cosa

Ripulire ogni luogo che visiti per ottenere le risorse è una parte importante della sopravvivenza in We Happy Few. Avrai bisogno di raccogliere quasi tutto, inclusi cibo, bevande e componenti di lavorazione. È preferibile dare la priorità alla raccolta di elementi che possono essere utilizzati per creare materiali di consumo di cui avrai bisogno spesso, come grimaldelli e bende.


Controlla il tuo inventario di Crafting per vedere di quali ingredienti hai bisogno per i vari oggetti in modo da sapere cosa cercare durante le fasi di esplorazione. Il tuo inventario ha un limite di peso, che è rappresentato dal livello Ingombro nel tuo profilo all’interno del menu di gioco. Potrebbe essere necessario scaricare alcuni componenti di lavorazione nel tuo Pneumatic Stash per liberare spazio.

Colleziona progetti

A proposito di crafting, ti consigliamo di raccogliere qualsiasi progetto che incontri durante l’esplorazione. I progetti sono essenzialmente la creazione di ricette che determinano quali oggetti puoi creare.

Una volta raccolto un progetto, la sua ricetta verrà aggiunta alla tua lista di Crafting. Tieni presente che alcuni progetti sono per oggetti che possono essere creati solo su una tavola di lavorazione meccanica (banco di lavoro) o un set di chimica, quindi dovrai visitare fisicamente queste stazioni per creare quegli oggetti.

Leggere libri

I libri sono anch’essi oggetti molto preziosi da raccogliere in We Happy Few. I libri possono concedere bonus di stato passivi che aiutano a migliorare le statistiche generali dei personaggi. Ad esempio, il libro Polmone di ferro riduce i danni da nebbia tossica. Assicurati di raccogliere e leggere tutti i libri che trovi nel gioco in modo da non perdere nessun bonus.

Evita il confronto

Mentre combattere poliziotti e cittadini ostili può sembrare allettante, la tua migliore possibilità di sopravvivenza in We Happy Few è cercare di evitare il conflitto a tutti i costi. Combattere un nemico ostile può rapidamente degenerare in più nemici se non stai attento, quindi è meglio evitare lo scontro quando possibile. Nel caso, leggi la nostra guida ai combattimenti.

Gli attacchi furtivi sono un ottimo modo per eliminare le minacce ostili in modo non violento. Basta essere sicuri di raccogliere e spostare i corpi dei malcapitati da qualche parte, nascondendoli in modo che nessun altro sia allertato da un corpo senza vita che si posa lungo il suo cammino. Se ti trovi in ​​una situazione in cui più nemici ti inseguono, è meglio cercare di scappare il più rapidamente possibile. Assicurati di mantenere alti i livelli di stamina, per ogni evenienza.


Ottenere risorse scavando

we happy few guida sopravvivenza

Durante le fasi di esplorazione tieni d’occhio le note sui punti di scavo, che ti indirizzano verso la posizione di vari punti di riferimento in tutta la mappa. I punti di scavo sono piccoli mucchi di terra con una cassa del tesoro che spesso contiene oggetti di valore come progetti, libri o materiali per il crafting.

Un punto di scavo apparirà sulla mappa con un simbolo di una pala dopo aver ottenuto la nota corrispondente, quindi assicurati di visitarli il prima possibile per raccogliere oggetti molto utili per la sopravvivenza.

Non è finita qui!

Scopri altre guide, soluzioni, walkthrough o trucchi per completare il gioco al 100%!

Hai suggerimenti o domande?
Segnalacelo nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Guida We Happy Few – Come ripristinare la salute

indovinelli-enigmi-rubrica-cover

L’antro di Gollum: l’indovinello del boia