Dota 2: montepremi stellare per The International

DOTA 2 The International 2017 - Evidenza

Il 12 Agosto 2017 si terrà a Seattle il The International, il campionato mondiale di Dota 2 e il montepremi in palio si aggira su cifre da paura.

Parliamo infatti di un montepemi che intende battere la già cifra da record dello scorso anno, ovvero 20.770.460 dollari, il più ricco nella storia degli esports fino ad ora.

Queste cifre si possono raggiungere solo grazie agli acquisti in game, di fatto la Valve dedica il 25% degli acquisti dei Battle Pass – pacchetto che permette l’accesso al torneo – al montepremi di The International, quindi più gente si iscrive e più il montepremi si alza. Valve di tasca sua sborsa poco più di un milione e mezzo di dollari, il resto arriva tutto da questa tassa di iscrizione, che va da 9.99 dollari a 36.99.

dota 2

Attualmente stando al conteggio sul sito ufficiale il montepremi si aggira ad una cifra di poco inferiore a 19.800.000 milioni di dollari, ma il conteggio varia di minuto in minuto.

Svoltisi per la prima volta nel 2011 con un montepremi molto più basso – di fatto fu finanziato solo ed esclusivamente da Valve con appunto 1.600.000$, i primi a portarsi a a casa il titolo furono i Natus Vincere, che si intascarono un milione tondo.

L’anno dell’esplosione fu però il 2014 con un boom di iscritti e conseguente innalzamento del montepremi quasi 11 milioni di dollari. Il 2015 fu l’anno dei 18 milioni fino al record di quasi 20 lo scorso anno, che verrà sicuramente battuto nel 2017.

Segnatevi la data, fate scorta dei vostri snack preferiti e il 12 Agosto prossimo non uscite di casa per nessun motivo!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Eleonora Muzzi

Professionista del doppio senso, videogiocatrice da un quarto di secolo, scrittrice per hobby, geek da sempre. Alla ricerca di più posto per sistemare i fumetti e videogiochi. Gioco ad un po' di tutto, non ho un genere preferito in assoluto, ma tendo a prediligere FPS con elementi RPG e stealth, anche se di tanto in tanto potreste trovarmi in un tunnel chiamato Cities Skylines in cui mi rintano per settimane a volte, dimenticandomi che esistono altri tipi di gioco.

Star Trek Online: annunciato l’aggiornamento Escalation

Game Critics Awards 2017: successo di Nintendo all’E3