Vainglory avrà il supporto di mouse e tastiera

Credits to: Android Central


Mouse e tastiera sono ormai imprescindibili per moltissimi giocatori che proprio non riuscirebbero a giocare in maniera alternativa. L’assenza di mouse e tastiera si fa sentire se si sta giocando a un MOBA come Vainglory, i cui sviluppatori hanno deciso di venire incontro alle esigenze di coloro che ne sentono un bisogno vitale. Megacorp Super Evil, creatori di Vainglory, hanno annunciato di aver introdotto il pieno supporto del Samsung DeX con l’ultima patch del gioco.


L’aggiornamento permetterà al gioco competitivo mobile di genere MOBA di essere giocato con un mouse e una tastiera per la prima volta, utilizzando la docking station DeX di Samsung. Il dispositivo funziona esclusivamente con la serie 8 (Note 8, S8 e S8+). Samsung ha scelto Vainglory perché il motore E.V.I.L. è molto performante in termini di risoluzione anche su schermi “ortodossi” e lo ha presentato qualche giorno fa al loro keynote durante la Gamescom. Vainglory ha prosperato fino ad oggi come gioco solo per cellulari, con controlli touch-screen reattivi che permettono al titolo di risultare giocabile sempre e comunque.

All’inizio di questo mese, lo sviluppatore ha annunciato di aver investito 19 milioni di dollari proprio per il miglioramento dell’esperienza di gioco del suo titolo di punta. Sulla partnership con samsung ne ha parlato Tommy Krul, CTO di Super Evil Megacorp:

Stiamo esplorando costantemente e spingendo i limiti della tecnologia di gioco. Abbiamo sviluppato Vainglory appositamente per i dispositivi mobili con velocità senza pari e controlli touch reattivi, ma ora, con l’aiuto di Samsung DeX, stiamo portando il gameplay al livello successivo per i giocatori che gravitano verso i giochi PC tradizionali e preferiscono giocare con mouse e tastiera.

Mouse e tastiera per Vainglory

VaingloryQuesto nuovo modo per giocare a Vainglory è stato presentato oggi sul palco dell’evento Unpacked Galaxy Note 8 a New York. L’accordo rappresenta l’ultima partnership tra SEMC e il gigante dell’elettronica. Vainglory è diventato uno dei primi giochi ad utilizzare la tecnologia grafica API denominata Vulkan di Samsung nel 2016, ed è stato anche partner di Samsung Galaxy Invitational, che ha ospitato team da tutto il mondo durante la E3 2016.

L’iniziativa di portare un’esperienza simile al PC su Vainglory sembra certamente una spinta verso la scena competitiva, che copre una nicchia piccola ma coerente nel grande schema degli eSports. Il giocatore medio probabilmente non userà mai una configurazione del mouse e della tastiera per Vainglory, ma la possibilità di collegare ogni giocatore a un PC durante un torneo dal vivo è una prospettiva appetibile. Va detto che al momento Megacorp non permetterà l’utilizzo di mouse e tastiera durante i tornei perché vuole che gli spettatori dei loro stream siano focalizzati sull’esperienza touch.

Il successo di Vainglory come titolo eSport proviene probabilmente dalla sua accessibilità, con tante persone che hanno accesso a smartphone e connessioni 4g o WiFi, e ora questa mossa fa fare un grande passo al gioco verso il giocatore medio. Almeno, è un vantaggio che Vainglory ha ora sul suo più grande rivale: Honor of Kings, un MOBA sviluppato da Tencent che spopola in Cina e che ufficialmente è stato lanciato in Occidente in agosto come Arena of Valor.

fonte: esportsobserver

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Remake in arrivo per Secret Of Mana

Sonic Forces: primo gameplay per la Modalità Tag