Ecco chi è il giocatore più ricco del mondo eSports

giocatore più ricco


Non è da tutti poter guadagnare cifre astronomiche nel mondo degli eSports. I guadagni dipendono da tanti fattori: dagli eventi a cui si partecipa, dalla carriera alle proprie spalle, dalla propria bravura, dal livello del proprio team. Quello degli eSports è un settore in cui ormai, in molti casi, girano parecchi soldi.


Esistono anche i Paperoni negli eSports? Certo, e possono raggiungere numeri da far girare la testa. Dall’International 7 appena concluso, e che abbiamo seguito per voi, è uscito il nuovo giocatore più ricco degli eSports. Vediamo chi è.

Un giocatore di Team Liquid è il più ricco di tutti

C’è un nuovo nome in cima all’elenco dei giocatori più ricchi nella storia degli eSports.

Kuro “KuroKy” Takhasomi diventa il player più “vincente” del settore e in grado di guadagnare la cifra più alta usando un mouse e una tastiera. Il traguardo è stato raggiunto grazie al suo primo posto all’International 7 come membro di Team Liquid.

giocatore più ricco
Credits to: Time 2 Dota (Youtube)

Takhasomi e i suoi compagni hanno vinto il premio messo a disposizione dall’organizzazione, 10.862.683 di dollari, per il loro trionfo a Seattle nel più grande torneo di Dota 2 del mondo. Si tratta del quaranta per cento del prize pool complessivo di 24.787.916 di dollari, il numero più grande mai registrato negli eSports.

L’International ha ripetutamente battuto i propri record con i suoi enormi montepremi, finanziati in gran parte attraverso la vendita di bundle di Dota 2. In questo caso si tratta del Battle Pass, un pacchetto ricco di contenuti. Con così tanti milioni di dollari in premio, i giocatori che poi arrivano alla vittoria finale diventano tradizionalmente anche quelli con i più alti guadagni mai registrati.

Kuroky Takhasomi è il giocatore più ricco

I guadagni di Takhasomi sono complessivamente di 3,3 milioni di dollari. Il suo primo anno di vittorie significative è stato il 2013, durante il quale ha vinto $ 156.582. È una somma ragionevole, ma un buon inizio per completare la scalata alla montagna dei ricconi dei giochi competitivi. Le vincite di Takhasomi sono aumentate costantemente ogni anno, raggiungendo un po’ alla volta più di 330.000 dollari durante il 2015 e il 2016. La sua quota del premio conquistato da Team Liquid a TI7 è di sette volte più grande del suo guadagno totale accumulato nei due anni precedenti.

giocatore più ricco
Credits to: Zeit Online

Nel 2017, prima della vittoria a Seattle, il pro player tedesco ha vinto 250.000 dollari nel torneo EPICENTER che si è tenuto a Mosca.


Il giocatore più vicino a Takhasomi non è altro che il suo compagno di squadra Millido Amer “Miracle” Barqawi, con oltre 2,9 milioni di dollari. I rimanenti membri di Team Liquid hanno guadagnato oltre 2 milioni di dollari nelle loro carriere. Sono raggiunti in questa gara solo da quattro membri del team Evil Geniuses, i quali sono arrivati tra i primi tre all’International per tre anni consecutivi, tra cui una vittoria nel 2015. Il giocatore di Evil Geniuses Saahil “Universe” Arora si trova al terzo posto dietro Takhasomi e Barqawi.

In particolare, i primi 38 professionisti di eSports della ricca lista sono tutti stati giocatori di Dota 2. Il classificato 39 è Lee “Faker” Sang Hyeok, famoso pro di League of Legends e protagonista di campionati mondiali SK Telecom T1.

Tutto ciò che è stato detto, è importante specificare, riguarda i soli numeri che prendono in considerazione i prize pool. Gli stipendi e le sponsorizzazioni dei giocatori non sono inclusi, e l’International è di gran lunga l’evento più ricco di tutto il sistema, quindi, queste cifre sono da aggiornare al rialzo. Nessun altro gioco al di là di Dota 2 ha molte possibilità di frantumare i record che hanno portato i giocatori a racimolare questi guadagni faraonici.

fonte: esportsobserver

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Skull and Bones: il team di sviluppo sfida quello di AC Black Flag

Pure Farming 2018: data d’uscita e trailer della Gamescom