Provato per voi: Dauntless, un hunting game da scoprire

Provato per voi: Dauntless, un hunting game da scoprire

Provato per voi: Dauntless, un hunting game da scoprire

Nei giorni scorsi vi abbiamo mostrato in anteprima Dauntless, hunting game di Phoenix Labs ancora in beta, che promette di diventare una valida alternativa a Monster Hunter basandosi molto su componenti MMO e Hack ‘n’ Slash. In questo articolo riassumeremo le nostre impressioni su questo titolo.

Mondi spezzati

Le vicende di Dauntless si svolgono nelle Shattered Isles, letteralmente dei pezzi di mondo che fluttuano nello spazio, per sopravvivere l’umanità è costretta ad affrontare i Behemoth le spaventose creature che minacciano le Shattered Isles. A fronteggiare questa minaccia si ergono gli Slayer (non la band metal), un gruppo di avventurieri specializzati nell’arte della caccia.

I Behemoth

Al momento se ne contano ben 13 specie, ognuno con caratteristiche peculiari e che richiedono tattiche che possono variare a seconda dei casi.

In questa beta, per il momento, abbiamo avuto modo di affrontare 3 di questi mostri:

  • Gnasher, a metà strada tra un castoro e un puma gobbo è il primo Behemoth che affronteremo anche nel tutorial. Questa nutria gigante è molto facile da eliminare visti i suoi attacchi facili da schivare.
  • Shrike, il classico OrsoGufo dei manuali di Dungeons & Dragons ci attaccherà con raffiche di vento e trombe d’aria che crea con le sue grosse ali. Nonostante le enormi dimensioni lo Shrike è molto veloce e non avrà problemi a schivare i nostri colpi e tirarci addosso i suoi attacchi simili al Sonic Boom di Guile di Street Fighter.
  • Embermane, un Garurumon sotto steroidi che punta tutto su attacchi corpo a corpo caricando il suo bersaglio.

Ogni specie può avere delle sotto-specie che varierà la natura degli attacchi del Behemoth in questione. Ad esempio è possibile trovare uno Shrike bianco che avrà il potere di congelare i suoi nemici.

Armati fino ai denti

I protagonisti di Dauntless hanno a loro disposizione un vasto arsenale che permette di eseguire attacchi diversi grazie al sistema di combo sui due tasti del mouse. Spade a due mani, Asce bipenni, Martelli esplosivi e Falci doppie si differenziano tra di loro per gittata e velocità. Anche se manca una vera e propria arma a distanza uno slot con scritto “Coming soon” fa ben sperare nell’aggiunta di archi, balestre o fucili.

Raccogliendo i materiali dopo ogni missione, oltre a migliorare le armi, sarà possibile creare armature sempre più potenti per poter affrontare la difficoltà sempre crescente dei nostri incarichi.

L’unione fa la forza

Uno dei punti cardine di questo titolo è la cooperazione tra i giocatori tramite un sistema di matchmaking, ancora da ottimizzare, che permette di affrontare le missioni in gruppo con amici o altri giocatori online.

In gruppo è possibile organizzare una vera e propria battuta di caccia e coordinare le proprie azioni e le armi da usare.

Dauntless

In conclusione:

Per quanto il gioco sia ancora in beta, Dauntless ha molto da offrire al proprio pubblico con un comparto grafico che si sposa perfettamente con l’ambientazione in stile “Pianeta del Tesoro” ed un gameplay semplice ed intuitivo. Nonostante manchi di alcune caratteristiche come trappole o altri elementi di pericolo sulle mappe, non è detto che questi elementi non vengano aggiunti in patch future.

Di seguito trovate il nostro stream sul canale Twitch di Player.it.

CLICCA QUI PER LO STREAM

Leggi anche “Destiny 2: 8 utili consigli per principianti”.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Diego Del Buono

Classe 1992 Studente di lingue cresciuto a pane e videogames, dalla Super Nintendo a tutta gamma Playstation. Nel 2007, scoperto l'online gaming con World of Warcraft, il suo interesse per il mercato videoludico è cresciuto a dismisura. Il suo sogno è di trasformare la sua passione per i videogames in un lavoro.

Proprio parlando di WoW, spesso lo troverete su Twitch con il suo canale Ilvecchiojameson.

Recensione A Hole New World

Vampiri Baali

Vampiri: la Masquerade. La più grande astuzia Baali è farci credere che non esistano