HOME » video

Arriva Pumpkin Jack, un platform tra MediEvil e Jak & Daxter

Abbastanza dal nulla è arrivato l’annuncio di un nuovo platform tridimensionale previsto entro la fine del 2020.

Pumpkin Jack è un videogioco sviluppato da Nicolas Meyssonier e pubblicato da Headup Games destinato a far scaldare i cuoricini dei videogiocatori più nostalgici. Il titolo, previsto per Playstation 4, Xbox One, Nintendo Switch e Steam arriverà sugli scaffali digitali entro la fine dell’anno ed ha una demo con cui è possibile provarlo.

Il titolo, stando anche alla descrizione data dallo stesso sviluppatore, è pesantemente ispirato da MediEvil (si, questo medievil) e dalla saga di Jak & Daxter, trilogia di Platform sviluppata da Naughty Dog durante l’era Playstation 2.
Si sprecano ovviamente i riferimenti ad Halloween e in generale a tutto un mondo soft-horror, perfetto per un videogioco destinato a tutte le età.

La trama parla del pacifico boredom kingdom (ovvero il regno della noia) che tra cittadini felici e calma piatta non ha fatto altro che far innnervosire il diavolo in persona. Quest’ultimo, arrivato al limite luciferino di sopportazione, ha deciso di punire gli abitante del regno a suon di piaghe, torture e ogni altro genere di oscenità utilizzando la maledizione della notte eterna

Il regno più noioso della storia dei videogiochi ovviamente non starà a guardare e tenterà di fermare l’avanzata del diavolo chiamando un potentissimo mago, in grado di mettere fine alla maledizione della notte eterna. Qui entreremo in scena noi, Pumpkin Jack, che per conto del diavolo avremo l’obbiettivo di combattere contro l’esercito del mago per permettere al nostro padrone di tornare a rilassarsi.

Pumpkin Jack, in sostanza, promette bene per essere un videogioco che poteva tranquillamente essere uscito durante i primi anni duemila su Playstation 2. Se siete appassionati del genere ed avete consumato i vari Yooka Laylee o A Hat In Time, questo è il titolo che fa sicuramente per voi.

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Tutti i forum Playstation chiuderanno entro la fine del mese

baldur's gate 3

Larian è quasi pronta a far vedere il gameplay di Baldur’s Gate 3