Occhi aperti | La nuova truffa online che ti porta via tutto

    nuova truffa via ail attenzione massima

    Nuovo anno, nuove truffe online: stati attentissimo o perdi tutto, la nuova truffa online che ti manda al baratro.

    Arriva un nuovo anno, ma le vecchie tradizioni delle truffe online restano e anche in queste prime settimane del 2023 dobbiamo tenere sempre gli occhi aperti quando navighiamo online per non incappare in uno di questi brutti scherzi che possono anche avere gravi conseguenze.
    Di recente è stato scoperta una nuova truffa su internet che potrebbe portarti via tutto, fai molta attenzione o potrebbe essere davvero la fine.

    Solo pochi giorni fa abbiamo parlato di una truffa online che era targata Agenzia delle Entrate, ovviamente non quella vera, ma una e-mail fasulla creata appositamente per ingannare i malcapitati utenti. I truffatori usavano il nome della celebre agenzia per far preoccupare i destinatari che subito inserivano i loro dati personali che venivano poi rubati da questi ladri informatici, una tecnica che viene chiamata in gergo tecnico phishing.
    Purtroppo l’allarme non è rientrato del tutto e in questo nuovo anno una nuova truffa tramite e-mail sta mietendo sempre più vittime su internet.

    Non farti truffare: occhi sempre ben aperti

    Di solito, soprattutto quando siamo particolarmente impegnati durante la giornata, siamo abituati a leggere le mail di fretta, senza prestare troppa attenzione all’indirizzo che ha inviato la mail e altri dettagli che ci possono sfuggire a una prima lettura. In questo modo essere truffati è davvero un rischio concreto, quindi il consiglio principale è sempre quello di leggere con attenzione le mail e magari farsi aiutare da un amico esperto nel settore per comprendere se si tratta di una truffa o meno.

    Potresti perdere tutti i dati: stai attento!

    I truffatori sono molto furbi, ma di solito le e-mail vengono composte da intelligenze artificiali o traduttori automatici che inevitabilmente possono generare degli errori. Leggendo il testo all’interno di queste email di truffa si possono notare diversi errori grammaticali o una punteggiatura non proprio corretta: questo è ovviamente segno di un testo non propriamente ufficiale e quindi con ogni probabilità si tratta di una truffa e non dobbiamo cascarci.

    La nuova truffa del 2023: ti ruba tutti i dati

    La nuova truffa che sta facendo ammattire tutti in questo nuovo anno è molto simile a quella di cui abbiamo parlato in precedenza e ha delle caratteristiche in comune con le altre mail di phishing. La particolarità del nuovo anno è che oltre all’Agenzia delle Entrate, i truffatori stanno cominciando a usare anche un’altra grande parola ricercata dagli italiani su internet, ovvero Ecobonus. Non è raro quindi trovarsi nella propria casella postale personale una strana e-mail targata Agenzia delle Entrate che ci parla proprio di questo fantomatico Ecobonus.

    La nuova truffa dell’Agenzia delle Entrate

    Nell’oggetto della mail potrebbe essere presente la dicitura Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria” e il mittente potrebbe rispondere a questo indirizzo di posta elettronica: “ufficiodirettoreagenzia@agenziaentrate.it”. L’Agenzia delle Entrate ci tiene a metterci in guardia da questi tentativi di truffa dicendo che quell’indirizzo e-mail non è ufficiale, così come altri indirizzi non ufficiali che sono sinonimo di truffa:

    • ricevuta.pagaonline@agenziariscossione.gov.it
    • notifica.acc@agenziariscossione.gov.it
    • pagaonline@agenziariscossione.gov.it
    • no_reply@agenziariscossione.gov.it
    • ricevuta_pagaonline@agenziariscossione.gov.it

    Il corpo delle mail può variare a seconda delle situazioni, ma i truffatori utilizzano più o meno sempre lo stesso metodo per spillare soldi o rubare dati personali: viene chiesto al cliente di cliccare su un link o scaricare un documento per “mancato pagamento”: se lo fate, i truffatori avranno subito accesso a tutti i vostri dati personali come password e dati bancari e potranno prosciugarvi il conto!