Furto di dati per Milioni di Utenti | Siamo tutti a rischio

    rubati i dati di milioni di account

    Un nuovissimo caso di hackeraggio ha colpito Twitter: i dati di milioni di utenti a rischio: quale sarà il provvedimento di Elon Musk?

    Da quando Twitter è passato nelle mani di Elon Musk sono davvero successe di cotte e di crude: dalle spunte del verificato che potevano essere prese da qualunque profilo alle nuove immagini del profilo quadrate e non più tonde, ma adesso la situazione si è fatta davvero seria e il magnate di origini sudafricane deve agire subito se non vuole finire ancora una volta nei guai (non che sia una novità per lui).

    Questa volta infatti non si tratta di un capriccio da parte del papà di Tesla o di qualche discussione online che lascia il tempo che trova, ma di un vero e proprio attacco hacker che ha messo a serio rischio la sicurezza di dati personali di milioni di utenti in tutto il mondo che utilizzano la piattaforma. Un colpo senza precedenti che potrebbe anche avere conseguenze peggiori in futuro, quindi noi tutti speriamo che Musk e il suo comitato di Twitter prendano presto in mano la situazione.

    Un database usato da tutti gli hacker

    Secondo quanto riportato dal Washington Post, tutto è iniziato già a partire dal 2021 (quando in realtà Elon Musk non era ancora proprietario della piattaforma con l’uccellino). In quell’occasione a causa di un bug della piattaforma gli hacker avrebbero sfruttato un buco per pubblicare un enorme database contenente i dati personali di milioni di utenti: secondo le indiscrezioni pare che in questo database ci siano i dati personali di 235 milioni di persone per un peso totale di 63 Gigabyte!

    Un attacco hacker ai danni di Twitter: tutti a rischio!

    Un colpo senza precedenti che però non si è fermato lì, ma anzi potrebbe avere conseguenze ben peggiori in futuro: questi dati, infatti, sono a disposizione degli hacker di tutto il mondo che potrebbero usarli per colpire gli utenti anche in futuro, ma non solo utenti normali anche per esempio profili politici o personaggi famosi.

    E Elon Musk che fa?

    Il grosso rischio di vedere pubblicati e hackerati gli account personali di tutti gli utenti di Twitter c’è e fa paura a tutti, ma la soluzione in realtà potrebbe essere dietro l’angolo. Secondo quanto riportato ultimamente sul web, uno degli hacker del maxi-attacco alla piattaforma avrebbe minacciato Elon Musk di vendere i dati di 400 milioni di utenti se non avesse pagato una cifra che si aggira intorno ai 300 milioni di dollari.

    Elon Musk: la sfida a distanza con l’hacker di Twitter

    L’hacker ha anche pubblicato le prove di quanto detto anche se molti credano si tratti comunque di numeri davvero esagerati, per adesso Musk ha scelto di rimanere in silenzio sull’accaduto e di non rispondere pubblicamente agli autori del furto informatico: che stia cercando di trovare una soluzione alternativa per non pagare oppure se ne sta semplicemente lavando le mani?