L’Oculus Rift S è ufficialmente defunto, non ci saranno nuove scorte

Oculus Rift S

Se stavate pensando di acquistare Oculus Rift S, fatelo il prima possibile!

Sembrerebbe che Oculus Rift S, il VR di Facebook, stia per svanire nell’oscurità; le scorte si stanno esaurendo e il colosso americano non ha alcuna intenzione di renderlo nuovamente disponibile sul mercato.

In una dichiarazione rilasciata a UploadVR, Facebook ha detto:

“Rift S è ancora disponibile per la vendita attualmente in alcuni canali in tutto il mondo, ma come abbiamo annunciato lo scorso anno, prevediamo di interrompere la vendita di Rift S nel 2021. Una volta esaurite le scort, gli scaffali non verranno riforniti in futuro.”

Perché Facebook ha deciso di mandare in pensione Oculus Rift S?

Nell’ottobre 2020, Facebook ha presentato l’impressionante Oculus Quest 2. Un visore per la realtà virtuale versatile e dall’incredibile successo tanto da essere riuscito a superare rapidamente l’intera gamma esistente di dispositivi VR di Facebook.

Per dirla senza mezzi termini, Quest 2 è un dispositivo di gran lunga superiore (anche di Oculus Quest, qui la nostra recensione). È più facile da maneggiare grazie alla sua costruzione leggera. Inoltre, il prezzo di Quest 2 è stato sin dal lancio ragionevolmente più basso. Nello specifico 349 € per la versione da 64 GB e 449 € per quella da 256 GB.

Questi fattori indubbiamente hanno affossato le vendite di Rift S e hanno difatti costretto il colosso di Mark Zuckerberg a dismettere la produzione di Rift S.

Oculus Rift S Visore VR

Quali sono le alternative a Oculus Rift S?

La prima e anche la più ovvia è Oculus Quest 2. Come già accennato, questo dispositivo ha una eccellente qualità costruttiva e un prezzo davvero appetibile.

In alternativa ci sarebbe Valve Index, un ecosistema simile sviluppato dai creatori di Steam. Purtroppo non è economico, in quanto può essere acquistato a parte dai 539 € e può arrivare a costare l’incredibile cifra di 1.079 € per la versione VR kit.

Oppure, se siete freschi possessori di PlayStation 5 potreste anche temporeggiare mentre Sony finisce di sviluppare il nuovo “casco” per la VR. Non abbiamo idea di quale sarà il prezzo ma sicuramente – un po’ come accaduto con il predecessore – dovrebbe riuscire a posizionarsi in una fascia da vero best buy.

Investirete nella VR conviene?

VR e AR sono entrambe tecnologie in forte crescita in questo momento. Se vi state chiedendo se effettivamente valga o meno la pena spendere il vostro gruzzoletto faticosamente conservato, la nostra risposta è affermativa.

Resta da vedere se la VR riuscirà ad imporsi come standard videoludico (e non solo) nel prossimo futuro, ma con grandi aziende come Facebook che investono in piattaforme VR e AR, la popolarità e utilizzo della realtà virtuale potrà soltanto aumentare negli anni a venire.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
narita boy

Narita Boy | Recensione (Nintendo Switch)

front mission

Square Enix rinnova il marchio di Front Mission a un decennio dall’ultimo capitolo