Cinque librigame digitali da provare assolutamente

Genere ludico famosissimo negli anni ’80 e ’90, il librogame ha subito purtroppo una progressiva decadenza a causa dell’affermazione del gioco digitale, ma negli ultimi anni la situazione ha avuto una svolta inaspettata: prima con l’affermarsi di smartphone sempre più adatti al gioco e poi con la nipponica Switch (piccolo paradiso per gli amanti degli investigativi e dei giochi narrativi), questo bel connubio fra libro e gioco narrativo ha avuto un eccezionale rilancio anche in versione videogioco, anche grazie a qualche prodotto italiano di primissima qualità.

Oggi vi presentiamo cinque di questi giochi, tutti usciti nell’arco degli ultimi dieci anni, che consigliamo caldamente: se amate leggere e al tempo stesso giocare, qui troverete pane per i vostri denti.

Buona lettura!

Deathrap Dungeon – The Interactive video adventure

Dei cinque giochi che compongono questa lista, Deathrap Dungeon è senza dubbio il più originale.

Si tratta della versione digitale di un classico del librogame scritto da Ron Livingston (fra i maestri del genere), trasposto in un originale film interattivo incentrato su un narratore (Eddie Marsan) che racconta una storia all’ascoltatore/giocatore e gli pone scelte da fare al termine di ogni scena, scelte che lo porteranno a proseguire nell’avventura.

Per quanto radicale nella scelta di costruire un intero gioco su una serie di sequenze cinematiche incentrate sul solo narratore (anche se condite con poche illustrazioni molto belle), Deathrap Dungeon è un esperimento piacevole, rilassante e con un comparto artistico di primo piano, in grado di restituire tutto il fascino del librogame cartaceo anni ’80, ma con una veste completamente nuova.

Deathrap Dungeon è disponibile per PC. | Leggi la scheda tecnica

Puoi acquistarlo su Steam.

Fra tenebra e abisso

Fra i librigame di questa lista, l’italianissima trilogia Fra Tenebra e Abisso rappresenta uno dei migliori esempi di come il gamebook digitale possa addirittura favorire il ritorno della controparte cartacea.

Nate come app librogame per Android e iOS, queste tre avventure interattive sono scritte con uno stile avvolgente e romanzesco e una particolare capacità di ricreare le atmosfere del classico Lupo Solitario di Joe Dever, ma con un’ambizione letteraria in più: giocando/leggendo la trilogia di Teasoft, l’impressione è quella di essere immersi in una costruzione narrativa ancora più solida, con una lore ricca e che fornisce sempre nuovi motivi per lasciarsi andare e immergersi fra le nebbie delle foreste ortanite.

Molto buona anche la varietà delle diverse diramazioni, che riescono a variare l’avventura e a divertire per ore.

Un successo “tutto italiano”, che ha fatto sì che venissero ne prodotte anche delle versioni cartacee, fra le protagoniste di quello che è definito il “rinascimento italiano del librogame“.

Fra Tenebra e Abisso è disponibile per Android e iOS.

Puoi acquistarlo qui.

Omen Exitio – Plague

Come in ogni buona lista di giochi narrativi, non poteva mancare qualcosa legato a un maestro della letteratura fantastica come Howard Philips Lovecraft.

Uscito nel 2018, Omen Exitio-Plague è un altro titolo italiano estremamente interessante: incentrato sulle vicende di un soldato britannico che tenta di dimenticare la perdita della moglie imbarcandosi in un’impresa bellica a Zanzibar, e che si ritrova di fronte a una terribile malattia che rischia di mettere in pericolo l’umanità, il gioco può contare su un eccellente comparto grafico che ricrea le pagine ingiallite di un vecchio diario di viaggio.

Buona la scelta d’approccio data al giocatore, con modi bivi narrativi che gli permettono di portare avanti la storia in modo diverso di partita in partita.

Illustrazioni evocative e una colonna sonora accattivante completano il quadro. Una vera chicca mistery.

Omen Exitio-Plague è disponibile per PC e Nintendo Switch.

Puoi acquistarlo qui (Nintendo Switch).

Werewolf – The Apocalypse: Heart of the Forest

Penultimo in lista, uscito a fine 2020 (e in versione console a inizio 2021), Werewolf-The Apocalypse: Heart of the Forest è un librogame ambientato nel Mondo di Tenebra e in particolare nel “sotto-setting” di Licantropi: l’Apocalisse, ed è già ritenuto fra i migliori videogiochi dedicati quest’universo narrativo.

Sviluppato dalle polacca Different Tales, propone una splendida veste grafica che unisce l’impatto visivo della miglior visual novel con la classica formula del librogame, il tutto condito da alcuni elementi da gioco di ruolo (com’è giusto che sia, dato il franchise da cui prende spunto).

A colpire di Heart of the Forest-incentrato sul ritorno della giovane Maia al suo paese natale e sulla ricerca delle origini della sua famiglia-è però il coraggio con cui Different Tales ha deciso di ambientare la vicenda a Białowieża, in Polonia, una delle aree boschive più selvagge d’Europa: un vero tocco di originalità per un franchise che ci ha abituato ad atmosfere prettamente nord-americane.

Werewolf-The Apocalypse: Heart of the Forest è disponibile per PS4, Xbox One, PC e Nintendo Switch. | Leggi la scheda tecnica

Puoi acquistarlo qui (PC).

Joe Dever’s Lone Wolf

Infine, il re di questa nuova voga, nonché in un certo senso il suo iniziatore: tratto dalla più celebre saga di librigame in assoluto, quella di Lupo Solitario, Joe Dever’s Lone Wolf è un bellissimo librogame interattivo uscito nel 2013 prima come app mobile e poi come prodotto per PC, Mac e poi console.

La trama si sviluppa in tre capitoli, in cui ovviamente vestiamo i panni del prode Cavaliere Kai Lupo Solitario, alle prese con l’impresa di liberare uno dei suoi feudi dai crudeli Giak.

Come nel caso di Omen Exilio e di Heart of the Forest, anche in Joe Dever’s Lone Wolf abbiamo di fronte non un semplice librogame strutturato in schermate collegate da ipertesti, ma una confezione curata costituita da un’interfaccia accattivante e da una colonna sonora che accompagna il giocatore per tutto il percorso.

Il vero punto forte di Lone Wolf è però un altro: nelle sezioni di combattimento, il suo gameplay si tramuta in quello di uno spettacolare gioco a turni, nel quale il giocatore è chiamato a pianificare la sua strategia, a potenziare gli attacchi e poi ad agire.

Forse, il vero paradigma da seguire per questo tipo di videogiochi. 

Joe Dever’s Lone Wolf è disponibile per Nintendo Switch, PlayStation 4, Android, PC, Xbox One.

Puoi acquistarlo qui.


Leggere giocando è possibile, anche in ambiente digitale, e con questa lista abbiamo cercato di darvi un’idea dei cinque titoli da provare assolutamente in caso vogliate approcciarvi al genere.

Che si tratti delle storie horror di Omen Exilio e Werewolf o di quelle più fantasy degli altri tre giochi, possiamo assicurarvi che il divertimento non mancherà.

Non ci resta che augurarvi buon gioco, o… buona lettura, o… beh, facciamo prima ad augurarvi buon divertimento e relax, in effetti!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Final Fantasy Tactis personaggi

Da Fire Emblem a Project Triangle Strategy, la storia dei giochi di ruolo strategici

THQ Nordic dichiara guerra a Football Manager: We Are Football in arrivo