Dieci speedrun da vedere in quarantena

speedrun da guardare in quarantena

“Com’è possibile? Io ho impiegato 10 ore solo per uscire da quella zona”. Quante volte l’abbiamo pensato guardando una speedrun! Eppure non c’è trucco e non c’è inganno (a meno che lo sfruttamento dei glitch non lo reputiate come tale), esistono giocatori in grado di terminare un videogioco da 60 ore in 15 minuti, gli speedrunner, creature con sensi iper-sviluppati e talmente skillati da fare schifo.

“Eh, ma non se li godono così”… che razza di tesi è? Uno speedrunner deve giocare quel videogioco 20, 50, 100, 1000 volte prima di poter abbozzare una corsa contro il tempo. Ne esistono di vari tipi, ad esempio le “any %”, cioè quelle che non richiedono il completamento del gioco al 100 percento, oppure le glitchless (le mie preferite), in altre parole quelle che non richiedono l’uso di bug per ritrovarsi nell’area finale dopo soli due minuti.

Qui di seguito vi proponiamo dieci speedrun, tra le più incredibili che possiate trovare sul web.

Bloodborne

Mah, troppo facile questo gioco, solo 20 minuti per portarlo a termine. Mi farò rimborsare. In realtà, sappiamo benissimo che solo per uscire da Old Yharnam abbiamo dovuto sacrificare lavoro e amicizie. Distortion è uno dei più apprezzati speedrunner in circolazione, con Bloodborne non ha tradito le attese.

Sekiro

Purtroppo in tempo di quarantena non possiamo andare a comprare un pad nuovo, quindi mettetevi comodi ad assistere alla performance di questo speedrunner che distrugge Sekiro, un videogioco che spesso e volentieri annienta l’autostima dei gicoatori. Ah, sentitevi DEBOLI.

Nioh

Nioh 2 è uscito da pochissimo, tuttavia non sono ancora riuscito a finire il primo (non ho tempo, ho anche altri titoli da portare a termine, non è che sono scarso… ehm…), pertanto è un bene guardare chi ci sa fare davvero.

Doom (2016)

Il re è tornato! Doom Eternal è ormai realtà e si torna a incenerire l’inferno! C’è chi ci mette un po’ più di tempo e chi invece i demoni se li mangia a colazione. Quella di Doom è una delle speedrun più entusiasmanti presenti sul web.

P.S. due ore vi potrebbero sembrare troppe, ma è stata fatta a livello Ultra Nightmare e completando il gioco al 100%.

Half-Life

I classici non vanno mai dimenticati, soprattutto se hanno davvero segnato profondamente la storia dei videogiochi. E poi Valve si è finalmente decisa a pubblicare un nuovo capitolo, Half-Life: Alyx. Potrebbe farvi storcere il naso la grande quantità di glitch presenti in questa speedrun, ma provateci voi a “trovarli” con questa precisione chirurgica.

The Witcher 3

The Witcher, bene o male, torna spesso nei nostri articoli, d’altronde è stato ed è tuttora l’amore un po’ di tutti gli appassionati di giochi di ruolo. Chi di voi si è mai cimentato in una speedrun delle gesta di Geralt? Quali sono i vostri tempi?

Resident Evil 2

“Leon, c’è un’emergenza a Raccoon City, devi eliminare la minac…”

“Un’oretta e torno, bro.”

Dark Souls 3

From Software è una presenza costante di questo articolo, d’altro canto è affascinante rendersi conto di quanto siamo impediti e di come ormai la vecchiaia ci abbiamo fatto rammollire.

TLoZ: Breath of the Wild

In questo capitolo, Link si risveglia senza ricordare nulla del suo passato, ma questo non gli impedisce di mettere fine alle ostilità in una ventina di minuti. Che grande eroe!

Super Mario Bros.

Terminiamo l’articolo sulle speedrun con il classico dei classici. Il world record di Super Mario Bros. è da pazzi, dura meno di una pausa caffè.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Resident Evil 3 Remake

Resident Evil 3 Remake: da Capcom un video recap per prepararci al meglio

Warframe | Guida a nascita e gestione dei Kubrow