Marvel Vs. Capcom 3 – Recensione


Ci sono voluti 10 anni e l’arrivo del rivoluzionario Street Fighter IV a dare il via ai lavori per l’attesissimo Marvel Vs. Capcom 3: Fate of Two Worlds, e dopo tutto questo tempo é ovvio che il mondo dei videogames, e i gamers stessi, siano cambiati a tal punto che un Marvel Vs. capcom 3 non poteva essere un mero sequel del suo predecessore!! La nuova creatura di Capcom, infatti, sembra quasi essere un reboot della saga, e il cambiamento non é solo grafico come potrebbe sembrare!! Questo significa che tutti i veterani che hanno gioito giocando a Marvel Vs. Capcom 2 rimarranno delusi da questo nuovo picchiaduro next gen? Decisamente NO!!! Scoprite perché leggendo la recensione di Games.it per Marvel Vs. Capcom 3: Fate of Two Worlds!!



GIUSTIZIERI MASCHERATI, LOTTATORI INDEMONIATI… E CAVALIERI IN MUTANDE!

In Marvel Vs. Capcom 3, ritroveremo tutti gli storici personaggi della serie in una nuova veste decisamente più appetibile agli occhi dei gamers “moderni”… pardon… non proprio tutti! Uno dei più grandi difetti di questo nuovo MvC riguarda proprio i personaggi. Non che non ci sia abbastanza scelta e varietà, con i suoi 36 personaggi giocabili Marvel Vs. Capcom 3 offre uno dei roster più nutriti e variegati (e bilanciati, ma ne parleremo dopo) che l’industria abbbia mai visto; la fregatura é che non tutti i personaggi dei vecchi capitolo sono riusciti a tornare, e come alcuni di voi avranno già capito il roster finale é inferiore di numero a quello di Marvel Vs. Capcom 2; senza parlare di alcune inesplicabili assenze: niente MegaMan, né Ciclope, né Cable… Solo questi nomi bastano per far storcere il naso a chi attendeva con ansia il ritorno di Marvel Vs. Capcom; ma d’altro canto il nuovo roster é così ricco di New Entry (soprattutto dal lato Capcom) che, nonostante possa dare l’impressione di immensa campagna pubblicitaria, giocando nei panni di Dante, o Chris Redfield o Sir Arthur si riscopre una soddisfazione che non si manifestava sin dal secondo capitolo della saga!! I nuovi personaggi infatti, insieme ai vecchi, sono splendidamente resi, sia visivamente (ma ne parleremo dopo) che carismaticamente: Sir Arthur e Haggar sono PROPRIO i due personaggi che hanno fatto fuochi d’artificio rispettivamente in Ghost’n’Goblins e Final Fight, tutto, dalle frasi, alle taunt, passando per le mosse, ricorda le loro movenze e la loro personalità, e questa immensa cura per i dettagli può essere riscontrata sull’intero cast. Sono soprattutto le interazioni tra i personaggi a speziare (e spezzare) l’azione di gioco, con delle vere e proprie mine vaganti dell’humor a cui sarà difficile resistere (qualcuno ha detto Deadpool?). Se alcune assenze dunque potrebbero far imbestialire i veterani, sono pecche presto dimenticate alla luce di uno dei roster più variopinti che il genere picchiaduro ci abbia mai proposto!! L’idea di fondo ci appare sin da subito chiara, se da un lato si vuol fare felici i veterani, dall’altro anche i gamers più giovani devono avere ciò che gli spetta, e in quanto a personaggi sicuramente Marvel Vs. Capcom 3 riuscirà a soddisfare qualsiasi gusto!
La seconda fregatura arriva quando, in un titolo che propone un numero spaventoso di personalità carismatiche e affascinanti, dove é presente anche la firma di Marvel che da mezzo secolo ha saputo tenere con il fiato sospeso intere generazioni di lettori, non esiste uno straccio di trama che possa giustificare l’immane mole di scazzottate presente in questo titolo!! Ovviamente, parliamo di un picchiaduro, chi ha bisogno della trama?! Ma vedere la narrazione (se così possiamo chiamarla) snocciolata brevemente nel filmato introduttivo (visivamente meraviglioso) e in qualche finale (ebbene non mancano nemmeno qui i finali senza alcun senso logico) di certo demotiva grandemente coloro che negli ultimi tempi si sono così abituati a trame da Oscar da non poterne fare a meno!!
Detto questo, con questo primo paragrafo non vorremmo farvi pensare a Marvel Vs. Capcom 3 come a un titolo scadente, dunque passiamo direttamente al cuore pulsante di questo titolo, che ne rappresenta i più grandi punti di forza!!



TRADIZIONALMENTE NUOVO!

La sensazione che un veterano prova sin dalla prima partita a Marvel Vs. Capcom 3 é di totale spaesamento!! Se pensavate di essere già dei fenomeni a questo titolo grazie ai vostri trascorsi, ricredetevi, dovrete ripassare un po’ di basi per tornare ai vecchi fasti del passato!! I combattimenti rimangono a team di 3 contro 3, i comandi delle mosse speciali sono sempre gli stessi (simili a quelli della serie Street Fighter) ma il sistema di Marvel Vs. Capcom 3 é infatti stato ridimensionato per permettere anche ai newcomers un approccio diretto al gioco, senza subire troppi shock! I pulsanti di attacco sono tre (debole, medio, forte), due tasti svolgono le funzioni di tag team, e un tasto é stato adibito all’azione “lancio”, nelle precedenti iterazioni un’azione che aveva un comando differente per ogni personaggio. Per quanto possa sembrare diverso questo nuovo schema di input, già dopo la prima mezz’ora si ricomincerà a padroneggiare i personaggi di Marvel Vs. Capcom 3, e, presto detto, anche i giocatori meno esperti riusciranno nello stesso tempo a capire le meccaniche di gioco.
Marvel Vs. Capcom 3 rende onore alla formula per eccellenza dei picchiaduro: “easy to play, difficult to master”, a dire il vero portandolo ai livelli estremi!! Il sistema é molto più indulgente al button smashing rispetto ad altri picchiaduro Capcom (ci stiamo ovviamente riferendo a Street Fighter IV), e durante le prime partite con un nuovo personaggio non sarà raro premere tasti a caso e vedere combo devastanti prendere vita sullo schermo, e forse questa rimarrà la tattica prediletta per molti giocatori inesperti (i Noob torneranno online), d’altro canto, la tattica del button smashing non rende praticamente nulla contro i giocatori esperti, che avranno a loro disposizione tutti gli strumenti per trasformare un personaggio (o meglio ancora un team di tre) in una vera e propria macchina da guerra!
Cercando di rendere l’azione di gioco a parole, la tattica base in Marvel Vs. Capcom 3 consiste nel colpire l’avversario con una combo debole->medio->forte, per poi lanciarlo in aria con il tasto apposito e da lì scegliere tra una variegata lista di azioni possibili: scatenare l’ira cieca di ulteriori attacchi fisici, chiedere aiuto ai nostri compagni “in panchina” (stato in cui qualsiasi danno subito viene rigenerato col progredire del tempo), o concludere il tutto con una tremenda e cinematografica Hyper Combo (in pratica le Ultra Combo… per continuare con i riferimenti a Street Fighter), tutto ciò senza contare la possibilità di poter delegare a uno qualunque dei nostri personaggi “in panchina” una di queste azioni. Detto ciò, va da sé che gran parte dell’abilità dei gamers più esperti consiste nel saper predire le mosse dell’avversario. In Marvel Vs. Capcom 3 la chiave della vittoria é sicuramente il gioco di testa, piuttosto che la destrezza nell’esecuzione dei comandi, se ne deduce che l’intero roster necessità di un bilanciamento sopraffino che, effettivamente esiste.



Niente più Magneto imbattibile dunque (anche se, ovviamente, ancora abbastanza forte), ogni personaggio ha una qualche caratteristica speciale che se usata al momento giusto può girare le carte in tavola di un match, e se mosse e parametri dei personaggi da soli non bastano, ad aggiungere un’arma in più all’armamentario di Marvel Vs. Capcom 3 ci pensa il nuovo X-Factor!! Un nome non proprio azzeccato (forse) ma una caratteristica estremamente necessaria per vincere i match. In qualsiasi momento del gioco infatti potremo premere i quattro tasti frontali per scatenare l’X-Factor del nostro personaggio, in parole povere, gli attacchi causeranno più danni, la velocità aumenterà, i danni in parata saranno annullati mentre quelli che subirà il nostro avversario verranno aumentati notevolmente!! Meno personaggi avremo a disposizione (più vicini saremo alla sconfitta dunque) e più utile si rivelerà l’X-Factor, con potenza e durata notevolmente maggiori. Se a prima vista potrebbe essere uno strumento “accessorio”, l’X-Factor é una chiave essenziale per vincere i match, e persino i giocatori più esperti potrebbero tentennare di fronte alla temibile potenza di un X-Factor (anche se, la stessa arma é a disposizione di entrambi i lottatori)
Si capisce dunque come il bilanciamento di questo Marvel Vs. Capcom 3 é estremamente alto, certo, non mancheranno le vittorie “facili” e gli avversari imbattibili, ma ogni giocatore riuscirà a trovare il personaggio giusto e il giusto modo per utilizzarlo, senza dover temere particolari match up o personaggi imbattibili!
Se proprio vogliamo trovare una pecca al gameplay di Marvel Vs. Capcom 3, dovremmo parlare delle poche modalità disponibili (con la modalità “Missioni” come picco di intrattenimento e dell’istruzione sulle mosse dei personaggi), e della terribile gestione dell’online, con lobby che supportano più di due giocatori, ma che mancano di una modalità spettatore, confinando i giocatori a snervanti sessioni di attesa!!
Per il resto, dal punto di vista di gameplay, Marvel Vs. Capcom 3 é uno degli esempi magistrali di come un concept possa essere reso moderno e godibile, senza sacrificare quasi nulla (MEGA MAN!!!) di ciò che ha appassionato i gamers veterani della serie!!

IL FUMETTO INTERATTIVO

Guardiamo in faccia la realtà… Durante la prima sessione di gioco a Marvel Vs. Capcom 3, soprattutto se come prima cosa vi cimentate con l’online, non capirete assolutamente nulla di ciò che sta accadendo sullo schermo. Raggi, proiettili, esplosioni, ragnatele, robot, missili e chi più ne ha più ne metta saranno il vostro pane quotidiano dal momento in cui inserirete la vostra copia di Marvel Vs. Capcom 3 sulla vostra console preferita!! Ovviamente questa peculiarità non rappresente un difetto in sé, visto che dovremo solo lasciar abituare i nostri occhi alla miriade di effetti che rendono Marvel Vs. Capcom 3 un carnevale per gli occhi.
Tutto, dai personaggi, agli stages, al più insignificante particolare, riesce a far strabuzzare gli occhi, non per un suo particolare impatto visivo di alto livello (la grafica, nel complesso, non é niente che non abbiamo già visto), più che altro per un tale senso di frenesia che spesso e volentierii ci ritroveremo con le dita immobili e la bocca aperta.
Dopo essersi abituati ai ritmi visivi di MvC3, potremo allora apprezzarne a pieno le sfaccettature che vanno dalla fedeltà della riproduzione dei personaggi (che si aggiunge alla loro fedele personalità di cui abbiamo parlato poco sopra), alla grandiosità della realizzazioni di alcune Hyper Combo, all’adrenalina che certe tracce sonore riescono a dare (tracce che vanno dai remix dei classici Capcom a nuove composizioni per quasi tutti i personaggi Marvel). Condiamo tutto questo con un comparto personaggi dotato di carisma e personalità, e aggiungiamo la guarnizione del doppio doppiaggio Inglese-Giapponese ed ecco confezionato un titolo impossibile da dimenticare!!
Se il gameplay é il punto di forza di Marvel Vs. Capcom 3, il design é ciò che rende ancora più spettacolare e divertente il titolo nel suo complesso!!
Inizialmente gli sviluppatori parlarono di Marvel Vs. Capcom 3 come ad un fumetto interattivo… l’unico pensiero che possiamo esprimere in merito é :”Magari i fumetti fossero come Marvel Vs. Capcom 3!”.

IL BRACCIO DESTRO DEL RE


Riserviamo il paragrafo conclusivo al dubbio che ha attanagliato molti gamers. Marvel Vs. Cacpom 3 esiste per spodestare il traguardo raggiunto con Super Street Fighter IV?
I due titoli, presentano molte differenze: MvC3 si rivela indulgente nei confronti di controlli imprecisi e giocatori inesperti, quando le rigide meccaniche di SSFIV spesso inibiscono i giocatori alle prime armi; il clima variopinto del primo contrasta con l’impostazione leggermente più seria della serie di Ryu e compagni; e alcuni giocatori esperti preferiranno le rigide meccaniche di Street Fighter a quelle più sciolte di Marvel Vs. Capcom 3! Detto questo, i due titoli sono entrambi godibili e non c’é la pretesa di sovrastare l’altro in nessun campo. Se siete fan di Super Street Fighter IV, Marvel Vs. Capcom 3 é un’ottima scelta se volete un picchiaduro più “rilassato” e variopinto, se amate i picchiaduro, ciò che vi allontana dall’apprezzare i molti pregi di MvC3 é solo il periodo di assestamento delle prime giocate, e se non avete mai provato un picchiaduro potrete sempre schiacciare tasti a caso fino a quando non sentirete il bisogno di imparare a combattere sul serio con i tanti personaggi disposizione!!
In definitiva, Marvel Vs. Capcom 3 é un titolo che cerca di far contenti tutti e che per certi versi ci riesce, ma, visto che non é possibile stare in due posti allo stesso tempo, alcuni aspetti saranno apprezzati da certi giocatori mentre altri aspetti verranno odiati, e, nonostante sarà solo il tempo a dirci se Marvel Vs. Capcom 3 riuscirà a detronizzare il trono di Super Street Fighter IV, per adesso possiamo dire che questo nuovo picchiaduro Capcom é un validissimo braccio destro!!

VOTO FINALE: 8.5/10

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Rage mostra le ambientazion in trailer!

Marvel Vs Capcom 3 – Guida ai trofei/obiettivi e ai personaggi sbloccabili!