PAC-MAN WORLD Re-PAC | Recensione (PS5) | Pac-man vecchio fa buon platform

Pac-man world repac

Dopo tanti anni dalla sua prima pubblicazione su console, PAC-MAN WORLD torna a trovarci in una veste rinnovata sulle console odierne. Per chi non lo sapesse il nome PAC-MAN WORLD è quello del primo platform tridimensionale di Pacman, effettuando quindi la trasformazione da arcade game a base di libirti ad una fortuna completamente rinnovata: un platform che guardava da vicino tanto il Mario tridimensionale quanto il Sonic di Sega.

Grazie ad un minuzioso lavoro fatto dalla software house Now Production al giorno d’oggi è disponibile sul mercato una nuova versione del titolo, pubblicato sempre da Bandai Namco. Vediamo insieme come si comporta al gioco pad alla mano.

Mangiare fantasmi non era mai stato così divertente

Come tutti sappiamo, PACMAN è un gioco che in passato ha segnato la storia del medium, facendo trascorrere ai videogiocatori momenti allegri all’interno dei suoi labirinti, tra caramelle e fantasmi.

Nel lontano 2000, con il primo dualshock playstation tra le mani, ho avuto l’occasione di provare un nuovo gioco: una copia dell’allora Pac-man World.
Di Pac-man conoscevo poco, ero piccolino e la pallina gialla era nella mia testa sotto forma di racconti: avevo in mente un gioco bidimensionale da Atari 2600 invece di un qualcosa degno della potenza tridimensionale di Playstation; chiaramente mi sbagliai.

pacman world originale psx
Pac-man World per PSX

Il PAC-MAN in questione si presentava con una grafica tridimensionale tutta nuova, abbandonando gli stessi labirinti per cui era diventato famoso. I livelli si espandevano orizzontalmente e verticalmente, i fantasmi circolavano liberi e le meccaniche di gioco non erano molto lontane da quello degli altri platform tridimensionali in commercio. Namco aveva aggiunto un’altra freccia alla sua faretra dei platform, con Pac-man a fare compagnia a Klonoa (di cui recentemente è arrivato il remake, trovate più informazioni qui)

Fare “Waka-Waka-Waka” non è mai stato così bello

Il comparto grafico e sonoro di PAC-MAN WORLD Re-PAC è, chiaramente, rimesso completamente a nuovo.

La software house che si è occupata del remake ha deciso di mettere mani alle fondamenta tecniche del gioco: le texture sono in 4K, i modelli poligonali molto più dettagliati, il sistema di illuminazione è al passo con i tempi, i dettagli dei livelli sono molteplici e finalmente il gameplay è ancorato a 60 frames al secondo, granitici come non mai.

A venir modificati sono state anche i filmati ed il loro contenuto; un esempio? La vecchia famiglia di Pac-man World non è più la stessa: osservando il video iniziale è possibile notare molte differenze grazie alle rivisitazioni dei vari personaggi, aggiornati in termini di design alle più recenti versioni di PAC-MAN.

Ms.Pac-Man, ad esempio, è stata sostituita con un nuovo personaggio chiamato Pac-Mom: tacchi a spillo, guanti nuovi ed un cappello rosa a tesa larga sono gli abiti che sono andati a sostituire il classico fiocco. Pac-Baby, invece, ora si chiama Pac-Sis e dice addio al ciuccio in favore di un sonaglino da tenere in mano; ci abbandona anche in questo caso il fiocco, in favore di un fiorellino rosa.

La nuova famiglia Pac-Man al completo
La famiglia di Pac-man al completo

Ad essere cambiato è anche il comparto sonoro: se il vecchio PAC-MAN WORLD soffriva di un audio pesantemente compresso, con distorsioni e alterazioni cromatiche, questo nuovo titolo reinnesta tutti i suoni e le atmosfere del titolo originali con arrangiamenti fedeli.

C’era una volta il videogioco Platform

Il gameplay di PAC-MAN WORLD Re-PAC è molto simile all’originale, cosa che farà felice chiunque sia appassionato di vecchi platform. Tornano anche in questa nuova edizione tutte le abilità precedentemente viste nel titolo: rimbalzo, scatto, lancio di palline e chi più ne ha più ne metta. Fa capolino anche la meccanica dell’Hover Jump, aggiunta nella versione 3DS di Pacman che permette al nostro giallissimo eroe di restare sospeso per qualche secondo, così da avere più tempo per i salti più complessi.

Aprendo il menu di pausa sarà possibile accedere ad una modalità semplificata, ottima per chi vuole diminuire lo stress aggiungendo qualche appoggio supplementare nei percorsi più complicati.

Pac-Man si libra in aria con la nuova abilità Hover Jump

Un’altra fresca novità è la rivisitazione della classica modalità labirinto, in PAC-MAN WORLD Re-PAC quando mangeremo una pallina speciale, il nostro PAC-MAN diventerà gigante acquisendo l’abilità non solo di mangiare i fantasmini ma anche di distruggere oggetti nello scenario, riuscendo anche a saltare più lontano. Tutti i labirinti saranno rigiocabili attraverso l’apposita Maze Mode, tra le altre cose.

Pacman gigante dopo aver mangiato una pallina speciale

PAC-MAN WORLD Re-PAC aggiunge altra carne al fuoco dettagliando di più i boss con dei filmati introduttivi, aggiungendo nuove meccaniche e migliorando quelle esistenti. Anubi, ad esempio, ha delle piattaforme collegate tra loro per rendere la sfida un po’ più semplice mentre TOC-MAN ha un jetpack per renderci la vita un po’ più difficile.

Boss fight contro Anubi in modalità facilitata
Boss fight Anubi con modalità facilitata attiva

Una bella mangiata

PAC-MAN WORLD Re-PAC è un fresco tuffo nel passato che ci ha permesso di rivivere una bel pezzo di storia. La sua formula classica e le sue novità inserite all’interno di questo remake renderanno il gioco diverso ai veterani del genere ma permetterà sopratutto alla nuova generazione di recuperare un gioco vecchio di 23 anni che non ha perso assolutamente la sua grinta, che riesce a farci giocare nuovamente con quei fantasmini e ci fa riassaporare il vecchio genere platform corri, salta e “mangia” che tanto ci mancava.

Giudizio Finale PAC-MAN WORLD Re-PAC è uno dei miglior remake da me giocati. Lo studio Now Production non ha lesinato sulla qualità inserita nel titolo. La rivisitazione al 100% del gioco con aggiunte di nuove funzioni, nuova grafica, nuovi personaggi e nuove modalità è stata fatta alla perfezione donando al gioco una nuova indentità al tal punto che chi lo comprerà per la prima volta non sospetterà minimamente che sia un gioco vecchio di 23 anni e ne rimarrà soddisfatto. La durata del gioco è uguale all’originale e forse dura fin troppo poco e magari questo potrà stimolare a riportare in vità PAC-MAN WORLD 2 e 3 che per longevità a funzioni erano anche superiori al primo. Nel complesso ci ha soddisfatto a pieno e sembra essere invecchiatto davvero bene quindi non perdetevelo assolutamente!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
Splatoon 3 copertina

Splatoon 3 | Anteprima (NSW) | Un frenetico antipasto a base di calamari

Path of Titans

Path of Titans | Anteprima (NSW) | Vita sociale da dinosauri su PC e Switch