Recensione: Candleman – The Complete Journey

Recensione: Candleman - The Complete Journey
Se siete amanti dei Platform o speedrunner in cerca di una nuova sfida, oggi abbiamo qualcosa per voi. Parliamo di Candleman titolo sviluppato da Spotlightor Interactive, che ci racconta la storia di una candela e della sua magica avventura.


Se siete amanti dei Platform o speedrunner in cerca di una nuova sfida, oggi abbiamo qualcosa per voi. Parliamo di Candleman titolo sviluppato da Spotlightor Interactive, che ci racconta la storia di una candela e della sua magica avventura.

C’era una volta…

Una candela, che guardandosi allo specchio, si interrogava sulla propria natura. Camminando per le stanze buie di una vecchia nave abbandonata scorse da un oblò qualcosa brillare in lontananza, era il faro. Nel vederlo la piccola candela decise di voler anche lei diventare alta come il faro e di illuminare l’oscurità con la sua luce donando speranza a tutti quanti. Cominciò quindi il suo cammino per raggiungere il faro e scoprire il suo segreto. La strada però era lunga e piena di pericoli in un mondo a lei fino ad ora sconosciuto. La persevaranza sarà l’unica arma di cui disporrà.

Un Platform a lume di candela

L’azione di Candleman si svolge in vari scenari ma tutti con un comune denominatore, l’oscurità. Unica fonte di luce saremo naturalmente noi e le candele sparse in giro per i livelli che accenderemo durante il gioco, attenzione però che essendo fatti di cera non potremo andare in giro accesi come una fiaccola olimpica. Con soli dieci secondi di autonomia dovremo unire i nostri riflessi alle nostre capacità di memoria per affrontare i vari salti e completare i livelli.

La storia è divisa in capitoli ed ogni livello verrà introdotto da un pezzettino di racconto, prendendo tutte le candele del quadro otterremo un tassello in più.

I comandi sono davvero elementari:

  • WASD per muoversi.
  • Barra Spaziatrice per saltare.
  • CTRL per accendere la propria fiamma.

Avanzando nel gioco ci troveremo a dover alternare in modo preciso il salto e la fiamma che con la tastiera potrà diventare complicato, consigliamo quindi l’uso del controller (pienamente supportato).

La nostra fiamma non servirà solo ad accendere le altre candele o a illuminarci il cammino ma sarà molto spesso la chiave che ci farà risolvere alcuni enigmi e puzzle interagendo con gli oggetti circostanti come alcuni frutti, fiori e pedane particolari.

Una fiaba in movimento

Sin dai primi minuti di gioco si ha la sensazione di essere entrati in un libro di fiabe con un mondo enorme visto dalla prospettiva di un protagonista così piccolo. Si passa dalla cambusa tetra di una nave a sentieri costellati di fiori luminosi fino ad affrontare fantasmi e specchi magici. I colori vivaci che contrastano il nero dell’oscurità riassumono perfettamente l’alternanza tra luci ed ombre con la quale dovremo collaborare per progredire nel gioco. I colori tenui rendono il tutto più profondo e rilassante, di sottofondo un musica tranquilla ci accompagna facendo riaffiorare in noi un senso di scoperta ed esplorazione, componenti non sempre presenti in un platform. Come è solito per i titoli di questo genere più andremo avanti e più dovremo affinare le nostre abilità ed affrontare pericoli sempre maggiori.

In conclusione:

Tra i tanti platform frenetici che si trovano in giro Candleman va sicuramente controcorrente offrendoci un titolo dai toni calmi quasi come un favola della buonanotte da leggere prima di andare a dormire. La semplicità dei comandi si unsice alle arguzie delle meccaniche di luce ed ombra che metteranno alla prova il nostro ingegno e i nostri riflessi. Nonostante il generale relax che trasmette questo titolo non mancheranno momenti al cardiopalma. Il titolo si presta pienamente ad un’esperienza di streaming o serializzazione se siete content creator. Semplicità e prezzo competitivo sono i punti forti di questo gioco.

Ringrazio infine Spotlightor Interactive per avermi dato la possibilità di provare questo fantastico platform.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Diego Del Buono

Classe 1992 Studente di lingue cresciuto a pane e videogames, dalla Super Nintendo a tutta gamma Playstation. Nel 2007, scoperto l'online gaming con World of Warcraft, il suo interesse per il mercato videoludico è cresciuto a dismisura. Il suo sogno è di trasformare la sua passione per i videogames in un lavoro.

Proprio parlando di WoW, spesso lo troverete su Twitch con il suo canale Ilvecchiojameson.

Legrand Legacy

Recensione Legrand Legacy

Guida: Ken Follett’s The Pillars Of The Earth Libro 1