Mario + Rabbids Kingdom Battle – Recensione


Articolo a cura di Samuele Zaboi


Cosa succede quando si unisce il mondo dei Rabbids a quello di Super Mario? Questa deve essere stata la domanda che è passata per la testa degli sviluppatori di casa Ubisoft (tra cui è presente anche la divisione italiana, ndr) e Nintendo. Domanda che ha dato il là per la creazione di Mario + Rabbids Kingdom Battle. Quando Shigeru Miyamoto si è presentato sul palco della conferenza Ubisoft, nel corso del più recente E3, è stato facile intuire come le due grandi software house abbiano lavorato a stretto contatto e in piena sinergia per dare vita a un’esclusiva per Switch che ha attirato l’attenzione di tutti.
Il Regno dei Funghi vi aspetta e ha bisogno di voi!


All’improvviso il caos

Grazie a una speciale macchina del tempo, molto simile a una comunissima lavatrice, i Rabbids si ritrovano catapultati nella stanza di una giovane e geniale adolescente nonché fan della Grande N. Qui, manifestando tutta la loro irriverenza e tutto il loro essere pasticcioni, scatenano l’utilizzo di uno sintetizzatore, chiamato SupaMerge, strumento capace di unire due elementi per crearne uno solo. Qui prendono vita delle creature ibride tra i Rabbids e i personaggi di Super Mario, sfruttando peluche o poster presenti nella stanza, mentre nasce un vortice che porta le creature di casa Ubisoft nel Regno dei Funghi, andando a disturbare le tranquille giornate di Mario, Peach & Co.
Queste sono le premesse che aprono le danze in Mario + Rabbids Kingdom Battle. Dopo i primi filmati di apertura (dove non manca sin da subito la comicità dei Rabbids) vi ritroverete a guidare il vostro team, capitanato da Mario in compagnia di Rabbid Peach e Rabbid Luigi. Beep-0, una sorta di piccolo robottino sferico, sarà la vostra guida, vi spiegherà le dinamiche del gioco e vi fornirà, man mano procederete con l’avventura, i nuovi strumenti per affrontare nemici e ostacoli di vario tipo.
Il vortice che ha portato i Rabbids “buoni” nel Regno dei Funghi ha scatenato però anche terribili creature sulle quali sono cadute le mani degli storici nemici di Mario. Sfruttando il sintetizzatore, che si è unito a un piccolo Rabbid in tutta questa confusione, gli avversari continueranno a spuntare e saranno sempre più forti e sempre più potenti. L’obiettivo del famoso idraulico e del suo team, con l’aiuto di Beep-0, è naturalmente quello di riportare la pace e la tranquillità nel Regno dei Funghi: per fare questo sarà indispensabile affrontare, e vincere, una serie sterminata di battaglie dove tattica, potenza e strategia la faranno da padrone.

mario-rabbids-recensione

Parole d’ordine: strategia!

Mario + Rabbids Kingdom Battle è uno strategico a turni dove l’obiettivo, controllando gli eroi del proprio team, è quello di superare i vari stage che si presenteranno nei diversi mondi del Regno dei Funghi. Per raggiungere i campi di battaglia, vero cuore pulsante del gioco, si dovrà spostarsi nel magico mondo di Mario affrontando piccole sezioni platform con puzzle game di facile risoluzione. Questi elementi sono stati inseriti per dare una maggiore vivacità al gioco e l’obiettivo si può dire raggiunto, dal momento che non risultano mai fastidiosi o stancanti. Queste fasi prettamente platform non solo vi permetteranno di proseguire nell’avventura ma vi consentiranno di raccogliere monete o aprire dei forzieri all’interno dei quali sono nascoste armi e oggetti collezionabili.
Come già ricordato nelle righe precedenti, il fulcro vitale di Mario + Rabbids Kingdom Battle sono le battaglie strategiche a turni, sfide che con il proseguo dell’avventura diventeranno sempre più vaste e sempre più complesse. Durante il vostro turno potrete scegliere dove spostare i vostri eroi, entro un raggio stabilito, quali avversari attaccare e se attivare o meno le abilità di cui saranno dotati. Non mancherà la possibilità di interazione tra gli stessi eroi: potranno aiutarsi a vicenda per effettuare balzi e raggiungere infatti aree più distanti oppure potranno utilizzare le abilità per recuperare punti salute o potenziare momentaneamente l’efficacia delle proprie armi.
Nell’eseguire tutte queste mosse ovviamente sarà necessario tenere in considerazione anche i possibili attacchi nemici, scegliendo quindi dove andare a piazzare i propri eroi e selezionando accuratamente quali avversari colpire, soprattutto nelle fasi più avanzate.
La vittoria non significherà sempre eliminare tutti i nemici sul campo di battaglia ma in alcuni stage sarà sufficiente raggiungere una determinata zona, con un particolare personaggio o con uno qualsiasi degli eroi del proprio team.

Un mondo ricco, ricchissimo

Mario + Rabbids Kingdom Battle può apparire semplice e monotono all’inizio ma man mano che verranno sbloccati i nuovi mondi ci si renderà conto ben presto di come la realtà sia ben differente, soprattutto in termini di gameplay. Nelle battaglie saranno presenti infatti molteplici elementi che andranno ad arricchire in maniera esponenziale le possibilità di azione: questi andranno da zone sopraelevate agli iconici tubi del mondo di Super Mario in versione Rabbid senza scordare speciali blocchi che se colpiti potranno causare esplosioni con conseguenze di diverso tipo.
La ricchezza di contenuti è data anche dalla possibilità di sbloccare e sostituire le armi dei personaggi. Sarà possibile scegliere tra diverse tipologie, ognuna con particolari abilità, e tra differenti outfit, con stili, colori e forme coloratissime, proprio come il Regno dei Funghi. Ogni eroe inoltre disporrà di un’arma secondaria, che potrà essere da mischia o da distanza, dando vita a una serie di combinazioni e di opzioni veramente alte e varie. Starà ai giocatori scegliere la più congeniale e quella maggiormente polivalente, per raggiungere la vittoria con upiù facilità. Per sbloccare tutte queste armi si dovrà fare uso delle monete raccolte durante il gioco, principalmente durante le fasi platform ma anche nel corso delle battaglie, specialmente quando si metterà a segno un “colpo aureo” che farà cadere sul terreno un discreto numero di monete.
Nel tragitto tra tra un campo di battaglia e l’altro si potranno affrontare anche mini livelli speciali a tempo (veramente mini, ndr) che, se completati con successo, sbloccheranno contenuti unici: questi potranno essere modellini 3D dei personaggi, brani della colonna sonora o le già citate armi.
Al termine di ogni battaglia si otterrà una valutazione: questa dipenderà dal numero di turni utilizzati per raggiungere la vittoria e quanti eroi saranno sopravvissuti alla fine dello scontro. In premio si avranno monete e sfere del potere: queste potranno essere utilizzati per sbloccare e migliorare le abilità di ciascun eroe.
Mario + Rabbids Kingdom Battle è un titolo ricchissimo non solo a livello di contenuti ma anche per quanto concerne il design e il gaemplay, come abbiamo già potuto vedere. Il Regno dei Funghi e i suoi mondi sono coloratissimi e variopinti, oltre a essere molto diversi tra loro. Nel corso dell’avventura sarà possibili inoltre sbloccare nuovi personaggi che si andranno a unire al roster di eroi disponibili: starà poi al giocatore scegliere quali utilizzare all’interno del proprio team.
Molteplici scelte e possibilità, una tavolozza di colori ricchissima, gameplay vario e contenuti sbloccabili: Mario + Rabbids Kingdom Battle ha tutte la carte in regale per conquistare molti giocatori, grazie anche alla presenza di una modalità co-op che permette a due giocatori di collaborare in sfide esclusive e in livelli speciali creati ad hoc.


Commenti finali

Mario + Rabbids Kingdom Battle è un titolo ricco che si rivela vario e scacciando la monotonia e la ripetitività, contrariamente a quanto si possa pensare. Sterminate ore di gioco, una marea di contenuti sbloccabili e collezionabili e molteplici eroi da utilizzare fanno di questo titolo un’esclusiva per Switch imperdibile, senza dimenticare la presenza di una modalità co-op per condividere l’esperienza di gioco con un amico. Se cercate un titolo divertente (grazie anche agli irriverenti Rabbids che vi strapperanno più di un sorriso) ma impegnativo al punto giusto, senza un livello di difficoltà proibitivo, Mario + Rabbids Kingdom Battle è ciò che fare per voi.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

dota

Dota 2: pioggia di recensioni negative su Steam a causa di Half-Life 3

WRC 7 si mostra in un nuovo trailer