Cooking Mama: Bon Appétit! – Recensione


Articolo a cura di Samuele Zaboi


Cooking Mama è una delle serie più rinomate per Nintendo 3DS (e prima ancora per Nintendo DS) nonostante non sia mai diventato un vero e proprio blockbuster. Oltre ai diversi spin-off pubblicati nel corso degli anni, la serie principale ha proseguito imperterrita la propria cavalcata raggiungendo così il quinto capitolo, Bon Appétit!, disponibile da pochi giorni per Nintendo 3DS e che permette ai giocatori di fare nuovamente un tuffo tra i fornelli con Mama.

Ricette, ricette, e ancora ricette

Gli appassionati della serie attendono ogni nuovo capitolo della saga per scoprire quali saranno le nuove ricette e i nuovi piatti da dover cucinare insieme a Mama. Sotto questo punto di vista, i giocatori potranno definirsi soddisfatti grazie all’elevato numero di cibarie da preparare: più di 60 ricette permetteranno di spaziare tra antipasti, primi, secondi e dolci. Ogni piatto richiederà diversi passaggi, molti di più rispetto al passato, per poter essere completato e, a seconda dell’accuratezza con cui verranno portati a termine, si potrà ottenere una medaglia di bronzo, d’argento oppure d’oro. Il computo complessivo permetterà di raggiungere una valutazione il cui massimo sarà pari a 100; così facendo sarà possibile sbloccare nuove ricette e nuovi piatti da cucinare. Questo procedimento, così come il gameplay, non si discosta da quanto visto in passato basandosi da un lato su uno stile di sicuro successo, immediato e ben conosciuto dai giocatori ma dall’altra parte senza introdurre un vero elemento innovativo capace di dare una ventata di novità e freschezza al prodotto nel suo complesso.

Con queste premesse, Cooking Mama: Bon Appétit! di fatto si propone come un mero aggiornamento dei capitoli precedenti, con i giocatori che si vedranno affiancare Mama nella preparazione delle ricette fino a raggiungere la medaglia d’oro per tutti i piatti.

Non solo cucina

Il quinto titolo della saga cerca di fornire un più ampio ventaglio di contenuti con una serie di minigiochi differenti tra loro che si andranno a sbloccare con il susseguirsi del completamento delle varie ricette. Questi si suddividono in cinque differenti categorie: Aiutiamo Mama, Aiutiamo al Negozio, Studiamo, Aiutiamo nell’orto e infine Dojo cucina. Quest’ultima modalità permette di ripercorrere i piatti già completati a patto di concluderli entro un tempo limite decisamente esiguo.

Le altre opzioni saranno ricche di minigiochi con un gameplay che però non si discosta da quello visto con le ricette ma almeno questi riescono a offrire qualche variante al solito gioco. Un’interessante aggiunta è invece una modalità multiplayer che permette di cimentarsi in emozionanti sfide per un massimo di quattro utenti, a patto di riuscire a trovare abbastanza giocatori connessi in quel momento, impresa non così scontata a causa della possibile non massiccia diffusione di Cooking Mama: Bon Appétit!


Commenti finali

Cooking Mama: Bon Appétit! è un prodotto discreto che, consolidandosi sulle basi già ben note, saprà far felici i fan della serie. Il titolo non riesce però a rinnovare un gameplay che si discosta per poco, o nulla, da quanto già visto in passato. Sono da apprezzare invece l’inserimento di minigiochi e di una modalità multiplayer in grado di variare, anche se non in modo eccessivo, il gameplay a disposizione dei giocatori.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Ori and the Blind Forest – Recensione

L’Ombra di Mordor – Lucente Signore: Soluzione e Guida