Il Professor Layton e l’eredità degli Aslant – Recensione

il professor layton e l'eredità degli aslant recensione


Il Professor Layton e l’eredità degli Aslant, sesto episodio della serie enigmistica Nintendo per eccellenza, conclude il prequel iniziato con Il Professor Layton e il richiamo dello spettro portando il giocatore a spasso per ben 8 location diverse realizzate splendidamente dagli sviluppatori di LEVEL-5. Il viaggio intorno al mondo del Professore viene affrontato a bordo dell’aeronave Bostonius assieme agli impavidi amici di sempre, Luke ed  Emmy, a cui poi si aggiungeranno nuove e conoscenze. Dopo sei capitoli l’enigmatico Professore è ancora pronto a stupire e il nuovo mistero celato dall’antica civiltà degli Aslant è, senza dubbio, uno dei migliori titoli della serie mai sviluppati.

recensione a cura di Simone Alvaro “Guybrush89” Segatori

UN VIAGGIO AI CONFINI DEL MONDO

il professor layton e l'eredità degli aslant recensione

Il misterioso Sycamore, scienziato di fame internazionale, invita i nostri eroi nella sperduta e nevosa cittadina di Frostburg per presentare la sua nuova ed eccezionale scoperta: una mummia vivente perfettamente conservata nel ghiaccio. La mummia è in realtà una ragazza congelata e ultima discendente ancora in vita dell’antica civiltà degli Aslant, popolo perduto tra le pagine della storia che il Professor Layton ha studiato e approfondito nel corso della sua gioventù. Dopo l’inizio tra le lande gelate di Frostburg, il giocatore sarà proiettato verso una vera e propria caccia al tesoro impreziosita da personaggi carismatici e una narrazione molto più veloce rispetto a quella vista nei precedenti episodi. La forza della trama risiede proprio in questo particolare ovvero la mancanza di tempi morti che lasciano il posto ad un ritmo incalzante che non fa che aumentare la tensione e l’immersione nella vicenda raccontata.  I misteri proposti dall’intero arco narrativo sono i soliti 150 ma vi sarà la possibilità tra enigmi extra, sbloccabili con i Picarati, ed enigmi online, scaricabili dallo store settimanalmente, di raggiungere quota 500.

SEMPRE PIU’ LAYTON

 

il professor layton e l'eredità degli aslant recensione

Ad affiancare la trama ci sarà il classico gameplay rimasto fedele ai canoni introdotti sin dal primo episodio della saga. Chi si aspettava una svolta di originalità o desiderava un’evoluzione del brand resterà a bocca asciutta perché la formula del caro Professore è sempre la stessa perfezionata e messa a punto capitolo dopo capitolo. Durante l’avventura, un breve e pratico tutorial mostrerà i tipici comandi della saga che in pochi semplici passi istruiranno i novizi e daranno una corposa infarinata agli appassionati.  Oltre la comoda sezione Appunti in cui annotare e provare le soluzioni dei vari puzzle, la Valigia in cui salvare il gioco, catalogare gli enigmi e risolvere i misteri, potremo provare i 3 minigiochi sbloccabili nel corso della storia: La Boutique, Lo Scoiattolo e il Giardiniere. Il primo trasforma il Professor Layton in un novello stilista che attraverso specifiche richieste estetiche, dovrà vestire coerentemente il personaggio di turno cercando di creare l’abito perfetto ed evitando di accostare particolari e colori non desiderati dal cliente. Nel secondo saremo chiamati ad aiutare un piccolo scoiattolo nel tentativo di far rotolare una ghianda nella sua tana, posizionando massi, bastoni e tutto il necessario in modo da delineare un percorso che porti la ghianda alla meta. L’ultimo minigioco vi farà sfoderare il pollice verde mettendovi di fronte ad un giardino davvero esigente: le piante cresceranno esclusivamente in determinate condizioni e solo grazie ad una particolare scelta della loro disposizione sul terreno potrete vederle crescere felici.

il professor layton e l'eredità degli aslant recensione

Nella Valigia sarà presente anche una nuova modalità denominata “Caccia al tesoro” in cui il giocatore sarà chiamato ad affrontare una vera e propria caccia agli oggetti richiesti. Visitando nuove località infatti si sbloccheranno nuove sfide che ci porteranno ad aguzzare la vista per trovare nei colorati scenari dell’avventura gli oggetti ricercati. Trovandoli tutti acquisteremo punti da spendere nell’apposito menù premi. Con i punti potremo perfino creare nuove sfide da condividere con i giocatori di tutto il mondo grazie alla modalità online della Caccia al Tesoro e allo StreetPass ( l’ormai assodato sistema di scambio informazioni di Nintendo ).

UNA TUBA IN 3 DIMENSIONI

La realizzazione tecnica del titolo sfrutta la potenza del 3DS mostrando la sesta incarnazione degli scheletri poligonali dei personaggi, superbamente animati e belli da vedere, che si muovono in scenari totalmente interattivi, colorati e ricchi di particolari.

Proprio in questi piccoli mondi da esplorare potremo curiosare in giro scoprendo informazioni sull’universo ludico del Professore e raccogliendo le monete aiuto con cui sbloccare appunto gli aiuti che portano alla soluzione degli enigmi. Il comparto sonoro trasforma e remixa le armoniche melodie diventate ormai marchio di fabbrica della serie e che non mancheranno di accompagnarci anche in questa nuova avventura. I filmati a cartone animato che narrano la storia dei nostri eroi colpiscono per intensità e una perfetta lavorazione vicina a quella dei migliori anime giapponesi. Grazie alla modalità 3D potrete godere di un’avventura ai massimi livelli, esplorando l’intero nuovo mondo offerto da LEVEL-5 in tutte e 3 le dimensioni.

COMMENTO FINALE

il professor layton e l'eredità degli aslant recensione

Il Professor Layton e l’eredità degli Aslant è senz’altro uno dei migliori capitoli della serie che lascerà ai fan un gradito ricordo delle avventure del professore gentiluomo. Fino alla fine, gli sviluppatori di LEVEL-5 non hanno mai cambiato strada perfezionando, anno dopo anno, una formula ricca di idee a metà tra l’avventura grafica e i giochi d’ingegno. Pur non allontanandosi molto dal livello tecnico del predecessore, questo nuovo capitolo offre un mondo più vasto e colorato tutto da esplorare. Il mistero dietro la civiltà degli Aslant vi terrà incollati allo schermo fino agli ultimi minuti di gioco con un ritmo incalzante e una narrazione di alto livello. Il Professor Layton si congeda dopo anni di onorato servizio e ci lascia con un avventura capace di appassionare sia i fan che chi si avvicina per la prima volta a questo enigmatico mondo.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Simone Alvaro "Guybrush89" Segatori

Ritrovato in tenera età su una spiaggia pixelata le sue prime parole sono state "Voglio fare il pirata!"

In mancanza di un vero galeone è partito all'arrembaggio del mare della rete depredando le conoscenze di ogni isola su cui è approdato: Ha scritto per Games, VGN, Adventure's Planet, Badgames, FlopTV, Cinefilia Ritrovata, Ridble e creato qualche video per la ciurma di Game Series Network.

Nel mentre la taglia sulla sua testa è aumentata e dopo che l'Università di Viterbo lo ha ritenuto un pericoloso "Capitano della Comunicazione", l'Alma Mater Studiorum di Bologna lo ha classificato come "Minaccia Pirata esperta di Cinema, Televisione e Produzione Multimediale".

Per circa un anno è quindi rimasto nascosto nella Cineteca di Bologna, gestendo dall'ombra l'Archivio Videoludico e organizzando anche un ritrovo piratesco conosciuto come Svilupparty.

Dopo qualche tempo passato in mare tra cinema, fumetti, serie tv, libri, aspirapolvere e videogiochi, senza mai una vera casa, mette l'ancora alla fonda nella baia videoludica di Player.it, dove passa le giornate in compagnia di scimmie, balene e altri animali. Va spesso ad ubriacarsi nella taverna di Tom's Hardware, inoltre va all'arrembaggio di libri e fumetti su Frasix, di gadget e serie TV su Nospoiler e Cinematographe e svolge ricerche su antichi manufatti per conto di Ivipro.

Il richiamo dell'oceano però lo trascina continuamente tra le onde e anche se non sa dove lo porterà il vento quello che conta davvero è il viaggio.

PlayStation 4, vietato tenerla al chiuso

Call of Duty: Ghosts – Videorecensione multiplayer