Smartboy: come giocare ai retro game sul vostro smartphone

smartboy giocare retro game smartphone

Nonostante le moderne console spingano sempre più per il gaming in 4K, l’effetto nostalgia la fa ancora da padrone. Nonostante Sony e Microsoft abbiano basato le rispettive campagne di marketing sulla possibilità di giocare alla maggiore risoluzione possibile, il retro gaming ha ancora il suo fascino. L’attuale sold out su Amazon del Nintendo Mini SNES non fa che confermare quanto da noi affermato. Ancora oggi, nel 2017, c’è una vasta fetta di gamer che preferisce rispolverare i classici del passato, magari abbinandoli alle nuove uscite. Proprio in questo panorama si inserisce Smartboy. L’accessorio in questione consente di giocare alle vecchie cartucce per Gameboy sul proprio smartphone.

Smartboy: come fondere Gameboy e smartphone

smartboy giocare retro game smartphone
Un sogno che si realizza.

Nel panorama del retro gaming, è quasi inutile sottolineare il fatto che Nintendo faccia la parte del leone. Quando si pensa ai videogiochi del passato, ai grandi classici, si pensa a Super Mario, Donkey Kong, Zelda, semmai ai Pokemon, Sonic, ecc. Guarda caso, la maggioranza di queste mascotte rientrano nel roster Nintendo. A tutto questo bisogna aggiungere che la grande N fu la prima azienda a portare al successo le console portatili. Quanti di voi hanno posseduto un Gameboy? E quanti di voi ci giocano ancora adesso? Questo perché molti classici delle mascotte del gaming per eccellenza sono stati creati per la storica console portatile Nintendo.

Inutile dire che il Gameboy, come ogni altra console, ha subito lo scorrere del tempo. E proprio questa è lo scopo che si prefigge Smartboy: svecchiare la console Nintendo, fondendola con il dispositivo simbolo di questi anni, ovvero lo smartphone. L’accessorio, al modico costo di £60, consente di giocare alle cartucce di Gameboy e Gameboy Color sui cellulari con sistema operativo Android. E se è vero che anche l’occhio vuole la sua parte, Smartboy colpisce dritto al cuore. Il lato frontale è praticamente identico a quello del Gameboy, con la croce direzionale, i tasti A, B, Start e Select. Sul retro, invece, c’è l’alloggiamento per poter inserire le cartucce dei vostri giochi preferiti.

Smartboy: tutte le informazioni e dove comprarlo

smartboy giocare retro game smartphone
Qualcuno ha detto “Pokemon Blu”?

Avete cartucce in diversi formati? Non preoccupatevi. Smartboy supporterà sia le cartucce in formato PAL (per l’Europa) che in formato NTSC (quello americano). Il dispositivo sarà rilasciato il prossimo Settembre, ed è prenotabile presso il sito Funstock. Come detto in precedenza, l’accessorio supporta il sistema operativo Android. Ancora non sono disponibili informazioni per una versione per iOS.

Smartboy leggerà i giochi in cartuccia, permettendovi di giocarli sullo schermo del vostro cellulare, tramite upscaling. Come ovvio, a differenza del Gameboy, non necessita di batterie.

Il device potrà anche essere utilizzato con altri giochi come, ad esempio, le app GBA presenti su Google Store. Lo scopo alla base di Smartboy è non solo quello di dare una nuova giovinezza ai vostri giochi per Gameboy, ma anche quello di impedire il diffondersi di emulatori illegali.

Ecco una piccola gallery.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Anteprima della patch 7.3 di World of Warcraft

Nights of Azure 2: Bride of the New Moon da ottobre disponibile