I cacciatori diventano prede nel secondo DLC di Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands


Ubisoft ha annunciato che la seconda espansione di Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, Fallen Ghosts, sarà disponibile dal 30 maggio 2017 per i possessori del Season Pass su PlayStation 4, Xbox One e Windows PC. L’espansione sarà acquistabile anche singolarmente da tutti i giocatori una settimana dopo, dal 6 giugno 2017.

Fallen Ghosts è ambientato dopo la caduta del Cartello Santa Blanca. La forza militare della Unidad è ormai incapace di mantenere il controllo della Bolivia e il paese è piombato in una violenta guerra civile. Per aiutare a ripristinare l’ordine, la Unidad ha deciso di arruolare membri del cartello, veterani di guerra, mercenari e criminali dei paesi confinanti come soldati volontari. Insieme, hanno formato una speciale quanto brutale unità, chiamata Los Extranjeros, a cui viene ordinato di rintracciare ed eliminare gli agenti americani.

In questa situazione caotica, i Ghost hanno un’ultima missione: evacuare gli ultimi membri della CIA e i civili americani rimasti nel paese. Inviati per portare a termine la propria missione, i Ghost si ritrovano nel mezzo della giungla, senza alcun supporto esterno e contro nemici letali equipaggiati con le migliori armi e tecnologie. Questi pericolosi soldati scelti sono suddivisi in quattro classi diverse:

  • Corazzati: equipaggiati con spesse corazze antiproiettile, sono particolarmente insidiosi nei combattimenti ravvicinati.
  • Tiratori scelti: dotati di un avanzato rilevatore di movimenti, i tiratori scelti sono in grado di notare i propri bersagli a grandi distanze e non sbagliano mai un solo colpo.
  • Jammer: grazie a un potente jammer nel proprio zaino, sono in grado di neutralizzare i droni e interferire con ogni dispositivo elettronico.
  • Operatori Speciali: equipaggiati con una potente balestra e un nuovo prototipo per l’occultamento, che li rende praticamente invisibili, danno un nuovo significato alla parola “Ghost”.

La campagna di Fallen Ghosts includerà 15 nuove missioni, in cui i giocatori dovranno eliminare quattro nuovi boss localizzati in tre diverse regioni. Nell’espansione, i giocatori inizieranno con un personaggio al livello 30 e saranno equipaggiati con tutte le abilità principali del gioco. Il limite del livello aumenterà da 30 a 35, e potranno sbloccare nove nuove abilità suddivise tra abilità fisiche, armi e drone.

Fallen ghosts

Fallen Ghosts include anche sei nuove armi esclusive, tra cui nuovi fucili d’assalto, fucili di precisione e una balestra, equipaggiabile con frecce esplosive.

Infine, per i giocatori più esperti, i livelli di difficoltà avanzato ed esperto sono stati modificati per offrire una sfida ancora più impegnativa. Disattivando l’HUD, i giocatori potranno ottenere l’esperienza più tattica ed estrema mai offerta da Ghost Recon Wildlands.

In Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, i giocatori esploreranno una Bolivia fittizia di un prossimo futuro, con il preciso obiettivo di eliminare il violento cartello della droga Santa Blanca a qualsiasi costo. Agendo dietro le linee nemiche, daranno la caccia ai propri bersagli, cercando informazioni riservate e utilizzando oltre 60 veicoli, tra cui auto, motociclette ed elicotteri. Per distruggere il cartello, dovranno raggiungere El Sueño, lo spietato leader di Santa Blanca, cercando di spezzare l’alleanza tra i signori della droga e il governo corrotto del paese. Nei prossimi mesi sarà disponibile la modalità PvP per Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands.

Per maggiori informazioni su Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, potete visitare questo sito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Simone Pettine

Mi piace leggere, scrivere, videogiocare, approfondire la mia conoscenza delle lingue indoeuropee e mangiare i bambini.

Annunciato Harvest Moon: Light of Hope, arriverà su PS4, PC e Nintendo Switch

Recensione: Charlie Murder