Sacred 2: Fallen Angel


Recensione di Guybrush 89

Sacred 2: Fallen Angel è disponibile per Pc ( uscito nel 2008) Xbox 360 e Ps3. La versione usata per la prova è quella playstation 3

Ah finalmente le cronache di Ancaria anche su console!…ma ce ne era davvero bisogno?



Deep Silver e Ascaron  ci riportano tra le terre di Ancaria con l’ Hack and Slash Sacred 2, famosa saga per PC, si prepara a sbarcare sia su Ps3 che su Xbox 360 con un risultato che lascia veramente a desiderare…

Ci sono film che vanno visti al cinema, perché al di fuori del grande schermo rendono veramente poco…beh questo è il caso di Sacred 2, uno dei migliori titoli per Pc che, nella sua trasposizione per console, perde quella magia o quel particolare tocco che lo ha reso un gioco capace di venire fuori dalla massa. Il motore grafico poco implementato dalla versione Pc, i numerosi bug, l’adattamento mal riuscito del mouse e la tastiera al joypad, fanno di questo titolo uno dei tanti giochi che si andranno ad affiancare ai titoli appena sufficienti usciti per le console di nuova generazione, andando a formare un contorno ai videogiochi più validi.

LA LEGGENDA DI ANCARIA: 

L’energia T, un enorme potere che trascende il tempo e da vita a tutte le cose: piante, animali, popolazioni intere e reami, sono spinti da questa misteriosa energia che, protetta dai Serafini, ha sempre donato pace e prosperità alle terre di Ancaria. Col passare del tempo, gli angelici Serafini, decisero di passare questo immenso potere ad un’altra razza, scegliendo tra tutti gli Alti Elfi che era noti per la loro bontà e per la loro inclinazione al bene.
Tanto potere in mano ad una razza non istruita ad utilizzarlo, anche se si tratta della razza più buona del mondo, può portare ad una scissione dell’equilibrio…i Serafini non pensarono molto a questo problema, così gli Alti Elfi si aprirono alle conoscenze dell’energia T che, ben presto, li portò a una situazione di rottura interna in cui si formarono decine di gruppi di Alti Elfi che rivendicavano il controllo totale sull’energia T.
Le guerre e la distruzione che seguirono, non fecero altro che aumentare negativamente l’energia T che, essendo parte di tutte le cose, mutò ogni animale o pianta in mostri, avvelenò i mari, prosciugò i fiumi, arrivando addirittura ad eclissare il sole. Le altre razze decisero così di intervenire per ristabilire il dominio ad Ancaria, o per cercare di ottenere quell’immenso potere capace di trascinare qualunque cosa nel Caos.
La storia raccontata, si svolge 2000 anni prima del precedente capitolo, e senza particolari colpi di scena, non ce la fà ad essere qualcosa di più di un semplice sfondo a tutta l’avventura.


Potere del cristallo di luna…vieni a me!

UN REGNO IN ROVINA:

Anche sul fronte grafico la potenza dei motori delle console di nuova generazione non viene utilizzata al massimo per un risultato che, pur curato nei dettagli, non impressiona anzi, ha un contrasto visivo datato e scadente.
Pur presentando degli ottimi effetti di luci e delle palette di colori più accese, rispetto alla versione Pc, il gioco presenta ambienti spesso monotoni con problemi di caricamento in ogni nuova area raggiunta, che rallentano l’azione e creano diversi fastidi al giocatore.
Altro aspetto che può risultare abbastanza tedioso è il lento refresh delle immagini, soprattutto nei luoghi esterni, che può generare rallentamenti durante le fasi dei combattimenti.
Anche se incerto nella grafica, il mondo di Sacred 2 è un mondo che vive di vita propria, sensazione che viene resa ancora più forte grazie al continuo scorrere del tempo e ai cambiamenti climatici in una ambientazione che anche se non riesce ad essere un massimo splendore a livello grafico colpisce per la sua varietà.
Il comparto sonoro descrive perfettamente la natura in cui il gioco è immerso con il rumore dei ruscelli, del vento e dei versi degli animali realizzati ad opera d’arte. Anche le musiche sono buone tra cui spiccano alcune canzoni del gruppo underground Blind Guardian. Purtroppo il linguaggio e per metà localizzato in italiano, nel senso che avremo situazioni del tipo <<  Ehi tu brutto Orco! >> e l’orco che vi risponderà << I don’t speak italian >>, non è certamente il massimo lasciare il doppiaggio dei nemici in inglese.


Speriamo che il nemico stia più attento a emh..qualcos’altro, più che a i miei colpi


LA BATTAGLIA PER ANCARIA:

Le scelte comportamentali si stanno pian piano facendo strada in un numero sempre maggiore dei videogiochi, come dimostra il recente Infamous. Purtroppo, la scelta che si compie all’inizio di Sacred 2, cioè se agire dalla parte del bene o del male, non avrà nessun risvolto per il gioco in se e quindi, pur comportandosi in diversi modi, il mono di gioco reagirà sempre alla stessa maniera annullando il concetto base delle scelte cioè i cambiamenti che esse comportano.

All’inizio del gioco potremo creare il nostro personaggio scegliendo tra diverse razze guerriere:

Serafine:
Sono guerriere che se ne vanno in guerra con corazze che lasciano veramente poco all’immaginazione. Personaggi equilibrati sia nelle arti magiche che in quelle combattive, sono la classe di personaggi che meglio si adatta ai nuovi giocatori del genere. Scegliendo una Serafina, non vi è la possibilità di giocare la campagna dell’oscurità, visto che queste creature angeliche sono completamente votate al bene. Oltre ad essere una delle classi migliori, le Serafine, potranno cavalcare le Tigri dai denti a sciabola.

Alta Elfa:
Una classe che è la probabile sostituta della classe del mago disponibile nel primo Sacred, la sua debolezza nel corpo al corpo viene compensata dalle incredibili doti magiche di cui dispone. Oltre a disporre di ben 3 classi per ogni incantesimo, le Alte Elfe, potranno cavalcare i Serpenti del Vento.

Inquisitore:
La classe più oscura e malvagia del gioco e quindi votata esclusivamente al male, per cui non vi sarà la possibilità di giocare la campagna della luce. Nel suo ottimo comparto di incantesimi, spicca fra tutti la possibilità di evocare eserciti di morti per combattere in battaglia. L’animale cavalcabile dall’inquisitore sarà l’inquietante Ragno Funebre.

Guerriero Ombra:
Ucciso in battaglia e richiamato a vivere da un potente incantesimo, questa classe avrà l’aspetto dei guerrieri vichinghi, con elmi cornuti e pellicce di animale. La potenza in battaglia di questa classe è imparagonabile, soprattutto per quanto riguarda il corpo a corpo. L’animale cavalcabile dal guerriero ombra sarà il malefico Mastino Infernale.


Guardiano del Tempio:
La più antica delle classi sono questi Cyborg, composti di tessuto vivente e parti metalliche. Un ottimo misto di magia e tecnologia, cavalcano una grande ruota metallica chiamata  Mobiculum capace di potenziarli notevolmente in battaglia.

Driade:
Discendente di una razza di Elfi rinnegati, la driade vive in simbiosi con il mondo naturale e conosce tutte le magie che vengono dalla Natura. Ottima nei combattimenti a distanza, cavalca un animale magico chiamato Lucertola Gigante.
 
Non ha importanza quale delle razze si scelga perché le missioni del gioco saranno le stesse per ogni classe di personaggi. Il regno che andremo a visitare si estenderà per ben 22 miglia quadrate, potremo esplorarle da cima a fondo ad eccezione di alcune aree che richiederanno particolari incantesimi o armi magiche.
L’arsenale dei personaggi è vasto e potenziabile proprio come accadeva nel primo capitolo, e va dalle comuni armi come arco, spada corta, martello, ad armi ben più potenti come lo spadone l’arco incendiario e l’incantesimo per evocare i morti.
Vi sarà inoltre la possibilità di affrontare la campagna principale offline con un altro giocatore e quella online con altri 3…

L’ENERGIA T  INVADE LA RETE:

Se Sacred 2 non è quel grande gioco che era per PC, in online cambia completamente: sarà perché e possibile giocare l’avventura in compagnia, sarà perchè puoi sempre contare sui tuoi compagni, ma Sacred si trasforma da gioco appena sufficiente ad ottimo. Anche se il gioco resta afflitto dai problemi citati in precedenza, l’online di Sacred 2 risolleva un titolo che sarebbe stato abbandonato dai players del gioco su console.
Ad accompagnare l’avventura ci sono 50 trofei per qualche ora di gioco aggiuntiva.

E’ inoltre disponibile un edizione speciale di Sacred 2 contenente un corposo art book, un action figure di una splendida serafina e la mappa del regno di Ancaria.

IL VALORE DI ANCARIA:

Musiche: 80–Musiche da favola con una speciale partecipazione dei Blind Guardian
Grafica
: 68–Diversi bug e problemi di refresh, grafica assolutamente poco all’altezza di console come PS3 e Xbox.
Giocabilità: 75 Purtroppo l’adattamento di mouse e tastiera la joystick non è stato uno dei migliori…ma nemmeno uno tra i peggiori.
Longevità: 77 – Discretamente lungo visto l’elevato tasso di rigiocabilità per via dei trofei, delle classi diverse e degli oggetti segreti.  
Online: 82– Online che non introduce niente di nuova, ma rivoluziona l’intera avventura grazie agli altri comapagni

Voto
Finale: 74/100 – Sacred 2 è uno di quei giochi che non andava assolutamente convertito per console perché qualsiasi fosse stata la qualità della conversione non avrebbe eguagliato la versione per PC. Sacred abbandona le tinte oscure del primo capitolo per uno stile più luminoso e colorato. Anche se il gioco presenta numerosi bug grafici, dovuti alla differenza dei motori del PC e delle console, Sacred promette di non deludere i fan e di appassionare qualche nuovo giocatore. Pur non essendo un estimatore della saga, il mio consiglio è quello di giocarvi questo titolo su PC in modo da non perdervi tutta la sua essenza.

 




 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Infamous: Guida ai trofei

Prototype: requisiti di sistema Pc!