Sony sta per rivoluzionare il mondo | Le nuove tecnologie in arrivo

    Sony ha tenuto un briefing sulla strategia di ricerca e sviluppo in concomitanza con l’apertura della “Sony Technology Exchange Fair 2022” (“STEF 2022”), un evento di scambio tecnologico tra varie aziende. Da questo briefing sono emerse le principali idee per il futuro dell’azienda nipponica.

    L’obiettivo annunciato da Sony è quello di “riempire il mondo di emozioni, attraverso il potere della creatività e della tecnologia”. In occasione del briefing sulla strategia di ricerca e sviluppo, Sony ha illustrato il suo approccio di base alla ricerca e sviluppo per realizzare questo scopo a lungo termine e creare tecnologie in grado di supportare non solo i propri affari, ma anche il progresso tecnologico.

    “STEF 2022” ha presentato una selezione delle più recenti tecnologie e dei relativi sforzi delle diverse aziende e organizzazioni di R&S del Gruppo Sony con il tema “Tecnologia che ispira emozioni”.

    Surgeon Simulator?

    Tra le innovazioni più impattanti annunciate, sicuramente ci sono quelle relative a simulatori chirurgici sempre più realistici. Sony promette di poter ricreare sensazioni tattili e immagini realistiche. Incorporando ulteriormente la robotica e le tecnologie di imaging e rilevamento, l’obiettivo è quello a creare simulazioni basate su dati chirurgici che coprano una varietà di condizioni di salute e casi esistenti.

    Lo scopo è quello di fornire al personale sanitario la possibilità di esercitarsi, anche a partire dalle aule dell’università, preparandosi all’aspetto più delicato e complesso del loro futuro lavoro.

    Metaverso

    Gran parte degli investimenti Sony sembrano essere proiettati sul Metaverso, che l’azienda definisce più volte come un “mondo gemello” al nostro. In particolare, il team nipponico sta cercando di rendere sempre più immediato il rapporto tra mondo reale e mondo virtuale.

    Per questo motivo è stato creato il Time of Flight AR (o ToF AR), kit di sviluppo software per migliorare il rilevamento dei movimenti e dei gesti delle mani e delle dita. Grazie a questa nuova tecnologia a marchio Sony sarà possibile proiettare i nostri movimenti direttamente sul nostro alter-ego digitale in frazioni di secondo.

    I sensori, secondo gli sviluppatori, potrebbero catturare un’immagine nel tempo in cui la luce impiega per rifrangersi su di essa. Quindi, si tratterebbe quasi di una trasposizione immediata della realtà. Un confine che si assottiglia sempre di più tra metaverso e mondo reale.

    I.A. rigenerante

    Un’innovazione rivolta prevalentemente ai professionisti è, sicuramente, la possibilità di rigenerare file attraverso una I.A.. Con questo sistema sarà possibile, ad esempio, risolvere difetti grafici di un’immagine e migliorarla, oppure isolare un determinato suono di una traccia audio, oppure, addirittura, ricreare un file corrotto riportandolo “in vita”

    Sondare il pubblico

    Le nuove tecnologie Sony potranno aiutare molto tantissimi creatori di contenuti multimediali e, in generale il mondo dell’intrattenimento. Attraverso app di statistica sarà possibile analizzare le reazioni del pubblico nel corso di uno spettacolo o una proiezione, oppure scoprire i dati sull’ascolto di una determinata canzone.

    Insomma, le nuove tecnologie andranno a “spiare” quello che realmente il pubblico vuole ed apprezza prima ancora che si apra il sipario.

    Moviola

    Questa invenzione, invece, potrebbe cambiare radicalmente il mondo dello sport. Si tratta di una tecnologia in grado di analizzare e mostrare virtualmente tutti i movimenti di un giocatore in campo. E’ superfluo descrivere i risvolti pratici che potrebbe avere.

    Ricostruire le ultime azioni durante una partita potrebbe non solo correggere, ma addirittura annullare qualunque errore arbitrale con una precisione ben superiore al tanto odiato VAR. Chissà che nei prossimi Mondiali l’arbitro non potrà addirittura essere sostituito da questa tecnologia.